Home Economia Forti perdite su Wall Street prima di conoscere l’inflazione per il mese...

Forti perdite su Wall Street prima di conoscere l’inflazione per il mese di aprile

123
0

Wall Street ha chiuso la giornata di giovedì con pesanti perdite (Dow Jones: -1,94%; S&P 500: -2,38%; Nasdaq: -2,75%) dietro il Chiusura ribassista di mercoledì e in attesa di conoscere l’inflazione per il mese di aprile, che sarà pubblicata questo venerdì. La direzione del mercato rimane molto complicata nel breve termine e l’incertezza è il sentimento principale che domina le menti degli investitori.

La redditività di Obbligazione statunitense di 10 anni rimane sopra il 3%, mettendo sotto pressione le valutazioni del settore tecnologico. Inoltre, il prezzo del petrolio rimane al di sopra $ 120 al barileun fattore molto negativo per le previsioni di crescita economica mondiale e che sta diventando un vero e proprio incubo per le banche centrali.

Il fatto che Russia e Ucraina stanno combattendo in modo molto aggressivo per la regione strategica del Donbas indica che un qualche tipo di soluzione al conflitto non è prevedibile a breve termine, il che continua a far salire i prezzi dell’energia. Anche se questo giorno il barile Texas occidentale è sceso dello 0,80% ($ 121,14) e il Brent è in calo dello 0,62% ($ 122,78).

APPUNTAMENTO CON LA BANCA CENTRALE EUROPEA

Gli operatori hanno seguito da vicino l’incontro sulla politica monetaria nel Banca centrale europea (BCE)Quello ha confermato la fine del suo programma di acquisto di obbligazioni e ha anticipato i rialzi dei tassi a luglio e settembre.

Il tono di Lagarde è stato un po’ più aggressivo del previsto (non sono da escludere aumenti di mezzo punto a settembre), che ha provocato a chiusura ribassista per i titoli europei.

Vedi anche:  Gli Stati Uniti valutano la possibilità di tagliare le importazioni di petrolio dalla Russia

Inoltre, il Dati CPI negli Stati Uniti per il mese di aprile, che sarà pubblicato questo venerdì, condiziona anche gli indici di New York. Se l’inflazione mostra segni di moderazione, potrebbe essere una pausa per il mercato. D’altra parte, un dato peggiore del previsto metterà nuovamente sotto pressione i mercati azionari.

Questo giovedì il dati settimanali sulla disoccupazione Negli Usa. Le richieste di disoccupazione hanno promossa a 229.000 da 202.000 della settimana precedente (rivisto da 200.000). Questa cifra è stata al di sopra delle previsioni di consenso, che prevedevano 210.000.

Nessuna buona notizia neanche dalla Cina, che ha annunciato nuovi lockdown in alcuni quartieri di Shanghai, proprio quando si pensava che tutte le restrizioni sarebbero state revocate. la politica di ‘tolleranza zero’ contro il Covid continua ad essere un peso per il colosso asiatico e mette a dura prova anche la filiera globale, anche se gli ultimi dati economici hanno superato le previsioni.

ANALISI TECNICA S&P 500

Per analisi tecnica, il S&P 500 a fine maggio ha superato la resistenza di 4.090 punti. “Saremo molto in attesa di una chiusura superiore a 4.177 punti. Questo sarebbe il segnale che confermerebbe l’estensione del rimbalzo che potrebbe estendersi fino al livello di resistenza successivo che presenta a 4.307 punti“, afferma César Nuez, analista di Bolsamanía.

“La media di 200 sessioni è nel 4.400 punti. Finché continua a essere scambiato al di sotto di questa media, dobbiamo esercitare estrema cautela, dal momento che il suo andamento a medio e lungo termine è complicato“, aggiunge questo esperto. Sul lato supporto, se perdesse i suddetti 4.090 punti, la situazione si complicherebbe nel breve termine.

Vedi anche:  Ayco annuncia il fallimento e la CNMV ne sospende la quotazione

AZIENDE E ALTRI MERCATI

Nella scena degli affari, Twitter ha detto questo fornirà a Elon Musk le informazioni richieste per salvare l’offerta di acquisto del miliardario. Le sue azioni sono in calo del 2,27%.

Inoltre, UBS ha sollevato il suo parere su Tesla da ‘comprare’, con un target di prezzo di 1.100 dollari, dopo la forte correzione registrata dalla casa di auto elettriche.

Disney, dal canto suo, è sceso del 3,61% in borsa dopo la riorganizzazione operata dalla società di spettacolo. Peter Rice, responsabile dei contenuti per la divisione televisiva, è stato licenziato inaspettatamente, mentre il consiglio di amministrazione del conglomerato ha espresso sostegno all’amministratore delegato Bob Chapek.

società di servizi personali online, StitchFixè stato anche uno dei valori negativi di Wall Street, in calo del 10,70%, tra tagli alla sua forza lavoro, licenziamenti del 15% e dopo aver ritirato le sue previsioni sugli utili per l’anno.

In altri mercati, il Euro si è deprezzato dello 0,96% ($ 1,0612). Oltre al oncia d’oro è in calo dello 0,35% ($ 1.849); e la redditività di Obbligazione statunitense di 10 anni è leggermente aumentato al 3,046%. Infine, il bitcoin è sceso dello 0,42% ($ 30.099).

Articolo precedenteAldi ha gli zaini che tutti desiderano per le proprie escursioni (e a soli 9,99 euro)
Articolo successivoLa Spagna approva la quarta dose del vaccino contro il covid per le persone di età superiore agli 80 anni e nelle residenze