Home Economia I gorilla lasceranno il Belgio questo mese

I gorilla lasceranno il Belgio questo mese

109
0

Entro massimo due settimane, azienda tedesca di consegna flash Gorilla avrà lasciato il mercato belga. 240 persone perdono il lavoro dopo che una serie di messaggi contrastanti si è conclusa con licenziamenti collettivi.

La smentita della scorsa settimana

Solo una settimana fa, i Gorilla hanno ancora formalmente negato che fosse presa una decisione sull’uscita dal Belgio. L’operatore del commercio rapido ha ammesso che avrebbe chiuso alcuni magazzini, ma ha affermato che sarebbe sicuramente rimasto attivo sia ad Anversa che a Bruxelles.

Tuttavia, i colloqui con i sindacati hanno dimostrato il contrario, poiché il servizio di consegna ha affermato di voler lasciare il Belgio il prima possibile. Secondo il quotidiano belga De Standaard, i 240 dipendenti (Gorrilas lavora con veri e propri contratti di lavoro anziché avvalersi di liberi professionisti) riceveranno quasi il doppio dell’indennità di licenziamento legale.

Vedi anche:  Crash di bitcoin ed ethereum: supporto e resistenza per fare shopping

Tuttavia, una parte delle attività belghe dei Gorilla potrebbe ancora essere salvata: l’azienda sta negoziando con catene di supermercati come Colruyt e Delhaize per vedere se sono disposti a portare a bordo determinate attività. I risultati di tali negoziati dovrebbero essere resi pubblici nel corso della giornata.

Realtà finanziaria

Gorillas ha iniziato le sue operazioni in Belgio ad Anversa ea Bruxelles esattamente un anno fa, ed era fiducioso che presto avrebbe potuto espandersi anche a Gand. L’azienda è diventata Jumbopartner strategico di Benelux, ma ora ha scoperto che nell’attuale realtà finanziaria i costi di consegna lampo sono alle stelle e gli investitori non sono più disposti a colmare i buchi.

Ciò ha costretto i Gorilla a cambiare tattica, spostando la sua attenzione dall’espansione alla redditività. L’azienda si concentrerà quindi su cinque mercati chiave: Francia, Germania, Paesi Bassi, Regno Unito e Stati Uniti.

Vedi anche:  L'"eliminazione del rischio" prende il sopravvento sul sentimento dell'investitore al dettaglio europeo a luglio
Articolo precedenteZeeman vede aumentare il fatturato e aumenta gli investimenti
Articolo successivoL’inflazione costringe Maisons du Monde ad accantonare le previsioni