Home Economia “I mercati del Regno Unito potrebbero offrire maggiori opportunità agli investitori in...

“I mercati del Regno Unito potrebbero offrire maggiori opportunità agli investitori in futuro”

81
0

Il Le dimissioni di Boris Johnson Dopo essere stato coinvolto in una nuova polemica – questa volta per le dimissioni a catena di buona parte del suo Governo – sta ancora scalciando. Gli investitori si chiedono se porterà questa nuova fase che si è aperta nel Regno Unito più incertezza o aiuta a dare a nuova spinta ai mercati. Alcuni esperti ritengono che la seconda opzione sia più probabile, anche se avvertono: sarà solo possibile se la politica “sfrutta il suo potenziale”.

“Se la politica può liberare il suo potenziale, i mercati del Regno Unito potrebbero offrire molte più opportunità per gli investitori in futuro”, afferma Chris Iggo, CIO presso il gestore di fondi AXA Investment Managers. E cosa intende esattamente? Ebbene, molto semplice, perché il nuovo leader del Partito conservatore e il nuovo primo ministro possano adottare a “rapporto più costruttivo con l’Ue e gestione più forte delle prospettive di bilancio”.

Ciò, afferma Iggo, aiuterebbe a creare più fiducia nelle attività del Regno Unito, quindi “il risultato potrebbe essere un sterlina più forte e uno Le azioni britanniche sovraperformanoSecondo questo esperto, chi sostituisce Johnson deve porre fine alle divisioni politiche che ancora oggi, a sei anni di distanza, continuano a progettare intorno alla Brexit. Ed è che «da quando è stato negoziato l’accordo, le tensioni negli scambi sono aumentate e in mercati del lavoro privati ​​sulla capacità di assumere cittadini dell’UE come avrebbero fatto in passato.

Vedi anche:  Il boom del settore immobiliare prevale sull'incertezza: così sarà il settore immobiliare nel 2022

Per questo motivo, ritiene il CIO del manager, un governo conservatore più moderato potrebbe affrontare alcune delle questioni relative al Brexitcome il fatto che il commercio con l’UE è diventato “più difficile per le imprese britanniche, soprattutto nel settore delle PMI”.

I mercati del Regno Unito hanno bisogno solo di una piccola spinta per brillare. Infatti il FTSE100 È uno dei indici preferiti dagli esperti. Secondo Iggo, “il mercato britannico è a buon mercato rispetto ad altri mercati azionari sviluppati e la sterlina è a buon mercato al di sotto di $ 1,20 rispetto al dollaro”.

Ecco perché crede che gli investitori azionari globali “potrebbero essere tentati da un mercato azionario a buon mercato e da una valuta a buon mercato se ci fosse una svolta positiva nella direzione politica del Regno Unito”.

Vedi anche:  Barclays si bagna e scommette sulle borse: "Il rapporto rischio-rendimento convince"

In questo senso, lo sottolinea l’esperto del gestore il deprezzamento dei mercati attuali “suggerisce che ci saranno rendimenti migliori in futuroma gli investitori stanno ancora cercando il catalizzatore per diventare più positivo”, che non è ancora arrivato e potrebbe richiedere tempo per arrivare.

Ed è che Johnson rimarrà al numero 10 di Downing Street come primo ministro ad interim per qualche altro mese, Fino a settembre (il nuovo presidente del Consiglio sarà annunciato il 5). Poi riprenderà il corso politico e il Parlamento britannico tornerà in attività, e sarà il momento in cui i Tory eleggeranno il loro nuovo leader. Si era parlato della possibilità di a scelta rapida nel Partito conservatore, ma la ristrettezza dei tempi – dalle dimissioni di Boris mancavano solo due settimane alle ferie dei deputati britannici – ha reso impossibile tale opzione.

In ogni caso, da AXA IM affermano che “gli investitori si aspettano a leadership più pragmatica concentrarsi davvero sul problemi finanziari a lungo termine del Regno Unito”. Dovremo aspettare per vedere se sarà finalmente così e chi sta conducendo questa nuova fase.

Articolo precedentePerché i portali delle case sono più freschi dell’interno delle case?
Articolo successivoLa parità euro/dollaro invita la BCE a un rialzo più aggressivo di 50 punti base