Home Sport Come il Liverpool e il Manchester City hanno tirato fuori il meglio...

Come il Liverpool e il Manchester City hanno tirato fuori il meglio l’uno dall’altro per elevare la Premier League a nuovi livelli

42
0

MANCHESTER — Forse l’elogio più brillante che puoi offrire a questo gioco è che ha superato l’hype. Questa è stata, hanno detto, la partita più importante che la Premier League avesse visto negli ultimi anni. Il coronamento della più grande rivalità che il gioco inglese abbia mai visto.

Questa avrebbe dovuto essere un’iperbole di rango. Eppure, dopo 90 minuti di calcio avvincenti, eleganti ed esplosivi giocati secondo uno standard tecnico che era, in gran parte, lo sport al suo apice, sembrava quasi che questa partita fosse stata svenduta.

Non è stata la migliore prestazione che il Liverpool ha ottenuto in questa stagione. Eppure, mentre mancava l’autorità nel possesso palla per imporsi in questa partita, la squadra di Jurgen Klopp ha mostrato il carattere e lo spirito combattivo per rimanere in gara e almeno disturbare leggermente il ritmo degli avversari, pareggiando due volte nel pareggio per 2-2. Quando sono arrivate le migliori occasioni, Diogo Jota e Sadio Mane erano affilatissimi. Era abbastanza.

Potrebbe essere stata la migliore prestazione che il City ha ottenuto in questa stagione. Era certamente uno di quei giochi che avresti usato per sostenere una causa per la genialità di Pep Guardiola. Sebbene la sua squadra non si sia discostata dal suo sistema classico, ci sono state abbastanza modifiche per scombussolare il Liverpool in un primo tempo in cui i detentori del titolo potrebbero essere scappati con il gioco. C’era una ferocia nella loro stampa iniziale che ricordava l’aggressione che le parti di Klopp avrebbero portato ai loro incontri in Germania e alle prime battaglie su queste coste.

Anche Virgil van Dijk ha scoperto riserve di ombrosità quando Gabriel Jesus gli è scagliato dietro nel primo tempo, il brasiliano dopo tre mesi ai margini con un punto da dimostrare. Dall’altra parte dell’altro fianco Phil Foden era un cocktail di colpi di scena, finte e impavidità, il suo unico desiderio era quello di esporre ogni carenza nella difesa di Trent Alexander-Arnold. In giorni come oggi può essere difficile sapere se un giocatore in campo sia un ostacolo fuori palla o se sia semplicemente oltre ogni ragionevole aspettativa che trattiene la marea che si sta avvicinando.

Ci sono pochi centrocampisti migliori di Fabinho, ma è stato travolto dal mare dalla corsa diretta di Kevin De Bruyne, che ha colto l’occasione con una prestazione di estrema spinta e delicatezza. Dal primo minuto alla sua ultima palla filtrante perfettamente piazzata per Riyad Mahrez che ha superato Alisson e la traversa, è stato la forza centrifuga di questo gioco. “Kevin De Bruyne he (suono di un razzo nel cielo)” è stato come lo ha descritto Klopp.

Vedi anche:  Coppa Italia in diretta streaming, girone, calendario: come vedere Roma-Inter su Paramount+, date, punteggi

Gran parte dell’eccellenza del City è passata attraverso il loro belga, mentre il Liverpool ha rapidamente concluso che avevano poche opzioni preziose se non di fallo una volta che era entrato in pieno volo.

Avrebbero potuto desiderare di averlo saputo prima del quinto minuto. Pochi istanti dopo aver superato Fabinho e aver superato Jesus solo per vedere Raheem Sterling avvicinare troppo il tiro ad Alisson, De Bruyne ha preso in mano la situazione. Un insignificante sinistro al termine di una corsa movimentata deviato maliziosamente da Joel Matip e il City era in vantaggio. Fai la tua fortuna in questo gioco e De Bruyne ha visto abbastanza del suo ottimo lavoro sprecato dai compagni di squadra che aveva il diritto di ottenere una mano dal Liverpool.

“Per essere onesti, penso che abbiamo giocato in modo eccellente”, ha detto. “Il modo in cui abbiamo giocato è stato molto buono e dovremmo segnare di più. È quello che è. È stata una grande partita.

“Penso che dovrebbe (essere di più prima dell’intervallo) ma stavamo comunque vincendo. Il modo in cui è iniziato il secondo tempo è la delusione. Penso che abbiamo giocato alla grande e creato abbastanza occasioni per vincere la partita”.

