Home Sport I club di proprietà americana lottano: Bordeaux, Genoa e Venezia cercano stabilità...

I club di proprietà americana lottano: Bordeaux, Genoa e Venezia cercano stabilità ma trovano la retrocessione

215
0

Martedì è un curioso anniversario del calcio europeo in quanto rappresenta 14 anni da quando il Paris Saint-Germain è arrivato a 90 minuti dall’ingresso in Ligue 2. Se Amara Diane non avesse segnato entrambi i gol nella vittoria per 2-1 in casa dell’FC Sochaux-Montbeliard, uno dei le principali potenze del gioco continentale potrebbero non essere nella posizione in cui si trovano ora dopo un decennio circa di proprietà del Qatar.

Che il PSG sia arrivato così vicino all’abbandono della massima serie francese sembra impensabile oggi, ma era realtà nemmeno due decenni fa. Solo perché il club della capitale ora occupa un regno completamente diverso da molte delle sue controparti nazionali ed europee, non significa che il dolore emotivo e finanziario della retrocessione sia scomparso dalle loro lotte.

In tutto il continente, Girondins de Bordeaux, Genoa CFC e Venezia stanno affrontando il fatto che giocheranno al meglio nelle rispettive seconde serie nazionali la prossima stagione. Burnley FC e RCD Mallorca continuano a lottare contro il calo, mentre l’FC Augsburg ha lasciato in ritardo per evitare la retrocessione dalla Bundesliga tedesca.

Cosa hanno in comune questi club con il PSG? Tutti sono di proprietà straniera o finanziati in una certa misura e, in questo caso, hanno tutti il ​​sostegno americano.

Augusta rimane in gran parte sotto l’influenza tedesca a causa della regola di proprietà 50+1 che rende estremamente complicata la partecipazione azionaria importante. Tuttavia, David S. Blitzer lo ha aggirato quando ha completato l’acquisto del 45% del gruppo che detiene il 99,4% del club e ha fornito rapidamente quasi $ 20 milioni di fondi per ingaggiare Ricardo Pepi senza reti a gennaio.

I bavaresi stanno invece relativamente bene, dato che rimarranno in Bundesliga per la prossima stagione, come succede anche per lo Spezia Calcio in Serie A dopo il miracolo di Thiago Motta. La situazione non è così brillante per il Parma Calcio 1913 che rimane impantanato nella Serie B italiana dopo la retrocessione sotto Kyle J. Krause nonostante il ritorno di un veterano Gianluigi Buffon.

Vedi anche:  Priorità nella finestra di mercato del Liverpool: Sadio Mane pronto ad andarsene ma chi lo sostituisce?

È anche peggio per il Pacific Media Group, che ha visto il suo coinvolgimento con New City Capital retrocedere l’AS Nancy Lorraine e il Barnsley FC rispettivamente dalle seconde divisioni francese e inglese con i Tykes che hanno già rimescolato la loro gerarchia a soli 12 mesi dal quasi raggiungimento della Premier League tramite i playoff.

“Una lezione da tutto questo è che è difficile essere in due club”, ha detto a L’Equipe il presidente diffamato dell’ASNL Gauthier Ganaye. “Il punto di partenza non è mai stato che sarei stato lì il 100% delle volte. Sono in corso discussioni per definire una struttura che possa consentire a tutti i club del gruppo di funzionare”.

La combinazione di PMG e NCC ha anche acquisito una quota di minoranza nei giganti tedeschi caduti 1. FC Kaiserslautern poiché il club era sulla buona strada per promuovere automaticamente dalla Bundesliga 3. Battuto di un solo punto al secondo posto dall’Eintracht Braunschweig, tuttavia, ora affronta il playoff a causa di una situazione causata dalla dichiarazione di insolvenza di Turkgucu Munchen che ha cancellato i loro risultati a causa del ritiro della proprietà e di un gruppo dirigente che ora sta riemergendo a Nancy.

Il Genoa, che sta scendendo in Serie B per la prima volta dal ritorno nella massima serie nel 2007, è ora di proprietà di 777 Partners dopo che Enrico Preziosi ha venduto dopo quasi 20 anni. La squadra di Miami ha anche acquisito lo Standard Liegi in Belgio e la Stella Rossa in Francia con quest’ultima acquisizione particolarmente ostile a causa della feroce resistenza dei fan verso un’acquisizione forzata da parte di un gruppo non provato che spende un sacco di soldi senza precedenti né una strategia chiara per un unico progetto.

“La decisione è definitiva”, ha detto il presidente della Stella Rossa Patrice Haddad in un commento sbalorditivo a L’Equipe. “O prendono parte al progetto o no. Personalmente penso che lo faranno, ma non possiedono esclusivamente il DNA del club. Come si protegge il calcio se non si hanno i mezzi?”

Vedi anche:  Come guardare Fulham vs. Newcastle United: informazioni in diretta sulla Premier League, canale TV, ora, quote di gioco

Qualunque cosa accada tra il 777 e il famoso club di culto della periferia parigina, non tutte le storie di proprietà straniere sono state un fallimento in questo periodo e la Francia ne è una prova particolarmente valida. Il Toulouse FC sta tornando in Ligue 1 dopo due stagioni in trasferta con dati molto importanti nella strategia della seconda stagione che è stata supervisionata da Philippe Montanier e Damien Comolli sulla base dei dati forniti da Zelus.

Il Sochaux, l’avversario sconfitto del PSG quel giorno 14 anni fa, si trova ad affrontare altri giganti francesi caduti sostenuti dall’Asia, l’AJ Auxerre, e un Paris FC altamente diversificato e ambizioso nella corsa per la promozione a Le Championnat, che inizia con i playoff questo martedì nel capitale. Anche Nottingham Forest e Sheffield United sono di proprietà straniera con Henry Mauriss attualmente in trattative per acquisire i Blades con entrambi uno di fronte all’altro nei playoff EFL e i Tricky Trees in vantaggio per 2-1 dalla gara di apertura.

I problemi della proprietà dei club d’élite non si limitano esclusivamente ai gruppi americani poiché ci sono molte squadre ben gestite in cima alla scala a cui puntare. Tuttavia, la recente corsa ad acquisire più squadre nel City Football Group e l’approccio in stile Red Bull, ma senza comprovato successo con un solo club, sta risvegliando la base di fan con il NAC Breda nei Paesi Bassi, un esempio di coloro che non vogliono rischiare la propria storia per la stabilità finanziaria offerto da CFG.

È probabile che molti altri club europei diventino di proprietà straniera nel prossimo futuro, come il Palermo FC sotto l’egida del CFG, ma possono aspettarsi di essere tenuti a standard più elevati dopo risultati contrastanti recenti e una maggiore opposizione di tifosi come questi.

Articolo precedenteS&P taglia la crescita di Europa, Cina e Stati Uniti a causa della guerra e dell’inflazione
Articolo successivoArrivano le ultra-piccole LinkBuds S con un suono ambientale naturale