Home Sport Classifiche Serie A Power: Juventus finalmente tra le prime tre, l’Inter perde...

Classifiche Serie A Power: Juventus finalmente tra le prime tre, l’Inter perde il controllo della corsa scudetto al Milan

115
0

L’Inter perde di vista la capolista e di conseguenza perde di presa sullo scudetto se continua a perdere punti. Grazie alle prestazioni deludenti dell’Inter, i suoi acerrimi rivali, il Milan, sono i principali candidati ad alzare il trofeo a fine stagione, mentre il Napoli si avvicina e mantiene vivo il sogno. Non dovremmo ancora escludere la Juventus. Stanno tenendo il passo con le prime squadre anche se sono ancora indietro di pochi punti. Lazio e Roma continuano a scambiarsi di posto, ma questo fine settimana assisteremo a un derby decisivo tra le due squadre che definiranno la loro stagione. Non molti i cambi in fondo alla classifica, ma sono poche le squadre che hanno bisogno di cambiare andamento per evitare la retrocessione.

Puoi guardare il meglio che la Serie A ha da offrire per tutta la stagione su Paramount+.

contendenti al titolo

Le squadre che quest’anno sono in corsa per vincere lo scudetto.

1. Milan (-)

Un’altra settimana positiva per gli ormai indiscussi favoriti la vittoria dello scudetto. La squadra di Stefano Pioli appare davvero forte mentalmente e fisicamente dopo aver vinto in casa contro l’Empoli grazie al via libera del difensore Pierre Kalulu. Teoricamente hanno una serie di partite abbastanza senza problemi nelle prossime settimane che possono dare loro la spinta finale necessaria per assicurarsi il titolo per la prima volta in 11 anni.

Nove partite rimaste: Cagliari (A), Bologna (H), Torino (A), Genoa (H), Lazio (A), Fiorentina (H), Hellas Verona (A), Atalanta (H), Sassuolo (A).

2. Inter (-)

E’ stato un periodo difficile per la squadra di Simone Inzaghi, che dalla sconfitta del 5 febbraio nel Derby della Madonnina sembrava un guscio di se stessa. Mentalmente molto più deboli mentre soffrono nel tentativo di riprendere la forma avendo vinto solo una partita di campionato da quella disastrosa risultato del derby L’Inter è stata di gran lunga il miglior calcio della Serie A fino a gennaio, sparando a tutti i costi in attacco e difendendo bene. Quella che sembrava una certezza per un club destinato a vincere due titoli consecutivi è svanita.

Dieci partite rimaste: Fiorentina (H), Juventus (A), Hellas Verona (H), Spezia (A), Roma (H), Udinese (A), Empoli (H), Cagliari (A), Samp (H), Bologna (A, TBA quando il gioco verrà giocato)

3. Juventus (+1)

Non dire che non ti abbiamo avvertito. La Juventus sta tornando indietro e non dovresti cancellarli. Ancora una volta, hanno dimostrato di essere contendenti legittimi, e per di più: hanno chiaramente il programma più agevole davanti, con la possibilità di battere in casa un rivale diretto come l’Inter in due settimane. Questo sarà un momento decisivo per la corsa al titolo. Sono in buona forma e cercheranno di lottare fino alla fine, sapendo che, per ora, devono ancora dipendere dalle squadre sopra di loro per sbagliare.

Nove partite rimaste: Salernitana (D), Inter (H), Cagliari (A), Bologna (H), Sassuolo (A), Venezia (H), Genoa (A), Lazio (H), Fiorentina (A)

4. Napoli (-1)

La difficile lista di partite che si profila è l’unico motivo per cui stiamo portando la squadra di Luciano Spalletti al quarto posto, con date contro rivali e squadre a rischio retrocessione. D’altra parte, il Napoli sta dimostrando di essere una squadra molto solida con Victor Osimhen ora completamente tornato come qualcuno su cui puoi fare affidamento per realizzare obiettivi su base settimanale. Con nove gol in Serie A al suo attivo, inclusa una doppietta l’ultima volta contro il Verona, è qualcuno su cui Spalletti dovrà fare affidamento per i gol cruciali nel lungo periodo.

