Home Economia Ebro Foods riduce il suo profitto del 47% nel semestre, a 56...

Ebro Foods riduce il suo profitto del 47% nel semestre, a 56 milioni di euro

109
0

Alimenti dell’Ebro ha chiuso il primo semestre dell’anno con un profitto 47% in meno allo stesso periodo dell’anno scorso. Pertanto, i profitti di Ebro sono diminuiti 56,743 milioni di euro dai 107.159 milioni di euro di utile dei primi sei mesi del 2021.

Parimenti, la societ√† evidenzia che l’utile netto a perimetro omogeneo, (escludendo cio√® il contributo delle attivit√† dismesse pasta secca*), √® diminuito del 12,4%, a 63,5 milioni di euro, ‚Äúinfluenzato da differenze cambio valuta, stimate in 12 milioni, e la perdita generata dalla dismissione di Roland Monterrat, pari a 20 milioni‚ÄĚ.

Le vendite, invece, sono cresciute del 25,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Pertanto, Ebro registra ricavi per 1.458 milioni di euro rispetto alle vendite di 1.158 milioni di euro realizzate nei sei mesi precedenti. Il L’EBITDA rettificato, dal canto suo, √® aumentato del 14,3% fino a 169.017 milioni di euro.

Vedi anche:  American Express guadagna il 14% in meno nel secondo trimestre... ma migliora le previsioni

Per segmenti di attività, le vendite di riso sono aumentate del 27,5% a 1.136 milioni di euro, mentre le vendite di pasta sono aumentate del 22,7% a 329,623 milioni di euro.

Allo stesso modo, Ebro chiude il primo semestre con a posizione debitoria netta a 718,8 milioni di euro, 214,1 milioni in pi√Ļ rispetto alla fine dell’esercizio 2021. ‚ÄúQuesto dato include il pagamento del dividendo effettuato nei mesi di aprile e giugno, ea sua volta la maturazione del dividendo in ottobre, che ammonta a 29,2 milioni di euro‚ÄĚ, sottolineano dal azienda.

Anche, Gli investimenti nel semestre raggiungono i 44,3 milioni i lavori pi√Ļ rilevanti sono l’ampliamento dello stabilimento di Memphis cup, la nuova linea gocchi in Canada, i lavori di ampliamento dello stabilimento di Avio (Bertagni) e l’installazione di macchinari e la progressiva messa in servizio de La Rinconada.

Vedi anche:  Bruschi cali del petrolio: l'espansione del Covid in Cina minaccia la crescita

L’azienda sottolinea che √® stato un semestre “difficile” a causa di la ‚Äúnecessit√† di trasferire gli aumenti di prezzo per compensare gli aumenti di costo delle nostre forniture e i successivi incrementi di altri costi quali: energia, manodopera e logistica‚ÄĚ. ‚ÄúSiamo lieti di vedere che continuiamo a crescere nelle nostre linee di valore‚ÄĚaggiungono.

“Aspettiamo un secondo semestre con minore domanda a causa della fine dell’accaparramento dopo l’apparizione della guerra in Ucraina e le successive ondate di caldo, che hanno un effetto molto negativo sul consumo di carboidrati‚ÄĚ, concludono dall’azienda.

Articolo precedenteGianluca Scamacca al West Ham: l’obiettivo di Hammers potrebbe essere il perfetto erede di Michail Antonio
Articolo successivoIl piano di risparmio gas di Bruxelles andrà avanti: la Spagna deve ridurre solo il 7%