Home Sport Classifiche Serie A Power: Milan e Napoli salgono nella corsa al titolo,...

Classifiche Serie A Power: Milan e Napoli salgono nella corsa al titolo, Dusan Vlahovic brilla all’esordio con la Juventus

87
0

Lo scorso fine settimana in Serie A ha detto che il Milan ha annunciato al mondo di essere ancora molto in corsa per il titolo. L’Inter, capolista di Serie A, ha perso l’occasione per porre fine al sogno scudetto dei rossoneri quando, in un emozionante Derby della Madonnina, la squadra di Stefano Pioli ha ottenuto una vittoria clamorosa. Altrove la Juventus ha vinto grazie alla nuova coppia formata da Dusan Vlahovic e Denis Zakaria. È stato un risultato che ha notevolmente aumentato le loro possibilità di tornare in Champions League per la prossima stagione. Intanto l’Atalanta ha perso in casa contro il Cagliari. E ora, in classifica.

1 – Inter (-)

La sconfitta dell’Inter cambia totalmente i contorni della seconda stagione di Serie A. Simone Inzaghi sperava di mettere fine alla corsa al titolo per rendere l’Inter la favorita proibitiva per la vittoria del secondo scudetto consecutivo. Ora la situazione è totalmente diversa, e anche se l’Inter rimane la favorita, il loro vantaggio di un punto è ingannevole poiché hanno anche una partita in mano rispetto a Napoli e Milan che sono indietro di un punto. La partita di sabato contro il Napoli incombe ora in quanto ci dirà se l’ultima partita è stata solo un piccolo intoppo sulla strada per il titolo o se è stato l’inizio di una crisi più profonda per questa squadra.

2 – Milan (-)

Il Milan è ora la squadra più in forma dal punto di vista psicologico dopo l’incredibile vittoria in rimonta contro l’Inter. La rapida doppietta di Olivier Giroud ha cambiato il quadro generale del campionato in meno di tre minuti. È stata una partita emozionante in cui l’Inter è stata effettivamente la squadra migliore per più di settanta minuti, ma poi la rimonta del Milan ha ribaltato non solo il tabellone ma anche le statistiche di base. Al fischio finale è stato, grazie a Giroud, il Milan ad avere il conteggio dei gol (xG) più alto previsto, 1,05 a 1,02 dimostrando che anche se è stato leggermente fortunato a prendere tutti e tre i punti, il Milan non meritava certo di perdere . Ora sarà importante tenere il passo nelle prossime partite, una corsa relativamente facile contro Lazio, Samp e Salernitana e mantenere alta la pressione.

3 – Napoli (-)

La grande novità per Luciano Spalletti è che Victor Osimhen è tornato in rete, segnando per la prima volta dopo un infortunio che lo ha tenuto fermo per tre mesi. In silenzio, il Napoli è ora secondo in campionato, a pari merito con il Milan e sabato avrà la possibilità di salire in testa alla sfida contro l’Inter allo Stadio Maradona. È un gioco enorme.

4 – Juventus (+1)

La Juventus è per la prima volta in questa stagione la quarta in campionato, il che significa che al momento si qualificherebbe per la Champions League della prossima stagione. I nuovi acquisti Dusan Vlahovic e Denis Zakaria hanno segnato entrambi all’esordio contro l’Hellas Verona e hanno portato alla rosa quel tipo di energia che è mancata nella prima metà della stagione. I bianconeri hanno mostrato un miglioramento in attacco con Alvaro Morata e Paulo Dybala al fianco di Vlahovic. Ora sarà fondamentale mantenere lo stesso impatto nelle prossime settimane.

