Home Technologia Google cerca di offrire agli utenti un maggiore controllo sui banner pubblicitari

Google cerca di offrire agli utenti un maggiore controllo sui banner pubblicitari

88
0

Google, leader mondiale nella pubblicità digitale, ha lanciato questo giovedì una nuova funzionalità da fornire agli utenti maggiore controllo sugli annunci che appaiono durante la navigazione in Internet. “Gli annunci online non devono confondere o frustrare gli utenti di Internet”, ha affermato in una nota Jerry Dischler, vicepresidente della pubblicità.

Il nuovo strumento chiamato “Le mie preferenze pubblicitarie” Dovrebbe semplificare la modifica di ciò che si desidera guardare, nel motore di ricerca e su YouTube in particolare. Gli utenti di Internet dovrebbero essere in grado di “scegli i temi e i marchi da mostrare e nascondere” e “gestire le tue preferenze pubblicitarie senza interrompere le tue attività online”, ha affermato Dischler.

Il gruppo californiano cerca così di offrire il suo miliardi di utenti annunci più pertinentiintegrato nel suo design, a fronte della maggiore concorrenza di piattaforme come TikTok, dove le pubblicità si mescolano a contenuti originali.

Vedi anche:  Arriva il cellulare ad alta resistenza Doogee S99!

Spinto dalle critiche

Google fa questo passo in un momento in cui affronta molte critichedalle accuse di abuso di dominio ai reclami dei consumatori sulla riservatezza dei dati personali.

e a come bersaglio (proprietario di Facebook, Instagram, WhatsApp), numero due del settore, Google ha dovuto rispettare le recenti regole di Apple sugli iPhone, che richiedono applicazioni per chiedere il consenso dell’utente prima di poter essere rintracciato.

La nuova funzione di Google consente anche disabilitare più facilmente la personalizzazione degli annunciche a volte i consumatori sentono opprimente, oltre a escludere gli annunci su argomenti sensibili come alcol, appuntamenti, perdita di peso o gravidanza.

Gli utenti di Internet possono anche disabilitare determinati criteri di targetingcome la cronologia dei video visualizzati su YouTube, lo stato della tua relazione o il tuo settore professionale.

Vedi anche:  Il principe saudita Al Waleed diventa il secondo maggiore azionista del "nuovo" Twitter

Google e Facebook hanno già dovuto modificare più volte le loro pratiche di targeting degli annunci, in particolare per dare un maggiore controllo sui “cookie”, i programmi per computer che tracciano la navigazione online per scopi di targeting degli annunci.

Vendita di annunci personalizzati su larga scala guadagna decine di miliardi di dollari ogni anno a questi giganti della Silicon Valley.

“Google è sulla buona strada per generare 174,81 miliardi di dollari di entrate pubblicitarie nel 2022, in aumento del 17,3% rispetto all’anno precedente”, secondo le stime della società di consulenza Insider Intelligence.

Articolo precedenteCome registrare le chiamate Whatsapp senza utilizzare app aggiuntive
Articolo successivoPerché i televisori 8K sono in pericolo in Europa entro il 2023?
Un appassionato di viaggi. Giornalista e bevitore di caffè. Web evangelist e fanatico della birra da sempre, ma anche appassionato di cultura pop!