Home Sport Franco Baresi compie un viaggio nella memoria per celebrare la divisa tutta...

Franco Baresi compie un viaggio nella memoria per celebrare la divisa tutta bianca del Milan ispirata a sette titoli UCL

107
0

AC Milan e Puma hanno collaborato venerdì per svelare il nuovo kit da trasferta da indossare nella stagione 2022-23, ispirato ai sette titoli di Champions League rossoneri. Ispirato alla stagione 1984-85, il kit sarà indossato dalle squadre maschili, femminili e giovanili nelle rispettive competizioni.

CBS Sports ha incontrato il vicepresidente onorario dell’AC Milan Franco Baresi, che ha bei ricordi come capitano rossonero in quella stagione 1984-85. Baresi ha fatto un viaggio nella memoria e ha parlato di numerosi argomenti, tra cui l’evoluzione di questo sport e la sua interpretazione dell’attuale rosa del Milan.

“Ricordo molto bene quella stagione”, ha detto Baresi a CBS Sports, “quando Nils Liedholm è tornato dopo cinque anni. È stato un momento di cambiamento nel gioco, nel nostro modo di pensare. Abbiamo iniziato a giocare in difesa a zona, è diventato il nostro fortuna, siamo stati i primi a farlo in Serie A, c’era molta emozione”.

Liedholm è senza dubbio uno dei più grandi allenatori del 20° secolo e un Baresi descritto come un “leader” per aver creduto così tanto nei giovani giocatori. All’epoca, Liedholm diede a un difensore sedicenne di nome Paolo Maldini i minuti d’esordio da senior nel gennaio del 1985, “un’altra intuizione di Liedholm”, secondo Baresi.

“Maldini ha subito dimostrato di avere delle qualità”, ha detto Baresi. “Ha giocato il secondo tempo contro Udinese Su … [and went on to] diventare uno dei più grandi giocatori del nostro club”.

Molto è cambiato dagli anni ’80 e Baresi riconosce che “oggi il ruolo del difensore si è evoluto” per il miglioramento del gioco.

“Oggi i difensori giocano palla da dietro, iniziano l’azione offensiva. Ha migliorato la qualità del gioco in generale”, ha detto Baresi. “Fikayo Tomori? Ha sorpreso tutti. Quando è arrivato, ha subito mostrato chi era. È stato bravissimo ad imporsi con la sua personalità nel nostro club e ha anche dimostrato quanto è bravo nell’uno contro uno con gli attaccanti. È uno dei punti di forza del roster”.

Sandro Tonaliun altro ingranaggio chiave del roster, insieme a Rafael Leao e Zlatan Ibrahimovic sono stati tutti elogiati da Baresi per la loro corsa in campionato la scorsa stagione, ponendo fine a una siccità di 11 anni di Scudetto.

“Penso che Sandro sia un giovane giocatore molto umile”, ha detto Baresi. “Forse ha avuto dei problemi all’inizio, ma poi ha lavorato sodo e ora ha lo spirito giusto e abbraccia i valori del club. Con il suo stile di gioco ma anche per il suo atteggiamento fuori dal campo, ha giocato una stagione incredibile. Penso che possa diventare un punto di riferimento per il futuro, è sempre bello vedere un club come il Milan inserire nel roster giovani italiani, portano un esempio positivo per gli altri, conoscono i valori del club, anche per i fan è bello supportare questi giocatori.

Vedi anche:  Chelsea vs Brentford: continua la straordinaria rimonta di Christian Eriksen, che spinge le api a vincere

“Rafael Leao è cresciuto molto ed è migliorato. Nella passata stagione ha mostrato più continuità in campo. Tutti conoscono le sue qualità e lo ha dimostrato, ma penso anche che possa fare ancora di più, mentre Zlatan Ibrahimovic (che lunedì ha prolungato il suo contratto con il club) è fondamentale non solo quando gioca ma anche quando non gioca perché trasmette sicurezza e coraggio a tutto lo spogliatoio. Anche se non è più così giovane, se gioca può fare qualcosa di buono per tutto il gruppo”.

Parlando dell’allenatore, la leggenda del Milan Franco Baresi riflette che Stefano Pioli, arrivato nel club dalla Fiorentina nel 2019, “è stato molto importante per riunire lo spogliatoio nei momenti più difficili, soprattutto durante la pandemia”. Pioli ha registrato una percentuale di vittorie di 56,62 e un differenziale di +102 gol nelle prime tre stagioni al timone, culminate con un campionato alla fine di questa stagione. Questi sono i suoi migliori numeri in carriera da manager di qualsiasi squadra in Serie A. Ci è voluto del tempo, ma alla fine Pioli è riuscito a portare il Milan in vetta. Ora giocheranno in Champions League per la seconda stagione consecutiva mentre cercano di superare la fase a gironi per la prima volta dal 2014. Puoi trasmettere in streaming ogni partita del Milan su Paramount+.

