Home Economia Gazprom sottolinea che “non può garantire il funzionamento” del gasdotto Nord Stream

Gazprom sottolinea che “non può garantire il funzionamento” del gasdotto Nord Stream

80
0

La fornitura di gas in Europa vacilla. Il gigante russo dell’energia Gazpromil cui azionista di maggioranza è la Federazione Russa, lo ha indicato questo mercoledì “non può garantire il funzionamento sicuro” di “una struttura critica” che fa parte del gasdotto Nord Stream 1la più grande infrastruttura del gas che collega la Russia con l’Europa.

“Gazprom non dispone di alcun documento che consenta a Siemens di riportare un motore a turbina a gas dal Canada, dove è in riparazione, per la stazione di Portovaya (a gas). In queste circostanze, sembra impossibile giungere a una conclusione obiettiva sull’evoluzione della situazione per garantire il funzionamento in sicurezza di Portovaya, che è una struttura critica per il gasdotto Nord Stream”, afferma la compagnia russa in una breve dichiarazione rilasciata attraverso il suo reti sociali.

La turbina a cui si riferiscono è un componente la cui spedizione nel Vecchio Continente era stata paralizzata come parte delle sanzioni alla Russia per il suo invasione in Ucraina. Gazprom lo ha affermato di recente Riduzione del 40% della fornitura di gas nelle ultime settimane è stato dovuto al mantenimento di questo componente prodotto da Siemens Energy.

Vedi anche:  L'Ibex 35 soffre ancora e mette in palio gli 8.000 con l'euro ai minimi da 20 anni

Nonostante le richieste delle autorità ucraine di impedire la consegna della turbina, il governo canadese ha concesso “un permesso temporaneo e revocabile” per trasferire il componente in Europa a Siemens Canada, ha dichiarato sabato il ministro delle risorse naturali Jonathan Wilkinson.

Ed è quello Nord Stream è stato completamente fermato per due giorni e resterà tale fino al 21 luglio, a causa del “lavori di manutenzione” che la compagnia del gas sta effettuando. Questi compiti sono comuni, ma la situazione di tensione tra l’Unione Europea e la Russia, motivata da varie sanzioni occidentali e dal sostegno all’Ucraina, ha suscitato timori che la Russia interromperà completamente le forniture di gas.

“Non possiamo escludere la possibilità che il gas smetta di essere inviato in Europa per motivi politici”sottolineato la scorsa settimana Klaus Mueller, presidente della Bundesnetzagentur, l’autorità di regolamentazione tedesca dell’energia. Solo il tempo dirà se la fornitura verrà ripristinata o se, al contrario, la crisi energetica in Europa peggiorerà.

Vedi anche:  Pacchetti Carrefour che acquistano per sei paesi

Articolo precedenteIl Monaco si prepara ad essere il migliore degli altri in Ligue 1 dietro al Paris Saint-Germain
Articolo successivoNuovi prodotti Apple | Apple sviluppa la sua seconda generazione di occhiali intelligenti e incorpora un modello “low cost”.