Home Moda e bellezza Gli elettrodomestici che dovresti staccare da casa se vai in vacanza per...

Gli elettrodomestici che dovresti staccare da casa se vai in vacanza per qualche giorno

116
0

Benzina, acqua, elettricità… Quest’estate andare in vacanza significherà a lusso nella maggior parte delle case spagnoleche con l’inflazione e l’aumento dei mutui vedranno ridotta la propria capacità di risparmio.

Ma c’è ancora piccoli trucchi il che può significare notevoli risparmi se si parte per le vacanze.

Si tratta di una piccolo gestoquasi impercettibile, che può rendere meno ripido il pendio di settembre.

Di solito teniamo il forno, la televisione, il tostapane, il computer, il router e altri apparecchi elettrici, la maggior parte dei quali, collegati alla corrente, anche se non li utilizziamo.

modalità standby

La modalità in cui lasciamo riposare il dispositivo fino al suo successivo utilizzo senza scollegarlo è nota come ‘stand-by’ (letteralmente, “in standby”) e ha un alto costo elettrico. Il consumo dipende dal dispositivo: ad esempio il televisore, il router o il condizionatore, che di solito hanno la luce rossa accesa quando sono in modalità sleep, sono elettrodomestici che consumano molta elettricità.

Vedi anche:  Possono farti pagare pane e antipasto in un ristorante? Questo è ciò che dice la legge

La statistica dei consumi per usi del settore residenziale dal 2010 al 2020, realizzata dall’Istituto per la Diversificazione e il Risparmio Energetico (IDAE), ha separato “i consumi degli elettrodomestici da quelli legati al loro ‘stand-by'” per valutarne l’importanza di quest’ultimo.

un decimo

Dallo studio è emerso che circa un decimo dell’elettricità consumata da tutti gli elettrodomestici durante l’anno viene investito in modalità standby, una spesa che rappresenta il 6,6% del consumo elettrico totale della casa (comprendente, oltre agli elettrodomestici, riscaldamento, illuminazione , o acqua calda).

Ovviamente, le ore in cui il consumo fantasma è più alto sono la notte (tra mezzanotte e le otto del mattino), mentre durante il giorno questo fattore si riduce a livelli molto più bassi.

Scollegare

Cioè, dentro grandi elettrodomestici la differenza si nota (ecco perché l’OCU consiglia di staccare la spina quando andiamo in vacanza).

Pertanto, se hai intenzione di andare in vacanza per diverse settimane, è conveniente scollegare i dispositivi e le installazioni prima di partire. Scollegare gli elettrodomestici non è solo più sicuro, ma puoi risparmiare denaro riducendo il consumo di elettricità.

Vedi anche:  TRUCCO DEL SONNO | Così puoi addormentarti e riposare tutta la notte in un modo molto semplice

Senza contare quello che risparmi non usando la cucina o la lavatrice per qualche giorno, semplicemente staccando gli elettrodomestici in vacanza, la bolletta può scendere fino a 20 euro in più.

Router e macchine da caffè

La solita cosa, poi, è staccare tutto quello che si può fare, anche quei piccoli elettrodomestici, come televisori o router. E, in generale, qualsiasi dispositivo scollegabile, come sveglie elettriche, caffettiere, lavatrici, lavastoviglie, thermos…

Anche il frigorifero, che consuma in un mese tra 3,5 e 7 euro, secondo lo studio OCU. Per questo, quando possibile, è meglio scollegarlo completamente e, se non è possibile, regolare il termostato ad una temperatura un po’ più alta del solito, poiché all’interno c’è meno cibo, quindi non è necessario che si raffreddi in quanto tanto.

Articolo precedenteTwitter si arma per la sua battaglia legale contro Elon Musk
Articolo successivoMusk e Twitter andranno in tribunale: “Non vedo come Musk possa farla franca”