Home Sport Classifiche Power UEFA Champions League: Liverpool e Bayern Monaco sono in testa...

Classifiche Power UEFA Champions League: Liverpool e Bayern Monaco sono in testa al sorteggio degli ottavi di finale

109
0

Gli ottavi di finale sono in programma in Champions League, ma chi sono i favoriti per alzare il trofeo a San Pietroburgo il prossimo maggio? In vista del sorteggio a eliminazione diretta di lunedì (su Paramount+ e CBS Sports HQ), ecco la nostra classifica di coloro che sono ancora in piedi nella massima competizione europea per club.

Il livello più alto: titolo o busto

Queste squadre dovrebbero essere deluse da qualcosa di meno di un posto in semifinale e francamente anche quello potrebbe non essere sufficiente, questo è il loro profilo di talento.

1. Liverpool (+2)

Getta una coperta su uno dei primi tre. Tutti potrebbero vincere il titolo il 28 maggio e tutti hanno avuto momenti straordinari durante questa competizione. Il Liverpool balza al primo posto in questa occasione semplicemente per il modo assertivo con cui ha preso il controllo di quello che, sulla carta, era il gruppo più difficile della competizione. Il fatto che abbiano ottenuto un record di vittorie del 100 percento in sei partite con una squadra fortemente ruotata che ha superato in modo impressionante l’AC Milan – che aveva bisogno di vincere per qualificarsi – suggerisce una profondità di qualità di cui la squadra di Jurgen Klopp non è sempre accreditata.

2. Bayern Monaco (–)

Un’altra squadra rimasta imbattuta durante la fase a gironi, anche se in realtà l’unica squadra europea seria di livello superiore che la squadra di Julian Nagelsmann ha affrontato in questa stagione potrebbe essere proprio il Borussia Dortmund la scorsa settimana. Tuttavia, hanno fatto uno scambio impressionante per respingere l’opposizione indebolita; il modo in cui hanno battuto il Barcellona in casa e in trasferta suggerisce che non sono una squadra che sbaglierà verso le ultime fasi di questa competizione.

3. Manchester City (-2)

La sconfitta contro l’RB Leipzig ha messo un freno alla fase a gironi del City, anche se c’era poco in gioco nella sconfitta per 2-1. Contro avversarie più dure, hanno eguagliato il conteggio dei gol attesi (xG) del Bayern, registrando 17.07 contro i 17.09 bavaresi e sicuramente si lanceranno subito nel nuovo anno.

Desideri ancora più copertura in Champions League? Ascolta sotto e segui ¡Qué Golazo! Un podcast di calcio quotidiano della CBS dove ti portiamo oltre il campo e in giro per il mondo per commenti, anteprime, riepiloghi e altro ancora.

Seri contendenti: se le cose vanno bene, perché non noi?

Certamente non è al di là dell’immaginazione che una di queste squadre possa vincere la Coppa dei Campioni a Istanbul a maggio, anche se potrebbero essere necessarie alcune fortunate pause affinché il torneo vada per il verso giusto.

4. Ajax (+1)

Potrebbero non avere i nomi delle stelle di molti sotto di loro in queste classifiche, ma ci sono poche squadre complete come quelle di Erik ten Hag. Nel loro XI più forte, tutto sembra combaciare naturalmente, i terzini sovrapposti protetti dal centrocampo ancora Edson Alvarez mentre Antony e Dusan Tadic sfrecciano in campo. David Neres offre una gradita profondità in prima linea, ma si potrebbe temere cosa potrebbe fare una serie di infortuni alle loro possibilità.

5. Chelsea (-1)

Thomas Tuchel è sicuramente preoccupato per la posizione del Chelsea dopo che la fase a gironi si è conclusa con tre gol subiti di nuovo. La scorsa stagione i Blues erano una macchina in grado di strangolare le partite una volta passati in vantaggio, ora il loro manager si lamenta della loro incapacità di gestire una partita. “È facile come le basi”, ha detto. “Le basi devono essere spinte a un livello più alto mentre siamo in testa”.

Vedi anche:  Arsenal vs Manchester United: streaming live della Premier League, canale TV, guarda online, previsto XI, previsione

Cavalli oscuri: contendenti improbabili, ma concorrenti lo stesso

Queste squadre sono improbabili campioni, ma lo era anche il Chelsea questa volta una stagione fa. Potrebbe essere necessario un cambiamento di circostanze come quello dei Blues quando hanno nominato Thomas Tuchel, forse un nuovo acquisto o la scoperta di un nuovo piano tattico. È possibile, ma certamente non probabile.

