Home Economia Iberdrola prevede di ottenere l’autorizzazione definitiva per la fusione di Avangrid e...

Iberdrola prevede di ottenere l’autorizzazione definitiva per la fusione di Avangrid e PNM

205
0

Iberdrola prevede di ottenere l’autorizzazione definitiva per il fusione di Avangrid e PNM negli Stati Unitidopo l’operazione è stato respinto dal regolatore del New Mexico (Commissione di regolamentazione pubblica del New Mexico).

Continuiamo ad avere piena fiducia che l’operazione andrà avanti“, ha dichiarato Ignacio Galán, presidente della società, durante il presentazione dei risultati.

“Abbiamo pieno sostegno politico e sociale e tutti i permessi. Stiamo collaborando con PNM perché nessuno comprende la decisione. Sia il pubblico ministero, il governo e la società stanno mostrando il loro pieno sostegno, motivo per cui abbiamo piena fiducia in un giudizio positivo nel prossimo futuro“, ha aggiunto.

Iberdrola, attraverso Avangrid, ha prorogato fino al 20 aprile 2023 la scadenza dell’accordo di fusione sottoscritto con PNMdopo presentare ricorso alla Corte Suprema del New Mexico per la battuta d’arresto subita dalla decisione del regolatore.

Vedi anche:  Segno misto a Wall Street dopo il crollo del Nasdaq ai nuovi minimi annuali

I cinque membri della Commissione per la regolamentazione pubblica del New Mexico hanno votato all’unanimità contro di essa. Prima di votare, hanno affermato di non poter sostenere l’operazione, anche a causa della loro preoccupazione per la cronologia dei servizi di Avangrid presso la tua società di servizi pubblici del Maine; e in parte per il inchiesta penale aperta in Spagna sul presidente di Iberdrola, Ignacio Galán.

L’acquisizione di PNM significherebbe il creazione di una delle più grandi aziende del settore nordamericanocon dieci società elettriche regolamentate in sei stati (New York, Connecticut, Maine, Massachusetts, New Mexico e Texas) e il terzo operatore di energie rinnovabili nel Paese, con una presenza totale in 24 stati.

Articolo precedenteIberdrola sale dopo aver presentato risultati “buoni” e alzato il dividendo del 5%
Articolo successivoIl CNMV cercherà di evitare il “greenwashing” e monitorerà la pubblicità crittografica