Home Sport I migliori trasferimenti di gennaio della Premier League: Luis Suarez, Bruno Fernandes...

I migliori trasferimenti di gennaio della Premier League: Luis Suarez, Bruno Fernandes e Clint Dempsey scalano la classifica

225
0

La finestra di mercato di gennaio: molto il Mos Eisley del panorama calcistico globale. Raramente, se non mai, arriva un’opportunità migliore per separare i club creduloni dai loro soldi freddi.

È normale notare che i migliori club non tendono a fare affari nella finestra di mezza stagione di un mese. Se vedi il Bayern Monaco che annuncia un acquisto a gennaio, sembra che il più delle volte ti stia semplicemente facendo sapere che hanno una nuova aggiunta per l’estate conclusa in anticipo. Se questo mercato ha una cifra determinante, almeno in Inghilterra, è forse un Sam Allardyce o Harry Redknapp, chiamati a salvare un club sull’orlo del baratro, ruotando e affrontando fino all’ultimo momento per rafforzare la propria rosa.

Il loro successo serve a ricordare che ci sono abbastanza eccezioni alla regola di gennaio per rendere l’intero processo qualcosa di diverso da uno sforzo sprecato. Per ogni Fernando Torres e Andy Carroll c’è un … beh, dovrai aspettare e scoprirlo.

Ecco uno sguardo ai migliori club di Premier League firmati a metà stagione con un leggero avvertimento. Il Liverpool e il Manchester United sono stati molto, molto bravi in ​​tutto questo affare di gennaio, ma nell’interesse di offrire un pool di giocatori e scenari il più ampio possibile, stiamo limitando ogni club qui dentro a due rappresentanti. Scusate, Philippe Coutinho e Patrice Evra.

10. Christophe Dugarry (Bordeaux-Birmingham, prestito, 2003)

Per cominciare dall’inizio. La prima finestra di gennaio del 2003 ha portato con sé molti del tipo di accordi disastrosi che sono così familiari questo mese, da un Robbie Fowler infortunato che si è unito al Manchester City al gioco d’azzardo del Middlesbrough che la serie di vittorie di Michael Ricketts sarebbe durata. Ma ha anche portato uno dei migliori esempi di quell’archetipo ideale di mezza stagione, la scommessa disperata di un club in pericolo di retrocessione che aveva solo bisogno di un po’ di magia.

Il vincitore della Coppa del Mondo Dugarry ha fornito in abbondanza, una serie di cinque meravigliosi gol in quattro partite, il migliore una meravigliosa punizione contro il Southampton, portando il Birmingham City lontano dal pericolo e saldamente a metà classifica. In un certo senso, la storia d’amore tra i Blues e la loro fantasia francese è stata ancora più dolce perché non ha funzionato a lungo termine, poiché Duggary non è riuscito a vedere nemmeno la prima stagione del contratto biennale che ha successivamente firmato. Potrebbe non essere durato a lungo, ma è stata la cosa più bella.

9. Clint Dempsey (Rivoluzione dal New England al Fulham, $ 4 milioni, 2007)

Il giocatore più costoso venduto da un club della MLS all’epoca, Dempsey si unì a una squadra del Fulham piena di importazioni americane e si guardò immediatamente a casa in Premier League. Sulla strada per diventare il capocannoniere dei Cottagers nella massima serie, si è affermato come uno degli attaccanti più efficaci della competizione, finendo quarto nel PFA Player of the Year 2012 votando dietro Robin van Persie, Wayne Rooney e Paul Scholes.

Uno dei grandi pionieri degli americani ai massimi livelli del calcio inglese, forse il suo momento più bello con la maglia del Fulham è arrivato nell’aprile 2010 nel ritorno degli ottavi di finale di Europa League contro la Juventus. Un passaggio di Dickson Etuhu al limite dell’area ha dato a Dempsey il tempo di voltarsi e guardare in alto, individuando Antonio Chimenti fuori dalla sua linea. Un chip leggero come una piuma e la palla è stata lanciata in rete, il Fulham ha rimontato da 3-1 all’andata eliminando una delle superpotenze europee in una delle notti più straordinarie a cui Craven Cottage ha assistito.

