Home Technologia I 3 attacchi informatici russi che l’Occidente teme di più

I 3 attacchi informatici russi che l’Occidente teme di più

57
0

La guerra in Ucraina, iniziata lo scorso marzo, lascia dietro di sé una scia di morte e distruzione. I soldati russi, che si sono ritirati da Kiev lo scorso fine settimana, continuano a intensificare la guerra in varie parti del paese, ma questo non è l’unico modo per fare la guerra.

Pochi giorni fa, il presidente degli Stati Uniti, Joe Bidenha chiesto alle aziende e alle organizzazioni private del suo Paese di “chiudere le porte digitali”sostenendo che i rapporti di intelligence lo suggeriscono Russia sta pianificando un attacco informatico. Qualcosa che le autorità britanniche sostengono nonostante non abbiano ancora adottato misure al riguardo.

E nonostante il fatto che l’Ucraina non sia stata danneggiata da questo tipo di attacco, la verità è che gli alleati di Volodomir Zelensky temono di essere attaccati in questo modo come rappresaglia.

Questi sono i tre attacchi più temuti dall’Occidente:

interruzioni di corrente

Nel 2015, la rete elettrica ucraina è stata interrotta da un attacco informatico chiamato Energia Nera. 80.000 clienti di una società di servizi pubblici nell’Ucraina occidentale sono rimasti senza elettricità.

Quasi esattamente un anno dopo, un altro attacco informatico noto come Industrie Ha tolto l’elettricità per circa un’ora in quasi un quinto di kiev, la capitale ucraina.

La Russia potrebbe assolutamente tentare di eseguire un attacco come questo contro l’Occidente come a illustrazione delle sue capacità e per inviare un segnale.

Vedi anche:  Apple Event 2022: tutte le novità dell'azienda, in diretta

distruzione incontrollabile

Non Petya è stato il nome dell’attacco informatico più costoso della storia. Stati Uniti, Regno Unito e UE hanno accusato gli hacker russi. Un il software distruttivo è stato nascosto in un aggiornamento del programma utilizzato in Ucraina e diffuso in tutto il mondo, distruggendo i sistemi informatici di migliaia di aziende, causando 10 miliardi di dollari di danni.

Attacco a un gasdotto

Il gas è una delle principali valute di scambio e protagonista di minacce dall’inizio della guerra in Ucraina. Non sarebbe la prima volta che la Russia attacca le forniture di gas.

Nel maggio 2021, diversi stati degli Stati Uniti hanno dichiarato lo stato di emergenza perché un gruppo di hacker ha causato la chiusura di un gasdotto vitale per milioni di persone. La compagnia del gasdotto ha ammesso di aver pagato un riscatto di $ 4,4 milioni in bitcoin per far funzionare di nuovo la pipeline.

Articolo precedenteSerie A: Cinque giocatori che potrebbero decidere lo scudetto quando Milan, Inter e Napoli lottano sul filo del rasoio
Articolo successivoErik ten Hag al Manchester United: cosa potrebbe portare il boss dell’Ajax con il suo stile di gioco in Premier League