Vedi anche:  Coppa Italia in diretta streaming, girone, orari: come guardare su Paramount+, date, risultati coppa, punteggi

Nove partite rimaste: Udinese (H), Atalanta (A), Fiorentina (H), Roma (H), Empoli (A), Sassuolo (H), Torino (A), Genoa (H), Spezia (A).

Macchie europee

Club che lottano per giocare in Europa la prossima stagione.

5. Atalanta (-)

Che fine ha fatto l’Atalanta? Dopo un buon inizio di stagione

Le loro prestazioni in campionato hanno subito un duro colpo nelle ultime settimane, evidenziando un pareggio inaccettabile contro un Genoa minacciato dalla retrocessione in casa. Dopo un inizio di stagione caldo, la squadra di Gasperini sembra destinata a lottare per il quinto posto invece dei primi quattro posti in Champions League. Dati gli infortuni di Duvan Zapata e Luis Muriel, la loro decisione di non ingaggiare un attaccante nella finestra di mercato di gennaio sta tornando a perseguitare il club. Anche il dirigente dell’Atalanta Giovanni Sartori dovrebbe lasciare il club a fine stagione, che potrebbe segnare la fine di un’era e l’inizio di un nuovo ciclo in estate.

6. Lazio (+1)

La squadra di Maurizio Sarri è in buona forma dopo aver battuto il Venezia e con un duro appuntamento nel derby contro l’AS Roma questo fine settimana su Paramount+. Ciro Immobile ha consolidato il suo status leggendario al club superando Silvio Piola e diventando il capocannoniere di tutti i tempi della Lazio con 144 gol in carriera. Lazio e Roma sono due squadre estremamente simili, soprattutto in termini di risultati, ed è per questo che quasi ogni settimana si ribaltano nelle nostre classifiche.

7. Roma (-1)

Una settimana in su, una settimana in meno. Sono in svantaggio questa settimana dopo che Lorenzo Pellegrini ha salvato un pareggio contro l’Udinese negli ultimi minuti. Il problema è sempre lo stesso: Jose Mourinho non è riuscito a risolvere gli alti e bassi di questa squadra. Dopo una sconfitta nel derby di settembre contro la Lazio (3-2), hanno davvero bisogno di vincere questo per evitare una spazzata stagionale agli acerrimi rivali.

8. Fiorentina (-)

Vincenzo Italiano fa adattare un po’ di più la sua squadra nelle fasi finali della stagione. Sono stati un po’ deludenti in termini di risultati, ma hanno mostrato segni di progresso con lo stile di gioco. La vittoria per 1-0 sul Bologna dà più spazio all’ottimismo mentre si intrufola nel dialogo di Europa League con Atalanta, Lazio e Roma.

Al centro del branco

Queste squadre sicuramente rimarranno già in campionato, ma non avranno alcuna possibilità di giocare nelle competizioni europee la prossima stagione.

9. Sassuolo (-)

Gianluca Scamacca e Hamed Traorè danno il meglio di sé per un Sassuolo che si è comportato abbastanza bene negli ultimi tempi. Scamacca è già a quota 12 gol, di cui quattro nelle ultime quattro partite, visto che le sue prestazioni sono state notate da tutti i massimi club italiani, in primis Juventus e Inter.

10. Torino (+1)

La squadra di Ivan Juric potrebbe essere la crema del raccolto tra le squadre di livello medio. E non perché siano riusciti a pareggiare solo di recente contro Juventus e Inter, ma perché questa squadra sta abbracciando totalmente lo stile del proprio allenatore. Questa prima stagione sotto l’ex allenatore dell’Hellas Verona è stata promettente poiché i fan hanno grandi aspettative per i prossimi anni.

