Home Economia Enagás non convince RBC: ratifica il consiglio di ‘sottopeso’

Enagás non convince RBC: ratifica il consiglio di ‘sottopeso’

127
0

Enagas ancora poco convinto RBC. La più grande banca canadese mantiene il consiglio di amministrazione di ‘sottopeso’ sulla compagnia spagnola del gas e ratifica il prezzo obiettivo dei diritti della società a 16,5 euro3 euro in meno di quanto valgono attualmente.

L’azienda americana si aspetta che Enagás riaffermi la sua politica dei dividendi fino al 2026 per il “basso livello di investimento” della compagnia spagnola, pur sottolineando che “non sanno” se la compagnia del gas “fornirà linee guida oltre tale data”. “Anche se non forniscono alcuna guida sul dividendo per azione (DPS) dopo il 2026, ci aspettiamo che Enagás fornisca una stima guida sulle spese in conto capitale (“capex”) per il periodo”, aggiungono, “Stimiamo a riduzione di circa il 40% del dividendo per azione nel 2027 rispetto al 2026 in modo che l’azienda possa far fronte ad un aumento degli ‘capex’ legati alla transizione energetica”.

Vedi anche:  Movimenti moderati e segno misto in Asia, con focus su Alibaba e RBA

A questo proposito, RBC lo sottolinea è “improbabile” che la transizione energetica nazionale richieda investimenti “significativi” da parte di Enagás fino al 2026 e sottolinea inoltre che si aspettano un aumento delle interconnessioni con l’Europa, ma indica anche che ci sono poche opzioni che “avrà un impatto materiale sugli investimenti di Enagás” fino al 2026.

D’altra parte, l’azienda canadese calcola una riduzione annuale della base di attività regolamentari spagnola (RAB) fino al 2030 e indica che è “improbabile” che cambi. Allo stesso modo, sottolineano i loro dubbi sull’aumento dell’interconnessione con la Francia, ma sono “più positivi” sulla collaborazione di Enagás in altri investimenti nelle reti europee.

Anche, RBC ritiene che il Perù rimanga una “fonte di preoccupazione” per Enagás, dove la società detiene una partecipazione del 28,94% in Transportadora de Gas del Perú (TgP). La banca nordamericana sottolinea che “sarebbe utile un aggiornamento sul rimpatrio dei dividendi”.

Vedi anche:  Le borse asiatiche chiudono per lo più al rialzo, ignorando Wall Street

“Osserviamo che, se il problema non viene risolto entro il 2024, Enagás ha più di 800 milioni di euro pendenti nel Paese, che equivalgono a 3 euro per azione”, affermano, “Siamo quasi il 40% al di sotto della linea guida del società sui dividendi di TGE e presteremo attenzione alle nuove linee guida fornite dalla società”.

Articolo precedenteIl centro nascita dell’Ospedale Can Ruti di Badalona ha assistito a 233 parti nel suo primo anno
Articolo successivoWoman festeggia il suo 30° anniversario a Ibiza con una sfilata che vede protagonisti 14 creatori di moda Adlib