5 – Atalanta BC (-1)

L’Atalanta ha perso contro il Cagliari in casa, ma anche peggio di un brutto risultato, la prestazione di fondo dell’Atalanta è stata molto scarsa. Nonostante avesse oltre il 60% di possesso, i suoi dieci tiri valevano solo 0,63 xG mentre il Cagliari ha guadagnato 1,51 xG da soli 7 tiri. Anche l’infortunio di Duvan Zapata è una cattiva notizia e probabilmente salterà il resto della stagione. L’Atalanta ora ha bisogno di venire da dietro per strappare un posto in Champions League, un lavoro reso ancora più difficile dal nuovo look della Juventus, la squadra che li ha scavalcati in classifica.

Vedi anche:  Cessione del Milan: Investcorp del Bahrain in trattative esclusive per l'acquisto di un club storico di Serie A, secondo il rapporto

6 – Lazio (+1)

La squadra di Maurizio Sarri ha vinto una partita chiave in casa della Fiorentina, facendo una dichiarazione contro un rivale per un posto in Europa League. La Lazio finalmente sembrava giocare un po’ di Sarri-ball tradizionale, in un modo che non era evidente nella prima parte di stagione. Sergej Milinkovic-Savic ha segnato ancora, continuare una stagione è stata dominante nonostante gli alti e bassi dei suoi compagni di squadra. Ora ha otto gol e otto assist, buoni rispettivamente per il secondo e il primo in squadra.

7 – Roma (+1)

Il pareggio dell’AS Roma contro il Genoa non dovrebbe preoccupare troppo i tifosi visto come è successo. La squadra di Jose Mourinho sembrava aver vinto grazie a uno strepitoso gol dell’ultimo minuto di Nicolò Zaniolo annullato (con qualche dubbio) dal VAR. Il tecnico portoghese era furioso al fischio finale così come Zaniolo, espulso e salterà la prossima partita di Serie A contro il Sassuolo. La sospensione significa che la Roma si trova nuovamente ad affrontare lo stesso problema, una mancanza di continuità sia nel personale che nei risultati ed è su questo che deve lavorare Mourinho.

8 – Fiorentina (-2)

La brutta sconfitta in casa della Fiorentina contro la Lazio è un brutto segno. L’addio dell’attaccante serbo Dusan Vlahović ha probabilmente lasciato un segno in questo club e ha abbassato le ambizioni per la squadra in questa stagione, ma Vincenzo Italiano ha tutte le carte in regola per rilanciare la sua squadra il prima possibile per tornare in pista.

9 – Torino (-)

Il cartellino rosso ai supplementari di Rolando Mandragora è stato uno degli eventi più costosi della stagione. Qualcosa è scattato nella squadra di Ivan Juric che ha subito due gol due Udinese subito dopo l’espulsione. Questa sconfitta non dovrebbe preoccupare troppo la squadra, la squadra è ancora comodamente seduta a metà classifica, ma questi sono i tipi di momenti che questa squadra mentalmente difficile ha evitato quest’anno.

10 – Hellas Verona (-)

Sarebbe servito un miracolo per la squadra di Igor Tudor per sconfiggere la Juventus. Il clima intorno ai bianconeri era semplicemente troppo positivo e come se non bastasse, l’Hellas Verona ha dovuto fare i conti con l’assenza dell’attaccante argentino Giovanni Simeone, capocannoniere del club in questa stagione. Questa sconfitta, tuttavia, non cambia assolutamente quella che è stata finora una stagione incredibile.

11 – Bologna (+1)

Il Bologna è ora fluttuante nell’area di centrocampo e anche un pareggio poco entusiasmante contro l’Empoli suggerisce che sembra che si sia ripreso dopo aver lottato per sei sconfitte in sette partite. Sinisa Mihajlovic ora deve basarsi sul risultato e portare questa squadra a muoversi di nuovo nella giusta direzione per il resto della stagione.

12 – Sassuolo (-1)

Il Sassuolo ha perso male in trasferta contro la Samp, nel primo match vinto da Marco Giampaolo nel suo ritorno a bordo campo. Rispetto alle ultime stagioni, la squadra di Dionisi quest’anno è un po’ più incoerente in termini di risultati, ma continua la tradizione del bel calcio come faceva prima con Roberto De Zerbi, anche se l’approccio piacevole non sempre porta a punti.

