Home Economia Forti guadagni su Wall Street dopo la settimana più ribassista dal 2020

Forti guadagni su Wall Street dopo la settimana più ribassista dal 2020

68
0

Wall Street ha chiuso la sessione di martedì con forti guadagni (Dow Jones: +2,15%; S&P 500: +2,45%; Nasdaq: +2,51%) dopo aver completato il tuo settimana più bassa dal 2020 e hanno chiuso lunedì per una vacanza negli Stati Uniti. Gli indici hanno recuperato terreno dopo il crollo, essendo il Nasdaq quello che ha guidato i rialzi, in un clima di ipervenduto estremo Y pessimismo generaleche favorisce a violento rimbalzo tecnico nei prossimi giornianche se all’interno della corrente mercato ribassista che è stato installato nelle borse americane.

“L’alto livello di overselling di indici e molti titoli, nonché il generale pessimismo degli investitori, che spesso funge da ‘indicatore opposto’ nei mercati, potrebbe causare un puntuale rimbalzo a Wall Streetanche se lo capiamo non basterebbe per cambiare il trend di fondo del mercato“, sottolineano da Link Securities.

Manish Kabra, analista di SocGen, lo assicura “Non abbiamo ancora visto il reale fondo azionario” e prevede che, sebbene la vendita attiri gli investitori che cercano di trarre vantaggio da azioni più convenienti, una “tipica” recessione farà scendere l’indice S&P 500 a 3.200 puntiquasi il 13% al di sotto della sua chiusura il venerdì prima delle vacanze.

ANALISI TECNICA S&P 500

“La vicinanza dell’S&P 500 al supporto del 3.600 puntisommato agli alti livelli di overselling, apre le porte alla possibilità di un rimbalzo a breve termine, il cui percorso sarà fondamentale per vedere la forza, o meno, dello shopping“, spiega César Nuez, analista di Bolsamanía.

“Finché è vivo gap ribassista il 10 di questo mese a 4.017 punti l’indice seguirà la tempesta. Per vedere un ulteriore miglioramento, dovremmo aspettare una chiusura sopra i 4.200 punti, prezzi superiori del 15% rispetto ai prezzi attuali”, aggiunge questo esperto.

Vedi anche:  Un bitcoin senza indirizzo e altamente correlato con Wall Street guarda ai verbali della Fed

SERRAGGIO MONETARIO FED

Ricordiamo che il crollo del mercato azionario americano è stato dovuto al Inasprimento monetario della Federal Reserve (Fed). contenere l’elevata inflazione negli Stati Uniti. La banca centrale ha alzato i tassi di interesse la scorsa settimana dello 0,75%, il suo più grande aumento dal 1994, con l’IPC che è salito oltre l’8%, a un massimo di 40 anni.

E la previsione della Fed è quella gli interessi continuano a salire al 3,4% a fine anno purché i prezzi non mostrino segni di rallentamento. Un po’ complicato se si tiene conto di questo l’aumento delle materie prime dovuto alla guerra in Ucraina è un fattore inflazionistico al di fuori del controllo delle banche centrali.

In questo scenario, gli investitori stanno già scontando apertamente a periodo di stagflazione e anche molti esperti già anticipano a in recessione all’inizio del 2023. Pertanto, fino a quando non ci sarà una sorta di riduzione dell’escalation nel conflitto armato, lo è molto difficile prevedere un minimo per le azioni o la fine dell’attuale mercato ribassista.

Anche se l’economia statunitense dovrebbe continuare a crescere nei prossimi mesi. Così crede Il presidente della Fed di St. Louis, James Bullardche lunedì ha minimizzato i timori di una grave recessione che alcuni economisti e professionisti del mercato considerano inevitabile.

ASPETTO DI POWELL

Il presidente della Fed, Girolamo Powellfocalizzerà ancora una volta l’attenzione del mercato perché testimonierà davanti alla commissione bancaria del Senato (Mercoledì) e davanti alla Commissione Servizi Finanziari della Camera (Giovedì). Così il suo intervento e le risposte ai parlamentari possono spostare gli indici nei prossimi giorni.

Vedi anche:  Alphabet (Google) assumerà meno personale nel resto del 2022

Secondo gli esperti di Bankinter, Powell “dovrà mantenere un tono duro contro l’inflazione, cercando nel contempo di calmare i dubbi sulla crescita economica. La sua capacità di sorprendere positivamente è molto bassa“.

Attualmente in attività, il gigante del cibo Mondelez ha annunciato l’acquisto di Cliff Bar & Co. per 2,9 miliardi di dollari. Le sue azioni sono aumentate dell’1,82%.

Inoltre, il Elon Musk, CEO di Teslal’ha previsto ridurrà la sua forza lavoro del 3,5% per i prossimi tre mesi. Nonostante questo annuncio, le azioni della società sono aumentate del 9,35%.

D’altra parte, il consiglio di amministrazione di Twitter ha approvato all’unanimità l’offerta di acquisto da 44.000 milioni di dollari che Elon Musk ha lanciato lo scorso aprile e ha raccomandato agli azionisti della società di votare a favore della società alla prossima assemblea generale degli azionisti. Questo fatto ha fatto salire le azioni del 3,02%.

In caso di Obiettivo, le sue azioni sono scese del 4,09% in borsa dopo aver annunciato di aver raggiunto un accordo con il Dipartimento di Giustizia, che ha accusato la società di pubblicità discriminatoria prendendo di mira gli utenti con annunci abitativi basati su algoritmi come razza, nazionalità e sesso, caratteristiche protetto dalla legge federale sull’edilizia abitativa.

In altri mercati, il barile di petrolio Texas occidentale è rimbalzato dello 0,9% ($ 110,58) e il Brent è avanzato dello 0,4% ($ 114,63), mentre il Euro si è apprezzato dello 0,2% ($ 1.052). Oltre al oncia d’oro è sceso dello 0,43% ($ 1.832); e il bitcoin è rimbalzato del 4% ($ 20.846).

Articolo precedenteL’ultimo prodotto che Mercadona ha migliorato
Articolo successivo“Non abbiamo ancora visto il reale fondo azionario”