Home Economia Gli investitori cambiano il chip: scelgono vantaggi e dividendi prima dell’innovazione

Gli investitori cambiano il chip: scelgono vantaggi e dividendi prima dell’innovazione

101
0

Questo inizio del 2022 non è stato come previsto per l’economia mondiale, e il partecipazioni focalizzato su “trend” o “megatrend” specifici hanno visto la loro popolarità diminuire a causa della forte inflazione. Gli investitori hanno cambiato il chip e ora stanno iniziando a optare per il flusso di cassa e mettere da parte progetti con un grande potenziale futuro nella società.

Il pandemia ha causato scompiglio in migliaia di aziende, non solo nella società. Quando è iniziato all’inizio del 2020, gli investimenti e i finanziamenti privati ​​hanno fornito a molte aziende alcune idee innovative una fonte di reddito per poter realizzare i propri progetti. A quel tempo, scommettevano su progetti “responsabili ed efficaci” con la società e l’ambiente piuttosto che sul flusso di cassa, sulla distribuzione di dividendi agli azionisti o sugli stessi profitti.

Tuttavia, sembra che questa tendenza o pensiero sia cambiato da allora, all’inizio del 2022, gli investitori azionari preferiscono quel flusso di cassa, i guadagni stessi e vanno sul sicuro, piuttosto che investire in qualcosa che non sanno se darà loro risultati positivi o anche se gli farà perdere soldi.

Le aziende, in particolare quelle del settore bancario, stanno iniziando a prelevare liquidità dall’intero sistema macroeconomico globale. Ciò significa che qualcosa che per anni, in particolare gli ultimi, ha dimostrato di essere una spinta diretta ai rendimenti del mercato azionario, sta ora facendo sì che molte aziende inizino a mostrare rendimenti negativi in ​​breve tempo, il che non è molto incoraggiante.

Vedi anche:  L'Ibex 35 sale incoraggiato dalle banche, con ACS e la sua macro-operazione al centro

SE PERDERE L’INNOVAZIONE, PERDERE L’ESSERE UMANO

Il capo dell’analisi di WisdomTree, Cristoforo Gannatiafferma che “gli investitori di capitale di rischio fanno riferimento al ‘legge di potere’, un approccio per concentrare gli investimenti in società private con un grande potenziale. Resta inteso che, di un sottoinsieme di investimenti, molti falliranno del tutto, con i loro valori stagnanti e possibilmente azzerati. Un piccolo numero, invece, avrà risultati notevoli che cambieranno il mondo. Il successo dei “cambiatori del mondo” compensa il fatto che gli altri hanno fallito, dando al capitale di rischio che investe il potenziale per essere uno spazio altamente redditizio”.

È sempre più facile per le aziende finanziarsi con le opportunità offerte dai mercati dei capitali nel loro insieme. Ciò consente ad alcune società di accedere ai mercati pubblici in modi diversi, con il capitale di rischio ben posizionato nei mercati privati. Secondo Gannatti, sarebbero “i veicoli di acquisizione per scopi speciali (SPA), il citazioni dirette e il offerte pubblico iniziale (IPO). Se gli imprenditori riescono a quotarsi in borsa all’inizio del loro ciclo di vita, gli investitori potrebbero ottenere un profilo di rischio più simile a quello di un’azienda rispetto a quello che si vede dal lato del capitale di rischio”.

Vedi anche:  I sette venti contrari alle azioni, secondo Credit Suisse

LA BIOTECNOLOGIA PUNTA IN ALTO

Per WisdomTree, il Biorivoluzione è una delle strategie di investimento megatrend con le migliori prestazioni e rileva che il suo più recente ribilanciamento semestrale è avvenuto all’inizio di novembre 2021. Tuttavia, questo ha coinciso con il picco del mercato azionario a breve termine e l’inizio di una vendita più generale in essa, soprattutto nei segmenti di mercato più orientati alla crescita.

Cosa significa questo? Se teniamo conto che il biotecnologia Ha vissuto un periodo di alta redditività negli ultimi anni, il prezzo delle azioni è aumentato costantemente e hanno visto come hanno raggiunto livelli mai visti prima. Tra il 2019 e il 2020, il i rendimenti sono stati molto elevati in molte aziende, senza prestare molta attenzione o interesse a generare reddito costante e ampio e al risultato di profitti. Il 2021 si è rivelato un anno molto più volatile e rischioso per gli investimenti e l’inizio del 2022 è davvero complicato e adatto solo a “coraggioso“.

È vero che quegli investitori che hanno deciso di entrare o scommettere su una società prima del 2019 potrebbero non essere ancora entrati in una redditività negativa e mantenere buoni risultati, ma altri che hanno deciso di investire nel 2020 potrebbero essere negativi, conclude questa azienda.

Articolo precedentePronostico Chelsea vs Liverpool, quote, linea: l’esperto rivela le scelte finali della Carabao Cup, le migliori scommesse per il 27 febbraio
Articolo successivoLe sfilate di persona tornano sulle passerelle parigine