Home Salute I vaccini Pzifer e Moderna possono essere ricongelati senza perdere efficacia

I vaccini Pzifer e Moderna possono essere ricongelati senza perdere efficacia

104
0

Vaccini contro il covid-19 a base di RNA messaggerocome quelli di Pzifer-BioNTech e Moderna, possono essere nuovamente congelati senza perdere la loro efficacia nell’immunizzazione, secondo uno studio dell’Hospital del Mar e dell’Universit√† Pompeu Fabra (UPF), che consente di espandere la capacit√† di vaccinare nei paesi con infrastrutture mediche scadenti.

Il direttore dell’Area Medicinali dell’Hospital del Mar, Santi Grau, ha spiegato che questa possibilit√† di tornare a le iniezioni di congelamento consentono di gestire i vaccini in un punto centralizzato, preparare le siringhe per l’uso e ricongelarle e trasportarle ai centri di vaccinazione, garantendone l’efficacia.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Vaccines, maggio “un passo molto importante”secondo i ricercatori, nel progresso della vaccinazione in tutto il mondo, soprattutto nei paesi in via di sviluppo, facilitando la manipolazione e il trasporto di vaccini gi√† pronti e riducendo le infrastrutture necessarie nei paesi beneficiari.

Per verificare se i vaccini Pfizer BioNTech e Moderna potessero essere ricongelati una volta preparate le siringhe per la somministrazione, i ricercatori hanno utilizzato rimane scartato nei centri di vaccinazione, ma gestito secondo le specifiche.

A parte è stato iniettato in topi di laboratorio nelle normali condizioni e raccomandato dai produttori.

Un altro √® stato congelato a -20 ¬ļC per un mese, aprima di somministrarlo ai topi e un terzo gruppo √® stato congelato a -80¬įC per lo stesso periodo prima dell’iniezione.

Vedi anche:  la pi√Ļ rara delle malattie rare

stessa risposta immunitaria

In tutti i casi, luiGli animali hanno sviluppato la stessa risposta immunitaria contro SARS-CoV-2senza effetti secondari, e, a loro volta, hanno effettuato l’analisi della stabilit√† dell’RNA messaggero, con risultati del tutto normali.

“Il fatto di poter tornare a il congelamento dei vaccini pu√≤ essere un enorme passo avanti, consentendo di massimizzare il potenziale di tutte le fiale ricostituite e ridurre al minimo i loro sprechi”, ha evidenziato Grau.

Secondo i calcoli dell’Organizzazione Mondiale della Sanit√† (OMS), Solo in Europa e Giappone sono andate perse 240 milioni di dosi e una parte di quelle inviate ai paesi in via di sviluppo nell’ambito dell’iniziativa COVAX non pu√≤ essere utilizzato per problemi di scadenza.

Questo ha causato grandi disuguaglianze nella copertura vaccinale che, nei paesi sviluppati, si avvicina al 70%, mentre nei meno favoriti non supera il 12%.

“Per questo motivo, semplificare la sua preparazione rimane una sfida per evitare inutili perdite di dose”, Grau ha sottolineato, sottolineando che la possibilit√† di ricongelare le fiale una volta preparate pu√≤ consentire di manipolare le fiale di vaccino nel Paese di emissione, di congelare le siringhe e di inviarle a destinazione per un utilizzo immediato, senza necessit√† di una grande infrastruttura per esso.

Vedi anche:  I recenti progressi nel campo del cancro puntano i riflettori sulle terapie mirate

Secondo Graula durata di conservazione del vaccino congelato è di nuovo di almeno un mese.

“La manipolazione e il ricongelamento dei vaccini Comarty, di Pfixer BioNTehc, e Spikevax, di Moderna, non degrada l’RNA messaggero, e le sue qualit√† sono le stesse nelle tre condizioni sperimentali valutate”, ha sintetizzato Giulana Magri, Ricercatrice della Traslazionale Clinical Programma di ricerca dell’Istituto di ricerca medica dell’Hospital del Mar (IMIM).

Il coordinatore dell’UPF Neuropharmacology-Neurophar Research Group, Rafael Maldonado, ha sottolineato che “non sono stati rilevati effetti collaterali di rilievo negli animali che hanno ricevuto i campioni manipolati in condizioni diverse da quelle indicate dai produttori in relazione alla possibilit√† di ricongelarli.

Il capo del servizio di farmacia dell’Hospital del Mar, Olivia Ferr√°ndez, ha affermato che queste conclusioni potrebbero essere applicabili ad altri tipi di vaccini e anche “potrebbero facilitarne la distribuzione sia nelle grandi citt√† che nelle aree rurali”.

Il team che ha sviluppato questo lavoro aveva dimostrato in un precedente lavoro che questi vaccini, precedentemente preparati in siringhe per la somministrazione, potevano essere trasportati a temperatura ambiente e in condizioni di massima sicurezza per almeno tre ore.

Articolo precedenteL’ultima scimmia della Lidl che si √® innamorata di tutti i suoi clienti
Articolo successivoCristiano Ronaldo chiede di lasciare il Manchester United; Il Napoli si unisce alla lista dei corteggiatori della Champions League, secondo quanto riportato