Home Economia I mercati asiatici rimbalzano grazie alla tecnologia e dopo l’inflazione cinese

I mercati asiatici rimbalzano grazie alla tecnologia e dopo l’inflazione cinese

78
0

I titoli tecnologici hanno spinto il rimbalzo del mercato asiatico, che si sta riprendendo dai minimi di quasi due anni segnati. Inoltre, è nota l’inflazione cinese, poiché il Paese continua a combattere contro i focolai di Covid-19.

In particolare, le azioni della Cina continentale hanno guidato i guadagni a livello regionale, con il Composito di Shanghai in aumento dello 0,75% e il shenzhen, 1,8%. D’altra parte, l’indice Hang Seng Hong Kong avanza dello 0,98%, mentre il Nikkei Il Giappone ha guadagnato lo 0,3%. Sul lato opposto, e l’indice Topix ha perso lo 0,6% e il Kospi La Corea del Sud è scesa dello 0,17%.

Mercoledì le azioni tecnologiche in Asia sono aumentate, riprendendosi dalle recenti perdite. In effetti, l’indice Hang Seng Tech è salito del 3%. A Hong Kong, azioni di Tencent guadagnato il 3,17% e quelli di meitùan 6,59%. Netfacilità è anche avanzato del 3,1%.

Vedi anche:  Il dollaro torna in carica nei confronti dell'euro, che mette in pericolo il minimo del 2017

Intanto le azioni di Nintendo in Giappone è aumentato del 3,25% dopo che la società ha annunciato martedì un inaspettato frazionamento azionario 10 per 1 nel tentativo di rendere le sue azioni più attraenti per gli investitori al dettaglio. gruppo Sony ha anche visto le sue azioni aumentare del 2,1%, dopo aver recentemente annunciato un riacquisto di azioni per un valore di 200 miliardi di yen giapponesi.

Sul fronte macroeconomico, la seduta è stata caratterizzata dalla pubblicazione dell’inflazione cinese. L’indice dei prezzi al consumo (CPI) è aumentato del 2,1% su base annua, al di sopra delle aspettative. Inoltre, l’indice dei prezzi alla produzione cinese di aprile è aumentato dell’8% su base annua, secondo i dati diffusi dal Bureau of Statistics del paese.

Vedi anche:  Il mercato azionario post-Fed è stato una trappola per orsi?

Tra le valute, yen Giapponese scambiato a $ 130,14, più forte rispetto ai livelli superiori a 130,5 visti all’inizio di questa settimana. Il dollaro australiano È passato di mano a $ 0,6972 poiché fatica a rimbalzare dopo essere sceso da oltre $ 0,70 all’inizio della settimana.

Articolo precedentePerché le zanzare pungono alcune persone più di altre?
Articolo successivo“La mia vita è la libertà vigilata”