Home Technologia Google accetta di pagare i media francesi per aver condiviso le sue...

Google accetta di pagare i media francesi per aver condiviso le sue notizie

127
0

accordo storico in Francia. Google ha finalmente accettato di rispettare la legge europea e pagare il media francese per il diritto di condividere il loro notizia nel tuo browser.

La multinazionale americana ha raggiunto un accordo con l’Autorità francese della concorrenza dopo una trattativa durata tre anni. L’azienda tecnologica era multato con 500 milioni di euro a luglio 2021 per aver violato la legge sui diritti connessi non negoziando “in buona fede” un compenso con gli editori di stampa del Paese.

“L’Autorità ritiene che gli impegni proposti da Google siano sufficienti a porre fine alle preoccupazioni in materia di concorrenza manifestate e siano di natura sostanziale, credibile e verificabile”, ha annunciato l’ente pubblico francese in una nota in cui ha aggiunto che l’accordo riguarda il prossimi cinque anni con possibilità di rinnovo per altri cinque.

Caso Pioneer nell’UE

L’accordo chiude una controversia aperta nel 2019, quando la Francia è stato il primo paese nel Unione europea (UE) di adottare la direttiva comunitaria che obbliga le piattaforme di Internet remunerare i media che creano i contenuti in termini di diritti connessi. Parte dell’attività di Google passa attraverso il suo motore di ricerca, che domina in modo schiacciante quel mercato con quasi il 93% della quota mondiale. È lì che indicizza le notizie di molti media che si battono per essere in cima alla lista per garantire più visite. Google cerca di trattenere sempre più utenti sulla sua pagina, non sui siti web che aggiunge, un comportamento accusato di essere monopolistico.

Vedi anche:  Truffa Whatsapp | Non innamorarti della 'truffa valigia', la nuova truffa che può costarti migliaia di euro

Tuttavia, Google non ha rispettato le linee guida europee. L’Alleanza della stampa di interesse generale (APIG), un’entità che riunisce i redattori di giornali francesi, il Sindacato degli editori di riviste francesi (SEPM) e l’agenzia di stampa AFP, ha allertato le autorità che Google aveva un profilo.

Questo atteggiamento ha portato le autorità a sanzionare il colosso tecnologico Silicon Valley con una sanzione di 500 milioni di euro per non aver debitamente compensato gli editori di stampa per l’utilizzo dei loro contenuti, costringendolo a presentare un’offerta per raggiungere l’accordo chiuso martedì.

Facebook ha già raggiunto un accordo con la General Interest Press Alliance francese per pagare i diritti relativi ai giornali e per la creazione di Facebook News nel paese. Nel febbraio dello scorso anno, il colosso dei social ha annunciato il pagamento di 822 milioni di euro ai media di tutto il mondo per poterne fruire i contenuti delle notizie. Un passo in più per remunerare il mondo della comunicazione.

Vedi anche:  Quindi puoi attivare la modalità vacanza

Articolo precedente“Alzare le tasse può far naufragare i piani delle compagnie energetiche”
Articolo successivoIndra firma un accordo con la Nuova Zelanda per rafforzare la sicurezza del traffico aereo