Home Sport Frank Lampard all’Everton: l’ex manager del Chelsea subentra al Goodison Park nel...

Frank Lampard all’Everton: l’ex manager del Chelsea subentra al Goodison Park nel ritorno della Premier League

145
0

Come la maggior parte delle cose con l’Everton in questa stagione, la loro ricerca di assumere un nuovo manager per sostituire Rafa Benitez è stata strana e caotica. A un certo punto, sembrava che dovessero nominare il tattico portoghese Vitor Pereira prima del contraccolpo dei fan, dei graffiti e di un bizzarra intervista a Sky Sport durante il quale ha detto in risposta: “Andrò avanti con la mia vita e se mi vogliono devono chiamarmi”.

Bene, sembra che Pereira e i Toffees andranno avanti con le loro vite. Dopo un tentativo fallito di strappare la leggenda del club Wayne Rooney a una squadra del Derby County minacciata di retrocessione per riempire il posto vacante di Benitez, l’Everton ha finalmente puntato su un candidato – un ex compagno di squadra dei Tre Leoni di Rooney – per accettare il lavoro. Lunedì, l’Everton ha accettato di nominare l’ex manager del Chelsea Frank Lampard come capo allenatore, battendo Pereira e Duncan Ferguson.

Nella sua prima intervista con il club Lampard ha detto: “Penso che l’Everton sia un club unico in quanto puoi davvero capire cosa vogliono vedere i fan. La prima cosa che vogliono è combattere e desiderare e quella deve essere sempre la nostra linea di base”.

Sarà supportato da Joe Edwards, Paul Clement e Chris Jones. Mentre Duncan Ferguson e Alan Kelly rimangono al posto dello staff di Rafa Benitez. C’è anche la possibilità di aggiungere Ashley Cole alla squadra dalla formazione giovanile del Chelsea, ma ciò non è confermato in questa fase.

Vedi anche:  Risultati in Champions League: il Chelsea vince mentre Pulisic e Kante abbagliano; Pareggio della Juventus quando McKennie esce infortunato

L’ex allenatore del Chelsea e del Derby County è stato senza lavoro per un anno dopo essere stato licenziato dai Blues e alla fine sostituito da Thomas Tuchel, che la scorsa stagione ha portato la squadra alla vittoria della Champions League.

L’esonero dal Chelsea è sembrato inevitabile poiché Lampard è stato un allenatore per colmare il divario tra la squadra che ha squalificato il trasferimento e la capacità di capire l’arrivo del prossimo allenatore. Tuttavia, era una leggenda del club e durante il suo periodo come allenatore, la sua fede nei giovani pagavano dividendi. È stato in grado di portare il gioco di Mason Mount al livello successivo e ha dato a Callum Hudson-Odoi la sicurezza per avere successo e spingere Reece James. Lampard ha aiutato a mostrare al Chelsea che c’è un percorso per i prodotti giovanili di Cobham se lavorano abbastanza duramente ed è qualcosa che Tuchel ha mantenuto.

La formazione di base 4-3-3 di Lampard è stata ottima per segnare gol ma in fase difensiva traballante che si adatta allo stile dell’Everton. Durante il regno di Lampard, il Chelsea ha segnato ben 107 gol in 57 partite subendone 77. Quindi, come minimo, i fan dell’Everton avranno un calcio divertente, rispetto a quello che ha portato Benitez, ma senza il bagaglio di aver guidato il Liverpool in passato .

Dovrebbe essere facile per Lampard portare un nuovo allenatore a rimbalzo poiché Richarlison, Dominic Calvert-Lewin, Andros Townsend e Demarai Gray sono tornati e in salute. Perdere Abdoulaye Doucoure per le sue prime tre settimane in carica sarà difficile da aggirare. Arrivato al termine della finestra di mercato, Lampard dovrà gestire una gara per evitare la retrocessione con chi è già in squadra. L’Everton ha un buon cast di giovani giocatori con Lewis Dobbin, Anthony Gordon e Jarrad Branthwaite che probabilmente avranno le loro possibilità sotto una nuova gestione.

Vedi anche:  Real Madrid vs Chelsea quote, scelte, come guardare, live streaming: 12 aprile 2022 pronostici Champions League

Lampard probabilmente riceverà un aiuto a centrocampo sotto forma di Donny van de Beek, che è curioso ottenere per i Toffees. Poiché non hanno la capacità di guidare attraverso il centro del campo, van de Beek è un giocatore che opera nei semispazi per cambiare il gioco. Non proprio un centrocampista difensivo ma nemmeno un dieci puro, van de Beek non è stato in grado di fare il suo passo con il Manchester United, ma se Lampard riuscirà a riportare le cose alla sua forma con l’Ajax, l’Everton non avrà problemi a mettere spazio tra se stesso e la retrocessione zona.

Mentre era al Chelsea, Lampard ha lottato per apportare modifiche al gioco, ma è qualcosa che migliorerà man mano che riuscirà a gestire più partite sotto la cintura. Avrà una bella sfida con un consiglio dell’Everton che non è stato in grado di decidere che tipo di squadra vogliono essere, ma ci sono opzioni peggiori che andare all-in nella loro accademia e Lampard se questo è un appuntamento a lungo termine.

Articolo precedenteReporter senza frontiere denuncia la “campagna di repressione senza precedenti” contro la stampa in Cina
Articolo successivoIl debito degli Stati Uniti sembra ben supportato: il crollo tecnologico è finito?