Il City era stato avvertito di cosa sarebbe potuto accadere se avesse offerto un centimetro al Liverpool. Una mossa magnificamente costruita da Andrew Robertson e Alexander-Arnold ha aiutato Jota a portare il livello del gioco. Avrebbero potuto esserci ulteriori pareggi se non fosse stato per l’eccezionale difesa di Aymeric Laporte in difesa.

Questo non vuol dire che il City fosse del tutto blasé riguardo al loro compito. L’unica persona che poteva essere accusata di un approccio così rilassato era Ederson. Mentre quelli intorno a lui si sono lanciati in questo scontro al vertice della classifica con poca energia e nervi, il portiere del City ha cercato in tutto il mondo di essere con l’illusione che stesse calciando la palla nel parco con i suoi compagni. È stato glorioso. Quando la palla è rotolata sulla propria linea di porta, non ha tradito i nervi per aver calciato male con Jota che incombeva grande. Pochi secondi dopo l’ambizioso tiro da metà campo di Alexander-Arnold è stato parato dal petto del brasiliano quando due mani sarebbero sicuramente bastate.

Avrebbe avuto bisogno di molto di più per avvicinarsi al pareggio di Mane subito dopo l’intervallo. Era il Liverpool al suo meglio, uno spettacolo visto piuttosto di rado in questa partita ma devastante quando è scattato. Mohamed Salah, più tranquillo di quanto ci si potesse aspettare, ha sfrecciato un passaggio sul percorso di Mane, del tipo che è così allettante alla portata di Kyle Walker che il tuo primo istinto è di etichettarlo come un errore che non l’ha raggiunto. Ma se un giocatore che eccelleva nelle corse di recupero nel primo tempo è stato superato all’inizio del secondo, forse potrebbe essere solo un altro di quei momenti in cui un buon attacco ha semplicemente vinto una buona difesa?

Vedi anche:  Finale di Champions League: elenco completo di tutti i vincitori di UCL e Coppa dei Campioni mentre il Chelsea cerca di difendere il titolo

Il Liverpool è stata la squadra dei momenti, sbalorditivi passaggi sferzati di Thiago dal limite dell’area a Salah 45 yard avanti o le frizzanti freccette in campo del sostituto Luis Diaz. È stato il City a essere la forza dominante del gioco, anche se va notato che le barricate che Van Dijk e la compagnia hanno allestito sulla loro linea delle 18 yard significavano che tutti quei terzi tocchi finali e le entrate in area di rigore si sono tradotte in poche preziose opportunità nette.

Quando l’hanno fatto, il City non era proprio lì. Guardiola aveva ragione quando diceva che la sua squadra era “sinistra [Liverpool] vivo.” Dopo aver respinto un’occasione all’inizio, Sterling ha trovato i suoi stivali da tiro solo in posizione di fuorigioco, muovendosi un momento troppo presto per ottenere il passaggio filtrante di De Bruyne e scavalcare Alisson da una posizione di fuorigioco. Con uno degli ultimi calci della partita Mahrez ha ritenuto un tentare di superare Alisson per essere la migliore linea d’azione piuttosto che quadrare a Phil Foden. Ancora una volta è stata un’occasione che è arrivata solo grazie alla genialità di De Bruyne. Su un campo costellato di stelle, ha brillato di gran lunga il più brillante.

Dovrà farlo di nuovo. Nient’altro che il meglio separerà questi due, sia nelle restanti partite della corsa al titolo mentre si combattono da lontano, nella semifinale di FA Cup della prossima settimana o nella finale di Champions League che incombe su entrambi i loro orizzonti. “Dobbiamo essere quasi perfetti per battere questa squadra in una partita e in una stagione”, ha detto Klopp dopo il fischio finale. Ha riconosciuto che vincere sette su sette potrebbe essere ciò che è necessario per vincere il titolo.

City e Liverpool tirano fuori il meglio l’una dall’altra; è una piccola sorpresa preziosa che Klopp e Guardiola si siano abbracciati al fischio finale, che Jesus e Roberto Firmino siano stati a braccetto mentre lasciavano il campo di Etihad.

Dopotutto, se fossi da vicino e personale contro una di queste due squadre, come potresti essere pieno di qualcosa di diverso da un travolgente senso di ammirazione per l’eccellenza che hanno mostrato oggi?

Articolo precedenteGoldman Sachs diventa il primo azionista significativo di BBVA
Articolo successivoChampions League: tre cose di cui il Chelsea ha bisogno per una rimonta storica per sconfiggere il Real Madrid in Spagna