“Penso che abbia qualcosa di Carlo Ancelotti per la sua calma e anche per i rapporti con i suoi giocatori”, ha detto Baresi. Veniamo da una grande stagione dopo aver vinto lo scudetto, torneremo a giocare in Champions con più fiducia e il nostro obiettivo è migliorare le prestazioni fuori dall’Italia.

“Quest’anno c’è un Mondiale a metà stagione: dobbiamo essere preparati per questo, per i giocatori che giocheranno la competizione ma anche per quelli che rimarranno qui e si alleneranno”.

Uno dei più grandi spazzini/difensori centrali della nostra generazione, Baresi è ben consapevole del crescente interesse per il calcio negli Stati Uniti avendo rappresentato l’Italia quando ha raggiunto la finale della Coppa del Mondo FIFA 1994 al Rose Bowl di Pasadena. Alla fine hanno fallito, perdendo contro il Brasile ai calci di rigore che hanno comportato un tentativo sbagliato di Baresi. Nonostante il risultato difficile, ha ancora bei ricordi di quel torneo.

“Abbiamo giocato la finale, anche se ho sbagliato il rigore, per me è un ricordo positivo”, ha detto Baresi. “L’industria del calcio negli Stati Uniti sta crescendo molto mentre il marchio del Milan è sempre famoso in tutto il mondo, per il marchio e per la storia del club. Inoltre, vedo che ci sono molti giocatori italiani che ora vanno giocare nella MLS. È un buon segno”.

Casper Stylsvig, chief revenue officer dell’AC Milan, e Marco Mueller, senior head of product line management teamsport apparel, ci hanno dato uno sguardo dietro le quinte del processo alla base del nuovo kit, che rende omaggio al successo passato del club e allo stesso tempo puntando in avanti verso ciò che accadrà per il club dopo aver vinto il titolo italiano.

Vedi anche:  Pronostico Milan-Napoli, quote, come guardarlo, live streaming: 6 marzo 2022 Scelte della Serie A italiana

“Il Milan è un club che guarda sempre al futuro, senza mai dimenticare la sua tradizione e il suo patrimonio. Ecco perché siamo particolarmente orgogliosi di presentare oggi la nuova maglia, che mescola il grande passato del Milan con il suo spirito innovativo e lo stile elegante, creando così un prodotto unico che siamo sicuri risuonerà bene con i nostri oltre 500 milioni di fan in tutto il mondo”, ha affermato Stylsvig. “È una maglia ricca di simbolismo, con la maglia bianca che è una parte iconica di ciò che siamo e le sette strisce che rappresentano l’incredibile successo del club in Europa”.

Riportare il look tutto bianco per il Milan sembrava essere un gioco da ragazzi per Mueller, che lo ha definito “un look iconico per le divise da trasferta dell’AC Milan che è stato un punto fermo delle recenti stagioni di vittorie di trofei”.

“L’AC Milan è ricco di storia, quindi abbiamo guardato al kit da trasferta della stagione 1984-85 come ispirazione. Volevamo portare una nuova energia a quel kit e celebrare le iconiche divise completamente bianche del passato”, ha detto Mueller.

Il nuovo kit da trasferta abbraccia la direzione strategica intrapresa da AC Milan e Puma, con le due entità che utilizzano lo stile, la moda e la cultura del Milan per sviluppare prestazioni e prodotti alla moda fuori campo che attingono allo stile unico milanese. Una regia che traspare dal servizio fotografico ufficiale della campagna, che vede protagonisti i talenti milanesi locali e i giocatori delle squadre maschili e femminili dell’AC Milan in un insieme stiloso ed elegante.

La nuova maglia arriva in due iterazioni. L’autentica maglia è caratterizzata dal tessuto ad alte prestazioni ULTRAWEAVE e dalla tecnologia antisudore dryCELL, che la rendono la maglia più leggera e confortevole che PUMA abbia mai realizzato. La versione replica è realizzata al 100% in poliestere riciclato ed è dotata della tecnologia dryCELL traspirante per mantenerti asciutto e comodo per 90 minuti e oltre, indipendentemente dall’ora, dal campo o dal luogo. Sia le maglie autentiche che quelle replica sono realizzate con materiali riciclati al 100%, escluse le rifiniture e le decorazioni come passo verso un futuro migliore.

La maglia da trasferta AC Milan 2022-23 sarà disponibile dal 28 luglio nei negozi Puma, Puma.com, nello store AC Milan allo stadio AC Milan, acmilan.com/shop e presso selezionati rivenditori nel mondo. La nuova maglia tutta bianca farà il suo debutto sabato 23 luglio, quando la squadra maschile affronterà lo Zalaegerszegi TE a Zalaegerszeg, in Ungheria.

Articolo precedenteBitcoin sale del 22% a luglio, la Fed le farà firmare il suo mese migliore da ottobre?
Articolo successivoL’inflazione in Giappone è salita del 2,2% a giugno ed è tre mesi al di sopra dell’obiettivo della BoJ