Home Salute Ecco come vengono addestrati i “super topi” che salvano vite

Ecco come vengono addestrati i “super topi” che salvano vite

155
0

Intervengono nelle attività di soccorso, rilevano la presenza di malattie o agenti infettivi. Non sono Supereroi. Non sono nemmeno umani. Sono topi che salvano vite, e la loro formazione dipende dalla ONG APOPO.

L’ultimo progetto dell’organizzazione non governativa è che i roditori collaborino operazioni di soccorso e, ad esempio, possono trovare persone intrappolate dalle macerie dopo un terremoto. I vantaggi dell’utilizzo di questi piccoli animali sono evidenti: “I topi possono entrare Piccoli spazi per raggiungere le vittime”, spiega la dottoressa Donna Kean. Il suo accresciuto senso di odoresuo intelligenza e il suo addestramento facili sono altri punti a favore dei topi, ‘Eroi Ratti’, come li chiama la ONG.

Al momento non sono andati oltre la formazione, per la quale utilizzano i tecnici simulatori. Il progetto prevede che i topi si dotino zaini dotati di fotocamere, microfoni e cercapersone per contattare le vittime dell’incidente.

Vedi anche:  Lavare o non lavare il pollo crudo?: riaffiora la polemica su cosa fare prima di cuocerlo

adotta un topo

La formazione dura per dieci settimanecome spiegato da APOPO, che dispone di strutture in Tanzania per svilupparlo. La tecnica per i topi per imparare a svolgere il loro compito è di sottoporli al metodo di stimolo-ricompensa.

L’ONG offre attraverso il suo sito web adottare topi o donare fondi per continuare la ricerca.

Articolo precedenteSvedesi e cibo: perché in Svezia non ti invitano mai a mangiare?
Articolo successivoLa Banca Mondiale avverte: “Per molti Paesi la recessione sarà difficile da evitare”