Home Moda e bellezza Dieci consigli per sopravvivere alla primavera in caso di allergie

Dieci consigli per sopravvivere alla primavera in caso di allergie

139
0

Con l’arrivo della primavera e il bel tempo, arrivano le passeggiate serali, i primi gelati e i parchi ei campi pieni di fiori. Ma anche il allergia.

Si stima che quasi 14 milioni di spagnoli soffrono di qualche tipo di allergia, che rappresenta circa il 30% della popolazione del nostro Paese. Secondo la Società Spagnola di Allergologia e Immunologia Clinica, intorno otto milioni di spagnoli soffrono di allergie ai pollini e manifestano sintomi in primavera. Inoltre, la rinite allergica è la più comune e colpisce tra il 10 e il 30% dei cittadini.

Il sintomo: decine di moccio, starnuti incessanti, prurito agli occhi, anche alla gola, respiro sibilante al petto e persino difficoltà respiratorie.

Le esplosioni di polline in questo periodo dell’anno attivano questa gamma di sintomi, qualcosa che, oltre a essere fastidioso, può influenzare la tua vita quotidiana e persino il tuo lavoro. Di fatto, la rinite influisce sulla qualità della vita ed è causa di depressione e scarso lavorol.

Vedi anche:  "Goditi la luce notturna"

Quindi prendine un po’ trucchi per cercare di alleviare questi sintomi spiacevoli Non fa male quando si tratta di affrontare le allergie. Qui ne presentiamo alcuni:

  • Identifica il tipo di polline che ti sta causando disagio per evitarlo il più possibile. Esistono tanti tipi di polline quante sono le piante.

  • Fai attenzione a cosa mangi. Alcuni alimenti provocano effetti in chi è allergico al polline. Ad esempio, l’allergia al polline di betulla è associata a mele crude, pesche, pere e ciliegie. L’allergia al polline di artemisia può causare una reazione al sedano crudo.

  • Bevi molta acqua. Generando così tanto muco e lacrimazione a causa delle allergie lo è essenziale per rimanere molto idratati poiché perdono costantemente liquidi.

  • Tieni a mente ore di massima concentrazione di polline nell’ambiente e ventilare la casa. Il primo pomeriggio ha livelli di polline più bassi nell’aria, quindi questo è il momento migliore per aprire le finestre e arieggiare.

  • Ci sono alcuni piante che contrastano i livelli di particelle nell’aria e che anche lo purifichino ed eliminino le sostanze inquinanti. Se non sei allergico a muffa e per l’umidità si possono acquistare arecas, singoni, felci, datteri, edera, poto, giglio della pace, nastri e dracene.

  • Bevi di più cibi con vitamina C e meno con le proteine. Gli alimenti con vitamina C hanno un’azione antistaminica, perfetta per alleviare gli effetti delle allergie, mentre le proteine ​​forniscono l’immunoglobulina E, qualcosa che si innesca quando si soffre di allergie.

  • Un modo naturale per sbarazzarsi della congestione nasale è mangiare cose piccanti.

  • Il infuso di ortica È perfetto per porre fine ai sintomi delle allergie.

Oltre a questi semplici trucchi, puoi anche scegliere di farlo approfittare di mascherine e non toglierle per strada, o aggiungere filtri contro i pollini. Tornare a casa è bello fare una doccia per rimuovere i resti di erbe ed è fondamentale non stropicciarsi gli occhi con le mani, poiché il polline rimane sulle ciglia e sulle sopracciglia.

Vedi anche:  Lidl ha un liquido magico per cuscini e lenzuola che ingialliscono

Articolo precedentePronostici, quote, linea Manchester City vs. Wolves: l’esperto rivela le scelte della Premier League inglese 2022 per l’11 maggio
Articolo successivoRealme lancia la serie 9 di ‘smartphone’