Home Moda e bellezza I telefoni cellulari si preparano a “una nuova era di sicurezza dei...

I telefoni cellulari si preparano a “una nuova era di sicurezza dei dati”

82
0

Il ‘software’ spia Pegasus, che ha infettato decine di migliaia di telefoni cellulari di politici, giornalisti e attivisti in tutto il mondo, e che è tornato alla ribalta grazie ai casi registrati in Spagna, ha fatto scattare tutti gli allarmi. La sicurezza dei dati degli utenti sta diventando sempre più importante e i produttori di smartphone stanno dedicando maggiori sforzi per raggiungere questo obiettivo.

Lo afferma Andy Wu, vicepresidente di OPPO e presidente di Find Product Line, dopo che uno dei terminali del brand, il Trova X5 Pro, hanno raggiunto Certificazione di sicurezza Common Criteria (CC) del Mobile Device Fundamentals Protection Profile (MDFPP), uno dei più esigenti sul mercato. “Cerchiamo sempre di migliorare il supporto e la protezione della sicurezza su tutti i nostri dispositivi e diamo il benvenuto a una nuova era di sicurezza dei dati”.

La certificazione CC è uno degli standard più riconosciuti a livello mondiale nelle misure di sicurezza internazionali. In genere, viene utilizzato per confrontare i requisiti di sicurezza di alto livello essenziali per settori estremamente sensibili, come sistemi di rete, carte di credito e di debito e informazioni riservate sui clienti.

Vedi anche:  Scambio SIM | Che cos'è lo "scambio" e come proteggersi da questo tipo di truffa

Questo riconoscimento di sicurezza rimane la base per i sistemi di certificazione del governo in vari paesi e regioni. Per raggiungere questo obiettivo sono necessari sette requisiti fondamentali: eccellenza nello sviluppo del prodotto, audit di sicurezza, supporto crittografico, protezione dati degli utenti, identità e autenticazionesicurezza dei dati, percorsi e canali affidabili e accesso di valutazione.

Parere di esperti

In ogni caso, oltre ai sistemi di protezione che stanno sviluppando i produttori di dispositivi mobili, gli esperti di OPPO offrono anche una serie di suggerimenti e consigli affinché i loro utenti possano proteggere nel miglior modo possibile i dati archiviati nei dispositivi.

In questo senso, esortano gli esperti abilitare l’autodiagnosi sul cellulare, una funzione che permette di effettuare la ricerca in automatico guasti e possibili virus sul dispositivo. L’utente può anche determinare la frequenza con cui viene eseguito questo test. Allo stesso modo, si consiglia di avere una cartella sicura con i file più importanti, abilitando la funzione “cassaforte privata” e scegliendo il metodo di crittografia desiderato.

Vedi anche:  Elsa Pataky lancia la sua azienda di cosmetici naturali

Inoltre, grazie al ‘pannello privacy’, gli utenti OPPO possono saperlo quali app utilizzano il microfono, la fotocamera o la posizione, tra l’altro, per gestirlo nel miglior modo possibile. Gli esperti incoraggiano inoltre gli utenti a evitare le reti Wi-Fi pubbliche e a bloccare le app che possono sembrare pericolose.

Quando si tratta di condividere documenti, l’azienda dispone dello strumento ‘Phone Clone’, che passa tutti i dati direttamente senza passare attraverso i cloud e ha sviluppato un tecnologia ‘anti-sbirciante’che utilizza l’Intelligenza Artificiale (AI) per rilevare altri volti che potrebbero visualizzare lo schermo e quindi nascondi le notifiche.

Le raccomandazioni degli esperti, insieme ai miglioramenti che i produttori di “smartphone” stanno sviluppando, aiutano a migliorare la sicurezza dei dati privati ​​degli utenti. “Il Find X5 Pro, ad esempio, adotta standard internazionali per trasmissione dati che garantiscono che questi non può essere manipolato indipendentemente da dove e quando viene utilizzato il dispositivo, rendendolo un’ottima opzione per i dati di lavoro che necessitano di protezione a livello aziendale”.

Articolo precedenteLive streaming Liverpool-Real Madrid: finale di Champions League, canale TV, come guardare online, tempo, quote
Articolo successivoLa salute parlerà di un possibile acquisto di vaccini contro il vaiolo delle scimmie