Home Economia Fitch: “Il piano dell’Europa di abbandonare il gas russo è fattibile solo...

Fitch: “Il piano dell’Europa di abbandonare il gas russo è fattibile solo a medio termine”

76
0

La rottura energetica tra Russia ed Europa è inevitabile. Qualche giorno fa, Carlo MichelePresidente del Consiglio europeo, lo ha riconosciuto sanzioni contro petrolio e gas russi “saranno necessari prima o poi”, proponendo un embargo sul carbone. Allo stesso modo, il Commissione Europea da settimane prepara uno scenario in cui gli acquisti dalla Russia non dipendono e, questo venerdì pomeriggio, il cancelliere tedesco Olaf Scholz lo ha assicurato La Germania è in grado di svezzarsi dal greggio russo quest’anno.

Tuttavia, da quando Fitch Giudizi non vedono così chiaramente che l’Europa può ridurre la sua dipendenza energetica dalla Russia il prima possibile e lo credono abbandonare le importazioni di gas russe è “fattibile” solo a medio termine. “Trovare un sostituto del gas russo nel mix energetico europeo è una sfida a breve termine, che farà salire i prezzi… ma è fattibile a medio termine”, sottolineano.

Vedi anche:  Sabadell ribadisce il suo impegno nei confronti di Ferrovial e alza il prezzo obiettivo a 30 euro

Lo sottolinea il valutatore di New York il Vecchio Continente importa circa il 60% del gas che utilizza, con la Russia che fornisce un terzo di tale volume: 152.000 milioni di metri cubi tramite gasdotto e 17.000 milioni di metri cubi di gas naturale liquefatto (GNL). La dipendenza da questo gas varia da paese a paese, con Germania e Italia che sono le più dipendenti dalle materie prime russe.

“L’UE ha una notevole capacità di importazione di GNL di circa 157 miliardi di metri cubi all’anno, di cui solo 80.000 sono stati utilizzati nel 2021”, indicano da Fitch, sottolineando che, nonostante “la maggior parte dei terminali di importazione di GNL siano concentrati in Spagna, Portogallo, Italia e Francia, paesi con un’infrastruttura di gasdotti limitata per trasportare il gas in Germania e in altri paesi dell’Europa centro-orientale”.

Vedi anche:  Cade e rabbia per bitcoin dopo che l'UE vieta le transazioni anonime con "cryptos"

Allo stesso modo, l’agenzia avverte che circa due terzi dei fornitori di GNL “sono sotto contratto”, il che “lascia spazio limitato per aumentare l’offerta in Europa, a meno che non offrano un prezzo più alto”. Per questo motivo, Fitch si aspetta che il mercato del GNL rimanga “rigido” nei prossimi due anni, con l’Europa che si scontra con l’Asia. In questo modo, Stati Uniti d’America e Bruxelles hanno concluso un accordo con il quale fornirà all’UE fino a 15.000 milioni di metri cubi aggiuntivi di gas naturale liquefatto entro la fine del 2022.

“La resilienza del mercato europeo sarà messa alla prova nel caso in cui l’offerta dalla Russia venisse definitivamente interrotta, ma l’impatto dipenderà dalla sua durata”condannano Fitch.

Articolo precedentePronostico Chelsea vs Southampton, quote: l’esperto di calcio rivela le scelte della Premier League inglese 2022 per il 9 aprile
Articolo successivoPronostici d’angolo: pronostici calcio, quote, migliori scommesse per Manchester City-Liverpool, Napoli-Fiorentina, altro