Vedi anche:  FIFA, UEFA sospende le squadre russe dalle competizioni calcistiche internazionali, compreso il Mondiale

11. Hellas Verona (-1)

Potremmo aspettarci un piccolo calo in termini di risultati da questa squadra dopo che ha raggiunto il suo obiettivo principale rimanendo in piedi. Perdere in casa contro il Napoli era prevedibile, ma nessuno deve sottovalutare la squadra di Igor Tudor nelle prossime settimane.

12. Empoli (-)

L’Empoli è riuscito a stare fuori dalla zona di pericolo per buona parte della stagione e ora mostra le sue capacità in tante partite importanti. Certo, hanno perso contro il Milan a San Siro, ma è stata sicuramente un’altra prestazione solida che può dare speranza per le prossime settimane.

13. Udinese (+1)

Il lavoro di Gabriele Cioffi è stato davvero buono nelle ultime due settimane. Il pareggio contro l’AS Roma è stato l’ultimo esempio, soprattutto dopo che la squadra è stata duramente colpita dai casi di COVID il mese scorso. Per questo e per molti altri motivi, è lecito immaginare che i fan abbiano un po’ di speranza in fortune diverse nel 2022-23.

14. Bologna (-1)

Perdere contro la Fiorentina è stato solo un altro risultato deludente di quest’anno. Sinisa Mihajlovic sembra essere vicino a lasciare il club e nei prossimi giorni ci sarà l’incontro con il titolare, Joe Saputo. I rapporti dicono che l’ex allenatore del Napoli Rino Gattuso potrebbe essere il suo sostituto.

Zona retrocessione

Queste squadre stanno lottando e stanno lottando per mantenere il loro posto in Serie A per la prossima stagione.

15. Spezia (+1)

Una vittoria sul Cagliari potrebbe giocare un ruolo fondamentale nelle loro ambizioni di rimanere in piedi. È estremamente probabile che dovranno combattere fino alla fine. Erano l’unica squadra che non poteva migliorare nella finestra di mercato di gennaio, ma Thiago Motta ha fatto un ottimo lavoro per mantenere vivo il loro sogno mentre migliorano settimana dopo settimana.

16. Cagliari (-1)

Momento abbastanza deludente per la squadra di Walter Mazzarri dopo le sconfitte contro Spezia e Lazio. Hanno avuto un inizio decente dell’anno solare, ma ora sono tornati nella lotta per la retrocessione poiché devono cambiare la loro recente tendenza il prima possibile.

17. Sampdoria (-)

Situazione simile al Cagliari. Dopo un buon impatto da quando Marco Giampaolo è tornato da allenatore, ora sono in difficoltà e devono trovare il modo di fare punti. L’unico motivo per cui ora si trovano in questa posizione è perché i loro rivali stanno andando anche peggio di loro.

18. Venezia (-)

Provengono da tre sconfitte nelle ultime tre partite. Il loro match contro la Samp ci dice molto sulle loro speranze di restare in piedi per la prossima stagione.

19. Genova (-)

Nonostante il pareggio con l’Atalanta, il Genoa è ancora in una posizione molto preoccupante e ha bisogno di trovare punti prima che sia troppo tardi. Probabilmente lo è già, a dire il vero. Alexander Blessin ha apportato alcuni cambiamenti positivi quando ha assunto le funzioni di allenatore, ma questa squadra non può davvero vincere. Ancora una vittoria in tutta la stagione di Serie A, non abbastanza per sopravvivere nella massima serie.

20. Salernitana (-)

Un’altra settimana, un’altra partita senza vittorie. La Salernitana è alla disperata ricerca di vittorie che possano portare un po’ di gioia ai tifosi, ma l’allenatore Davide Nicola non è ancora riuscito a farcela.

Articolo precedentePunteggio Arsenal vs Liverpool: come Diogo Jota e Roberto Firmino hanno punito gli errori dei Gunners per aumentare l’offerta per il titolo dei Reds
Articolo successivoCome asciugare i panni all’interno della casa senza temere l’umidità?