Home Economia Forte rimbalzo di Wall Street nonostante Microsoft e i timori di rialzi...

Forte rimbalzo di Wall Street nonostante Microsoft e i timori di rialzi della Fed

111
0

Wall Street giovedì chiuso con forti guadagni (Dow Jones: +1,33%; S&P 500: +1,84%; Nasdaq: +2,69%) dopo il sconfitte delle ultime due sessioni, in una giornata difficile con medie di borsa oscillanti tra guadagni e perdite. Il Dow Jones Industrial Average è sceso di oltre 300 punti al minimo della sessione. Gli investitori continuano ad analizzare l’attuale complicato scenario geopolitico, segnato dalla guerra in Ucraina.

Le dichiarazioni del vicepresidente della Federal Reserve (Fed), Lael Brainardalla rete statunitense CNBC, affermando che “è molto difficile sospendere gli aumenti dei tassi di interesse” sembra non aver installato preoccupazione sul floor di New York, nonostante l’annuncio di possibili nuovi aumenti dei tassi volti a ridurre l’inflazione “al Obiettivo del 2%”.

Né un altro dei fattori negativi della giornata ha avuto un impatto, come la caduta microsoft dopo aver tagliato la previsione di utile per il quarto trimestre fiscale per l’effetto negativo del tasso di cambio.

Quelle che continuano a scalciare sono le dichiarazioni pessimistiche di Jamie Dimondamministratore delegato e presidente di JP Morgan, che ieri ha commentato che sta preparando la banca che dirige ad affrontare”ad un uragano economico“, anche se non sa con certezza se sia “di grado minore o Superstorm Sandy”.

È meglio che ti prepari“, ha commentato Dimon in un incontro con analisti e investitori. “JPMorgan si sta preparando e saremo molto prudenti con il nostro bilancio“, ha aggiunto. Tra i principali venti contrari per l’economia, Dimon ha citato il indurimento quantitativo (QT) della Federal Reserve (Fed), che ha già iniziato a ridurre il proprio bilancio.

Vedi anche:  L'euro allunga i minimi di quasi due anni e scende sotto 1,10 dollari

“Il fatto è che, se una delle più grandi banche pensa che i venti contrari economici saranno estremamente forti, a causa del conflitto in corso tra Ucraina e Russia; e quell’inflazione incontrollata sta solo aggiungendo più carburante al fuoco, quindi sicuramente altri partecipanti al mercato hanno preoccupazioni simili e saranno più prudenti. Tutto ciò indica una cosa: le prospettive di un rimbalzo della propensione al rischio non sono forti”, ha affermato Naeem Aslam, analista di AvaTrade.

L’OPEC AUMENTA LEGGERMENTE LA PRODUZIONE

Per quanto riguarda il conflitto di guerra, una delle notizie più importanti è quella L’OPEC ha leggermente aumentato la sua produzione dopo l’embargo europeo sul greggio russo e le previsioni degli Stati Uniti.

Il prezzo del petrolio è comunque positivo, nonostante gli analisti ritengano che l’aumento della produzione sia stato molto contenuto. L’olio Texas occidentale è aumentato dell’1,72% ($ 117,29) e il Brent è aumentato dell’1,46% ($ 117,99).

Per analisi tecnica, il S&P 500 commercia a livelli di 4.100 punti. Ricordiamo che il suo supporto più rilevante si trova nel 3.810 puntiprezzo che coincide con a Ritracciamento di Fibonacci del 38,2% dell’intero rialzo dai minimi della pandemia ai massimi storici di inizio anno.

RALLY RIALZISTA ALL’INTERNO DEL MERCATO ORSO

Per gli esperti di Morgan Stanleysiamo in a rally rialzista all’interno di un mercato ribassista, quindi il suo consiglio è di sfruttare i rally per ridurre l’esposizione al rischio. “Forse possiamo vedere il S&P 500 a 4.200 o 4.300 punti tra un paio di settimane, ma il rally si esaurirà”, ha affermato Mike Wilson, il suo capo stratega statunitense.

Vedi anche:  Bruschi cali nello Ibex e in Europa mentre continuano le vendite di panico nelle "cryptos"

Secondo voi, “il valore dell’S&P 500 è vicino a 3.400 puntie penso che lo vedremo lì, forse nel terzo trimestre, e in quel momento sì, prenderemo in considerazione l’aumento della nostra esposizione al rischio in modo aggressivo. Ma in questo momento, il rapporto rischio/rendimento è scarso”.

ECONOMIA, AZIENDE E ALTRI MERCATI

Negli Stati Uniti, questo giovedì è stato pubblicato il sondaggio sull’occupazione ADP Maggio, anticipo di Rapporto ufficiale sull’occupazione previsto per venerdì e che è stato ben al di sotto delle aspettative, mostrando la creazione di 128.000 posti di lavoro nel settore privatorispetto ai 300.000 previsti.

Il Libro Beige Fed confermato ieri l’economia americana sta rallentando in alcune parti degli Stati Uniti. Sebbene l’economia nella maggior parte delle regioni si sia espansa a un ritmo modesto o moderato da aprile a fine maggio.

A livello aziendale, Marco Zuckerberg ha annunciato che lo spagnolo Javier Olivan sarà il numero due Meta (matrice di Facebook) dopo le dimissioni di Sheryl Sandberg come direttore finanziario.

In altri mercati, il Euro apprezza lo 0,96% ($ 1,0749). Oltre al oncia d’oro in aumento dell’1,31% ($ 1.873); e la redditività di Obbligazione statunitense di 10 anni scende al 2,92%. Infine, il bitcoin in rialzo dello 0,41% ($ 30.294,15).

Articolo precedenteChe cos’è il “grooming” e come può essere evitato?
Articolo successivoLe cinque notizie più importanti della giornata per gli investitori spagnoli