Home Moda e bellezza Giorgio Armani sfila in totale silenzio a Milano in solidarietà con l’Ucraina

Giorgio Armani sfila in totale silenzio a Milano in solidarietà con l’Ucraina

79
0

La maison italiana Giorgio Armani ha dato il tocco finale questa domenica alle sfilate delle grandi firme del Settimana della donna di Milano con una collezione che è stata indossata dalle modelle in passerella silenzio assolutogesto con cui lo stilista ha voluto mostrare la sua solidarietà al popolo ucraino.

“La mia decisione di non utilizzare nessun tipo di musica è stata presa per rispetto di tutte le persone coinvolte nella tragedia che sta avvenendo in Ucraina”, ha detto lo stilista agli spettatori in attesa di vedere le sue proposte prima dell’inizio dello spettacolo milanese. stagione autunno-inverno.

In dichiarazioni ai media, Giorgio Armani ha affermato che non usare la musica lo è un gesto “per quello che sta succedendo” e testimonia il dolore provato in Occidente da ciò che stanno soffrendo i cittadini ucraini, compresi molti bambini.

Vedi anche:  Trattamenti per accogliere il Natale con un bel viso

“Il meglio che possiamo fare è dimostrare che non vogliamo celebrare nulla perché c’è qualcosa che ci disturba“, ha insistito.

È normale che Giorgio Armani sia il grande marchio che chiude il Settimana della moda milaneseche domani ha l’ultimo giorno ma con aziende più piccole e artisti emergenti.

Questa domenica è stata anche la volta di MSGM, che ha optato per capi dai volumi e colori nero, argento, viola e blu: si intravedevano pellicce grigie, abbinati stivali alti anche alla pelliccia, e abiti informali di giacca e pantalone in tessuto denim o pelle, e nei colori verde, blu o viola con glitter.

I gemelli Dean e Dan Caten proposti con gonne Dsquared2 con stampe geometriche e “patchwork“, ampi maglioni di lana, pantaloni di velluto a coste, abiti di seta e camicie di seta stampate sotto i gilet in toni fluo.

Vedi anche:  Google dedica il suo Doodle a Montserrat Caballé per il suo 89° anniversario

Il mondo della moda si è riunito sin dal 23 febbraio a Milano per partecipare a più di 60 sfilate e 100 presentazioni ed eventi, e ha visto proposte di marchi come Fendi, Prada, Gucci, Trussardi, Emporio Armani o Tod’s.

Articolo precedentePronostici Lazio vs Napoli, quote, come guardare, live streaming: 27 febbraio 2022 Scelte degli esperti della Serie A italiana
Articolo successivoJesse Marsch al Leeds United: Marcelo Bielsa esonerato; American accetta di unirsi al club della Premier League come allenatore