Vedi anche:  Guarda Tottenham Hotspur vs Wolverhampton: come trasmettere in live streaming, canale TV, ora di inizio per la partita di Premier League di domenica

13 – Udinese (+1)

Grande vittoria per la squadra di Gabrielle Cioffi contro il Torino. Due gol nei tempi supplementari hanno portato la squadra a un risultato importante che la porta sopra la zona di pericolo della classifica dove le squadre stanno lottando per evitare la retrocessione. L’Udinese può ora respirare un po’ per le prossime settimane dopo aver rafforzato la propria difesa nella finestra di mercato di gennaio.

14 – Empoli (-1)

Il pareggio a reti inviolate rappresenta un punto importante per la squadra di Aurelio Andreazzoli e ne ha abbastanza di quelli che sembra non saranno coinvolti nella lotta per la retrocessione. Allo stesso tempo, sarà importante mantenere alte le loro prestazioni nei prossimi mesi per evitare brutte sorprese.

15 – Sampdoria (-)

La Samp è stata probabilmente una delle migliori squadre della settimana, vincendo 4-0 in casa contro il Sassuolo. Il neo acquisto Stefano Sensi è stato il protagonista della partita dove ha segnato all’esordio con il suo nuovo club (è in prestito dall’Inter fino a fine stagione). Una bella prima vittoria per Marco Giampaolo e un barlume di speranza che forse questa squadra possa finire forte.

16 – Cagliari (+1)

Una straordinaria vittoria in trasferta contro l’Atalanta ha portato la squadra di Walter Mazzarri sopra la zona retrocessione per la prima volta da quando era in carica. Una prestazione impressionante considerando la squalifica di Joao Pedro e l’infortunio dell’ultimo minuto dell’altro attaccante della rosa, Leonardo Pavoletti. Il Cagliari ha giocato con Gaston Pereiro come numero nove ma è riuscito a vincere contro una delle migliori squadre del campionato. Il difensore centrale Matteo Lovato è stato ancora una volta uno dei migliori giocatori della squadra, vincendo il match individuale contro Luis Muriel e Duvan Zapata.

17 – Spezia (-1)

Bel pareggio per lo Spezia, per non perdere punti contro la Salernitana, una delle rivali nella battaglia per la retrocessione. La squadra di Thiago Motta è stata una delle squadre più interessanti di questa prima parte dell’anno, ma dovrà lottare fino alla fine per sopravvivere.

18 – Genova (+1)

Il Genoa ha pareggiato contro la Roma e ha guadagnato un punto chiave nella lotta alla retrocessione. Tuttavia, il lavoro dell’allenatore Alexander Blessin è ancora agli inizi, ma i nuovi acquisti della squadra sono promettenti e la sopravvivenza è ancora una possibilità.

19 – Venezia (-1)

Un momento complicato per la squadra di coach Paolo Zanetti, che ora è tornata in zona retrocessione dopo aver perso contro il Napoli questo fine settimana e ha affrontato un mese cruciale contro Torino, Genoa e Hellas Verona. Questo mese ci dirà molto sulle loro possibilità di rimanere in campionato la prossima stagione.

20 – Salernitana (-)

Nonostante i nuovi acquisti e l’incredibile prestazione di Simone Verdi che è riuscito a segnare una doppietta con due punizioni, la Salernitana ha pareggiato contro lo Spezia ed è ancora in fondo alla classifica. Ci sono dei buoni segnali, ma le possibilità di evitare la retrocessione sono ancora molto ridotte.

Articolo precedenteWolves vs. Arsenal: live streaming Premier League, canale TV, come guardare online, ora di inizio, quote
Articolo successivoRicaduta su Kurt Zouma: lo sponsor statunitense abbandona il West Ham; Il difensore perde l’accordo con l’Adidas dopo il video di calci di gatto