Home Economia Guadagno e volatilità a Wall Street dopo il primo rialzo dei tassi...

Guadagno e volatilità a Wall Street dopo il primo rialzo dei tassi dal 2018

80
0

Wall Street ha chiuso una giornata molto volatile con forti guadagni (Dow Jones: +1,55%; S&P 500: +2,24%; Nasdaq: +3,77%)che gli ha permesso di estendere il suo Il grande rimbalzo di martedì. Tutto questo dopo la decisione del Riserva Federale degli Stati Uniti (Fed) aumentare i tassi di interesse per la prima volta da dicembre 2018 per contenere l’inflazione.

È così che ‘Bolsamanía’ ha seguito in diretta l’incontro della Fed.

La Fed ha alzato i tassi 25 punti base, fino a 0,25%-0,50%in linea con le aspettative e per la prima volta da dicembre 2018.”L’inflazione rimane altariflettendo gli squilibri della domanda e dell’offerta legati alla pandemia, l’aumento dei prezzi dell’energia e le più ampie pressioni sui prezzi.

L’invasione russa dell’Ucraina sta causando enormi difficoltà umane ed economiche. Le implicazioni per l’economia statunitense sono molto incerte, ma a breve termine è probabile che l’invasione e gli eventi correlati esercitino ulteriori pressioni al rialzo sull’inflazione e pesare sull’attività economica”, ha aggiunto la banca centrale.

Quindi, la Fed lo ha anticipato continui aumenti” dei tassi di interesse “saranno appropriati”. Inoltre il Comitatospero di iniziare a ridurre le tue partecipazioni in titoli del Tesoro e titoli di debito di agenzia e titoli garantiti da ipoteca di agenzia in un futuro incontro“.

Cosa c’è di più, la banca centrale ha previsto che i tassi finiranno all’1,9% nel 2022, rispetto alla precedente previsione dello 0,9%. Ciò implicherebbe sei ulteriori aumenti del tasso dello 0,25% durante tutto l’anno, uno per ogni riunione mancante. Entro il 2023, ha anticipato che i tipi finiranno nel 2,8% nel 2023rispetto alla precedente previsione dell’1,6% (che implica quattro incrementi il ​​prossimo anno).

POWELL EVIDENZIA LA FORZA DELL’ECONOMIA

Nella conferenza stampa dopo il comunicato della Fed, il presidente, Girolamo Powellha voluto chiarire che l’economia americana “è forte” e quello “può resistere a rialzi dei tassi” per contenere l’inflazione. Inoltre, ha sottolineato che “il rischio di recessione non è particolarmente elevato nei prossimi dodici mesi”, nonostante la Federal Reserve abbia ridotto la sua previsione di crescita al 2,8% dal 4% del 2022.

In questo senso, il banchiere centrale ha fatto notare che «La crescita del 2,8% è ancora molto forte“. Così, hai lasciato la porta aperta a “aumentare i tassi di interesse e ritirare l’accomodamento monetario più rapidamente, se necessario“e la pressione sui prezzi non si riduce.

Vedi anche:  Telefónica negozia l'ingresso di investitori nelle sue reti in Spagna e nel Regno Unito

Powell ha specificato che “tutti gli incontri sono vivi” quando si prendono decisioni e che “la riduzione del saldo potrà essere annunciata nella prossima riunione“, nonostante la Fed non abbia fornito maggiori dettagli in merito, cosa che gli esperti si aspettavano.

ASPETTATI MENO CRESCITA E PIÙ INFLAZIONE

Nello scenario economico, il corpo monetario ha previsto per il 2022 una crescita minore e una maggiore inflazione. ha tagliato le sue previsioni di crescita per il 2022 al 2,8% dal 4% e ha sollevato il suo Previsioni di inflazione PCE al 4,3% dal 2,6% di quest’anno.

‘OTTIMISMO’ TRA UCRAINA E RUSSIA

Sulla guerra in Ucraina, Kiev e Mosca hanno mostrato la loro ‘ottimismo’ per raggiungere un accordo diplomatico che si conclude con una tregua e la cessazione dell’invasione russa.

Il ministro degli Esteri russo, Sergey Lavrovha sottolineato questo mercoledì che i colloqui “non sono facili”, sebbene abbia espresso la speranza che si possa raggiungere un accordo su “garanzie di sicurezza e neutralità“per porre fine alla guerra.

Inoltre, il Presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky, ha chiesto ancora una volta la chiusura del cielo ucraino per proteggere la popolazione e ha fatto appello all’11 settembre e all’attacco a Pearl Harbor in un discorso in videoconferenza al Congresso degli Stati Uniti. “La Russia non ha solo attaccato il nostro paese e le nostre città, ha lanciato un’offensiva contro i valori fondamentali”, ha affermato Zelensky. “Ha lanciato carri armati e aerei contro la nostra libertà, contro il nostro diritto di vivere liberamente nel nostro paese, scegliendo il nostro futuro”, ha aggiunto.

Secondo ‘Financial Times’, Russia e Ucraina hanno fatto grandi progressi e hanno delineato un piano in 15 punti che includerebbe un cessate il fuoco e un ritiro russoa condizione che l’Ucraina rinunci alle sue ambizioni di aderire alla NATO e accetti una condizione di neutralità.

Mykhailo Podolyakconsigliere del presidente Zelinski, ha spiegato sul suo account Twitter che le informazioni pubblicate dal quotidiano americano “rappresentano solo la posizione della Russia”: “L’Ucraina ha le sue posizioni. L’unica cosa che confermiamo in questa fase è un cessate il fuoco, il ritiro delle truppe russe e garanzie di sicurezza di vari paesi”.

Il negoziatore ucraino lo ha riconosciuto Putin e Zelensky potrebbero incontrarsi faccia a faccia “presto”, in un’intervista concessa al programma ‘News Hour’ della rete americana ‘PBS’. “Arriverà presto. L’unica opzione per porre fine a questa guerra sono i colloqui diretti tra i due presidenti ed è su questo che stiamo lavorando in questi negoziati”, ha spiegato il consigliere di Zelensky.

Puoi consultare qui la trasmissione speciale in diretta di ‘Bolsamanía’ sulla guerra.

Vedi anche:  Musk solleverà l'espulsione di Trump su Twitter: "È stata una decisione stupida"

ECONOMIA, AZIENDE E ALTRI MERCATI

In questo contesto, questo mercoledì lo abbiamo saputo vendite al dettaglio negli Stati Uniti, saliti dello 0,3% a febbraio a 658,1 miliardi di dollari, un anticipo leggermente inferiore alle attese del consenso, che stimava una crescita dello 0,4%. Allo stesso modo, il Dipartimento del Commercio americano ha rivisto al rialzo i dati del mese di gennaio: da una crescita del 3,8% e un fatturato iniziale di 650.000 milioni a un anticipo del 4,9% e un fatturato di 656.100 milioni dopo la revisione.

In altri mercati, petrolio Texas occidentale 1,48% è stato lasciato e prolunga le ultime cadute ($ 94,97) e il botte brent è sceso del 2,12% ($ 97,79).

Da parte sua, il Euro ha apprezzato lo 0,80% ($ 1,1039), mentre il oncia d’oro ha fruttato lo 0,04% ($ 1.928).

Inoltre, il rendimento dell’obbligazione statunitense a 10 anni è salito al 2,174% e il bitcoin è in aumento del 3,66% ($ 41.151).

Articolo precedenteLa Clinica di Barcellona applica una nuova tecnica per invertire l’infertilità maschile
Articolo successivoPronostici Champions League, quote: gli esperti scelgono Chelsea-Lille, Juventus favorita sul Villarreal