Home Economia Credit Suisse ribadisce la sua preferenza e ottimismo per le banche spagnole

Credit Suisse ribadisce la sua preferenza e ottimismo per le banche spagnole

102
0

Credit Suisse continua a mostrare il tuo preferenza per le banche spagnole. Nell’ultimo report prima della presentazione dei risultati del secondo trimestre, gli analisti della società svizzera evidenziano la buona performance delle banche irlandesi e del Benelux, sebbene ribadiscano la loro preferenza per le banche ispaniche, in un contesto di debole crescita globale.

In questo senso, CS sottolinea Banca Caixa come la “Opzione migliore” a causa dell’aumento dell’Euribor, della crescita positiva dei prestiti e di maggiori investimenti in titoli sovrani ad alto rendimento “probabilmente guideranno la crescita del margine di interesse”. “Ribadiamo la nostra posizione positiva su assicurazioni e commissioni, qualità degli attivi e accantonamenti in eccesso della banca. e un comodo eccesso di accantonamenti”, sottolineano questi esperti.

Lo sottolinea anche l’azienda svizzera Banca Santander trarrà vantaggio da alcuni forte margine di interesse nella maggior parte dei mercati sviluppati e la qualità generale del patrimonio; tuttavia, Credit Suisse osserva che ci si potrebbe aspettare “alcune pressioni persistenti, anche se temporanee” in Brasile.

Quanto a BBVAl’entità alpina indica che la banca Biscayan introdurrà il contabilità iperinflazionistica per le sue operazioni in Turchia dal primo trimestre del 2022, che “aumenterà i livelli di capitale, ma ridurrà il contributo del Paese agli utili consolidati” della banca presieduta da Carlos Torres.

Vedi anche:  Quali banche europee sono meglio preparate ad affrontare una crisi del debito?

Pertanto, Credit Suisse ribadisce la sua consulenza a ‘Sovrappeso’ per CaixaBank e Santander, fissando per i suoi titoli un prezzo obiettivo rispettivamente di 3,9 euro e 4 euro per azione. Da parte sua, mantiene il consiglio di “Neutrale” per BBVA e un prezzo obiettivo di 5,6 euro per azione della banca basca.

ALTRI MERCATI

In Francia, Credit Suisse vede la solidità dei ricavi delle società e delle banche d’investimento e un livello di accantonamento più normalizzato nel trimestre. In questo senso, lo sottolineano Soc Gen annuncerà nuovi obiettivi per il 2025, mentre non vedono molti cambiamenti nella tabella di marcia del Bnp Paribasa cui non vedono “interessati a grandi fusioni e acquisizioni di banche al dettaglio transfrontaliere”.

tra le sponde di BeneluxCS lo evidenzia ING ne ha offerti alcuni previsioni “solide ma ancora prudenti” e si aspettano “una dotazione aggiuntiva limitata nel secondo trimestre per la Russia”. Quanto a ABN Amrosottolinea il “prospettiva più ottimista” del margine di interesse e da KBClo pensano l’andamento del secondo trimestre sarà paragonabile a quello del primo trimestre“con le annunciate operazioni di fusioni e acquisizioni che incidono sui risultati del secondo trimestre”.

Vedi anche:  La Procura chiede una multa di 84 milioni e il carcere per quattro dirigenti di Iberdrola

In Italialo sottolinea l’azienda svizzera UCG è “mantenere a strategia disciplinata per migliorare l’efficienza e la redditività“: “Avendo accantonato la maggior parte della perdita massima attesa sulle esposizioni verso la Russia, riteniamo che UCG continui ad avere una forte adeguatezza patrimoniale”. Intanto lui Portogalloevidenziare il loro parere positivo sulla sensibilità di BCP a un possibile rialzo dei tassi.

Infine, per quanto riguarda il banche britannicheCredit Suisse lo stima manterranno invariate le loro prospettive di costo per il 2022 in questo momento, ma sottolinea anche che l’inflazione “vischiosa” potrebbe essere un vento contrario per il 2023 entro la fine dell’anno. “Vediamo Lloyds e Barclays come i più resilienti, data la presenza di sovrapposizioni, seguiti da NatWest”, aggiungono.

Articolo precedentecontrollare le menzioni e abbandonare le conversazioni
Articolo successivoAttenzione al prezzo del bitcoin a 20.000, “ma 18.500 e 17.500 sono più importanti”