8. John Stones (da Barnsley a Everton, $ 4 milioni, 2013)

In molti di questi casi, è ciò che un giocatore ha fatto in campo a farlo risaltare. Certamente, Stones ha ottenuto molto nei suoi tre anni e mezzo al Goodison Park, affermandosi come nazionale inglese e vincendo il premio di giovane giocatore della stagione del club nel 2015. Forse il più significativo, tuttavia, è stato il puro profitto L’Everton è riuscito a fare su Stones, il primo esempio di astuto reclutamento dalle leghe inferiori ottenendo un onnipotente profitto (questo molto facilmente avrebbe potuto essere Dele Alli se non fosse stato per i passi falsi della sua carriera).

Vedi anche:  Guarda Brighton vs Chelsea: come trasmettere in streaming live, canale TV, ora di inizio per la partita di Premier League di martedì

Un potenziale cliente firmato dal campionato è stato venduto al Manchester City nell’estate del 2016 per $ 67 milioni, rendendolo il secondo difensore più costoso della storia dietro David Luiz. Non è stata una mossa meno riuscita per Barnsley, i $ 9 milioni che hanno ricevuto come clausola di vendita in più di quanto fossero stati pagati per qualsiasi giocatore nella loro storia.

7. Bruno Fernandes (Sporting al Manchester United, $ 63,5 milioni, 2020)

Due anni dopo il suo tanto atteso trasferimento all’Old Trafford e Fernandes sembra già uno dei migliori, probabilmente il migliore, che il Manchester United abbia firmato dalla nomina di Sir Alex Ferguson al club. Il suo impatto in Premier League è stato immediato e considerevole, non una volta è stato dalla parte dei perdenti in una partita di massima serie in quella prima metà della stagione quando la squadra di Ole Gunnar Solskjaer è salita in classifica per qualificarsi alla Champions League.

Sotto l’allora allenatore c’era poco prezioso nel piano tattico oltre a fare affidamento sui migliori giocatori da consegnare; Fernandes lo ha fatto più e più volte anche se a volte non si è gelatinizzato così bene con Cristiano Ronaldo come si sarebbe potuto sperare. Questa è la minima nuvola in quello che è quasi del tutto positivo per il 27enne, che ha segnato 47 gol e 36 assist in 108 partite.

6. Gary Cahill (dal Bolton al Chelsea, $ 9,5 milioni, 2012)

Così spesso il mercato di gennaio è il momento di soluzioni rapide, quello che l’ex capo del reclutamento dell’Arsenal Raul Sanllehi ha descritto come un mercato “tattico”. Eppure, per una relativa miseria anche un decennio fa, il Chelsea si è assicurato un difensore centrale che sarebbe stato una pietra angolare del loro spogliatoio per sette anni e mezzo. In una squadra che poteva facilmente scivolare nella politica e nell’intrigo, Cahill era una mano ferma sul timone, fidandosi di prendere la fascia da John Terry al suo ritiro.

Cahill ha lasciato il Chelsea con tutti i principali onori di club europei a suo nome e 290 presenze in banca. Non è male per un giocatore che molti si aspettavano di essere un backup quando è arrivato.

5. Jermain Defoe (da Toronto a Sunderland, scambio, 2015)

Moltissimi dei giocatori che seguono in questo elenco hanno dato un contributo decisivo alle sfidanti per il titolo di successo, portando il loro club un gradino o due in più, se non più in alto. Ma quella capacità di ottenere solo una frazione di meglio non è meno critica in fondo alla classifica. Per due anni, infatti, Defoe è stato tra i giocatori che almeno rimandavano l’inevitabile per il Sunderland, prolungando una permanenza in Premier League che sembrava pensata solo per scarabei annuali lontano dalla botola.

Al prezzo di un Jozy Altidore, il Sunderland ha ricevuto quattro gol cruciali che hanno tenuto a bada lo spettro della retrocessione nel 2015, nessuno più memorabile del match-winner nel derby di Tyne Wear che ha portato le lacrime agli occhi di Defoe. La stagione successiva ha ripetuto il trucco, segnando gol decisivi contro Crystal Palace, Aston Villa, Swansea e Chelsea, tutti meritevoli dei punti preziosi che li hanno tenuti in piedi ancora una volta. Anche lui non è riuscito a mantenere la squadra di David Moyes nel 2016-17, anche se ha fatto più della sua giusta quota, segnando 14 dei 29 gol che i Black Cats avrebbero segnato nell’intera stagione di campionato.

