Home Technologia Facebook cambia per assomigliare di più a TikTok

Facebook cambia per assomigliare di più a TikTok

117
0

Da questo giovedì, l’applicazione di Facebook assomiglierà di più Tic toc. Obiettivonome con cui è stata ribattezzata la casa madre che possiede il più grande social network del pianeta, ha annunciato oggi delle modifiche in modo che l’esperienza di navigazione dell’utente includa più video scelti dagli utenti algoritmi di raccomandazione, risultando così più simile al modello del colosso sociale di proprietà cinese.

Sia su TikTok, Youtube, Twitter o Instagram, i contenuti audiovisivi stanno guadagnando peso sulle piattaforme digitali da anni. Consapevole di ciò, l’azienda Marco Zuckerberg ha deciso di scommetterci anche lui. Pertanto, quando accedono a Facebook, gli utenti vedranno molti più video, immagini e aggiornamenti di stato in loop. Ciò farà sì che i contenuti pubblicati da familiari, amici e gruppi, precedentemente al centro, occupino uno spazio separato in un “feed” laterale.

La schermata iniziale mostrerà anche una serie di contenuti selezionati dagli algoritmi di Facebook, che utilizzano i grandi volumi di dati personali che estraggono dai propri utenti per comprenderne meglio i gusti e poter così consigliare contenuti in base agli interessi di ciascuno. loro. Fai della privacy un business. Tale cambiamento inizierà a essere implementato la prossima settimana.

Vedi anche:  Cuffie wireless Sony WH-1000XM5

imitare la concorrenza

In questo modo Facebook segue una delle sue più grandi tradizioni: imitare ciò che fanno i suoi rivali. Il gigante del social networks ha visto negli ultimi anni come le piattaforme emergenti, in particolare TikTok, rilanciano la loro popolarità soprattutto tra i più giovani. La possibilità che seducano e catturino quel pubblico Meta rende l’app una minaccia per la tua attività. Facebook conta oltre 2,9 miliardi di utenti attivi nel mondo, mentre TikTok — nato nel 2016 — supera già 1 miliardo.

Per evitare un ipotetico ‘sorpasso’ in futuro, i servizi dell’azienda sono stati modellati per assomigliare di più alle caratteristiche che hanno definito il successo della sua concorrenza, come gli algoritmi di raccomandazione video di TikTok, che amplificano il contenuto in funzione della sua viralità, non di la rete di amici che l’utente ha. Così, nel 2020 è stato lanciato Instagram, anch’esso di proprietà di Meta bobineuna funzione video praticamente identica a quella del fenomeno asiatico, formula che, secondo Zuckerberg, sta funzionando.

Vedi anche:  Nuove sfide della mobilità urbana sostenibile

Il restyling di Facebook potrebbe avere altre ragioni, come la crescente pressione da parte delle autorità di regolamentazione sull’azienda e su altri social network in relazione ai dubbi sul Protezione dati di utenti e la proliferazione di disinformazionesecondo una fonte ha detto ai media statunitensi Axios.

Articolo precedenteIl gelato Mercadona che puoi mangiare senza sensi di colpa
Articolo successivo6 chiavi per migliorare l’efficienza energetica e risparmiare sulla bolletta della luce