Home Economia Fusione olandese-danese per formare il più grande produttore lattiero-caseario del mondo?

Fusione olandese-danese per formare il più grande produttore lattiero-caseario del mondo?

67
0

I presidenti e la direzione delle cooperative lattiero-casearie FrisiaCampina e Arla Secondo quanto riferito, stanno tenendo colloqui esplorativi su una possibile fusione. Ciò si tradurrebbe nella più grande azienda lattiero-casearia del mondo.

Più grande di Lactalis

Entrambe le società non hanno ancora confermato i colloqui, ma la media commerciale olandese foodbusiness.nl afferma di aver ricevuto la notizia da fonti affidabili. Si dice che il presidente di FrieslandCampina Sybren Attema sia in trattative da settimane con il collega di Arla Jan Toft Nørgaard, e anche la direzione è coinvolta nella discussione.

Entrambe le cooperative lattiero-casearie, attive anche nel Benelux, hanno all’incirca le stesse dimensioni: l’olandese FrieslandCampina vale 11,5 miliardi di fatturato, la danese Arla 11,2 miliardi. Insieme, con un fatturato combinato di 22,7 miliardi, diventerebbero solo leggermente più grandi di Lactalis, attualmente il numero uno mondiale nel settore lattiero-caseario.

Vedi anche:  Netflix affonda dopo il taglio di Goldman Sachs, che teme un altro calo degli abbonamenti

Economie di scala

Il settore lattiero-caseario deve affrontare grandi sfide in termini di fornitura di latte, requisiti climatici e redditività finanziaria. Le economie di scala potrebbero conferire a entrambe le società una posizione più forte sui mercati internazionali.

Una possibile fusione richiederà tempo, però: serve l’approvazione non solo dell’Autorità garante della concorrenza europea, ma anche di tutte le cooperative, i produttori lattiero-caseari che forniscono il latte. Le due società avevano già discusso di fusione nel 2005, che poi non ha portato a nulla.

Articolo precedenteDue casi di virus West Nile rilevati a Tarragona
Articolo successivoIl Chelsea è afflitto da problemi familiari al debutto di Graham Potter quando i Blues perdono più punti in Champions League