Vedi anche:  Quando è la finale di UEFA Champions League? Liverpool vs Real Madrid ora, data, live streaming, canale TV, notizie

4. Robert Huth (Stoke to Leicester, prestito iniziale, 2015)

Il Leicester è un altro club con un’impressionante collezione di successi invernali, fino a Youri Tielemans nel 2019, e in un altro mondo avremmo Riyad Mahrez in questo punto, una firma di gennaio prima della promozione del Leicester al campionato. L’ex difensore centrale del Chelsea Huth ha comunque ragione. Quando è arrivato da Stoke, i Foxes erano ormeggiati in fondo alla classifica, in lotta per le loro vite in Premier League.

Appena 15 mesi dopo, Huth e Leicester furono i campioni d’Inghilterra più improbabili di sempre, un titolo costruito tanto sulle basi costruite dai tedeschi, Wes Morgan e Kasper Schmeichel quanto lo fu l’eroismo di N’Golo Kante, Mahrez e Jamie Vardy ulteriormente in campo. Huth ha avuto un impatto anche più in alto, segnando una doppietta nella vittoria per 3-1 sul Manchester City a febbraio, dopo di che la squadra di Claudio Ranieri ha iniziato a crederci.

3. Luis Suarez (dall’Ajax al Liverpool, $ 30 milioni, 2011)

Nemmeno l’aggiunta del Liverpool di più alto profilo di una conclusione frenetica alla finestra del 2011 – quell’onore è andato al sostituto di Fernando Torres da 47 milioni di dollari Andy Carroll – all’epoca Suarez era meglio conosciuto per aver negato al Ghana un posto nelle semifinali della Coppa del Mondo 2010 e un incidente mordace all’Ajax. Le questioni disciplinari non sarebbero state affrontate, ma l’uruguaiano ha valso tutte le difficoltà che gli sono arrivate durante i tre anni e mezzo al club.

Le sue 133 partite hanno portato con sé 82 gol e un quasi mancato successo in una sfida per il titolo; la sua stagione 2013-14 è stata tra le migliori campagne individuali di un giocatore della Premier League e per un breve periodo il Liverpool ha creduto che il titolo fosse loro.

2. Nemanja Vidic (da Spartak Mosca al Manchester United, $ 9,5 milioni, 2006)

Sir Alex Ferguson non avrebbe potuto desiderare un Natale migliore di quello arrivato il 25 dicembre 2005, quando il Manchester United ha concordato un accordo per portare il nazionale serbo Vidic, un giocatore che seguivano da diversi anni ma che sembrava destinato alla Fiorentina prima che la squadra della Premier League rubasse una marcia. A quel tempo, i Red Devils erano impegnati in un inseguimento condannato al Chelsea in cima alla classifica e avevano passato, secondo i loro standard, tre anni devastanti senza un titolo.

Con Vidic in difesa, affiancato dalla collega aggiunta di gennaio Patrice Evra, lo United avrebbe vinto tre campionati consecutivi e si sarebbe ristabilito come una forza importante in Europa, anche grazie alla sua solida difesa. In oltre otto anni all’Old Trafford, il difensore centrale ha vinto cinque titoli di Premier League, tre Coppe di Lega, una Champions League e una serie di riconoscimenti individuali. È uno dei migliori giocatori nella sua posizione nella storia del campionato.

1. Virgil van Dijk (da Southampton a Liverpool, $ 100 milioni, 2018)

Non solo le migliori aggiunte di gennaio, ma forse il grande acquisto della Premier League del decennio, che si colloca insieme a Eric Cantona, Dennis Bergkamp e Alan Shearer come una delle aggiunte più trasformative in un club. È merito di Jurgen Klopp e Michael Edwards che credevano fermamente che fosse così. Quando il Southampton ha spinto a desistere dal loro approccio illegale nell’estate del 2017, gli occhi del Liverpool non si sono spostati altrove.

Avevano individuato il loro uomo e a gennaio era loro, l’accordo è stato concordato in tempo perché lui facesse un cambio immediato. Da quando è arrivato al Liverpool, è stato il miglior difensore centrale del mondo e non è stato poi così vicino, portando la squadra di Klopp da un’ottima squadra a qualcosa di speciale, campioni d’Europa e d’Inghilterra e contendenti perenni per entrambi. A quasi tutte le commissioni che rappresentano denaro perfettamente speso.

Articolo precedenteLo Ibex si sgonfia sotto la pressione delle banche e prevede una brutta fine di gennaio
Articolo successivoWall Street cerca stabilità nell’ultima sessione di un gennaio molto ribassista