6. Real Madrid (–)

Forse non hanno attirato l’attenzione in questa stagione a causa della rara mancanza di grandi nomi di alto wattaggio (o delle tribolazioni degli anni passati in questa fase), ma poi le squadre di Carlo Ancelotti sono di solito il tipo di squadra senza intoppi che eccelle in questa competizione. Allo stesso modo, Thibaut Courtois sta tranquillamente eccellendo, secondo le metriche Opta ha il secondo maggior numero di gol prevenuti (una metrica che valuta i gol effettivi subiti contro xG) nella competizione in questa stagione.

7. Paris Saint-Germain (–)

Una rondine non fa un’estate e allo stesso modo il PSG non si è limitato a fare clic perché Lionel Messi e Kylian Mbappe hanno giocato bene in una disfatta del Club Brugge. Dopo che tutte le esibizioni del genere avrebbero dovuto essere la norma, non l’eccezione, per questa lista costellata di stelle. Almeno solleva una prestazione intrigante sul fatto che la squadra di Mauricio Pochettino possa essere più equilibrata ed efficace quando uno dei tre grandi – così reticente a tornare indietro e premere – non è nell’XI.

Possibili quarti di finale

Vincere un round è forse lo scenario migliore per queste squadre a meno che qualcosa di drammatico non cambi da qui a febbraio.

8. Manchester United (+1)

Per molti versi nulla è cambiato rispetto a quanto detto la scorsa settimana sulla squadra di Ralf Rangnick. Per ora è necessaria molta progressione. Sappiamo che hanno una delle squadre più talentuose d’Europa. È corretto presumere che sostituendo Ole Gunnar Solskjaer con un uomo che ha una visione chiara di come dovrebbero giocare le squadre, si siano migliorati in panchina. La domanda senza risposta è quale posizione nella gerarchia europea potrebbe farli salire.

9. Inter (-1)

C’è stato molto da ammirare nei risultati e nelle prestazioni dell’Inter in questa stagione, anche nella sconfitta contro il Real Madrid nel turno di apertura della fase a gironi. Tuttavia, la sconfitta di martedì al Santiago Bernabeu li ha riportati con i piedi per terra con un tonfo. Fondamentale, andranno agli ottavi senza lo squalificato Nicolò Barella, il cui pugno sciocco toglierà a Simone Inzaghi un ingranaggio chiave di centrocampo.

10. Atletico Madrid (+7)

Anche se il punteggio sembrava enfatico, c’è stata una grande fortuna nella vittoria dell’Atleti sul Porto, che li ha portati alla fase a eliminazione diretta, e Diego Simeone saprà che c’è molto da fare per rendere questa squadra una forza negli ottavi di finale. Le materie prime ci sono e un’altra brillante performance di Antoine Griezmann sul palco più grande è di buon auspicio. Ora per riparare quella difesa.

Farebbe bene a vincere un round

Questo gruppo di semi in gran parte secondi sarà lieto di essere arrivato così lontano, ma questo potrebbe essere il punto in cui il loro viaggio raggiunge una brusca fine.

11. Lilla (+1)

Vedi anche:  Pronostico Manchester United vs Brentford, quote: l'esperto rivela le scelte della Premier League inglese 2022 per il 2 maggio

Tre vittorie su tre sono il modo migliore per completare la fase a gironi, guadagnando il primo posto del Lille nel Gruppo G e con esso forse un pareggio più favorevole. Gli mancherà Jonathan Ikone se, come previsto, si unirà alla Fiorentina prima della ripresa degli ottavi, anche se in Timothy Weah, Angel Gomes e, naturalmente, Jonathan David, c’è molto talento offensivo giovanile da schierare negli ottavi.

12. Juventus (-1)

Potrebbero essere stati in testa al Gruppo H all’ultimo, ma anche una vittoria per 1-0 sul Malmo è stata profondamente deludente per la Juventus. Paulo Dybala ha lottato per affermarsi contro una delle avversarie più deboli della Champions League, Moise Kean ne ha segnato uno ma ne ha sprecato molto di più, tipico di una squadra che lotta per molto nel modo di attaccare il pugno. Molti dei secondi semi pregheranno di tirare dalla parte di Massimiliano Allegri.

13. Sportivi (-3)

I risultati contro l’Ajax hanno piuttosto cancellato il quaderno dello Sporting, ma c’era molto da apprezzare nelle prestazioni altrove nel Gruppo C, non ultima l’impressionante distruzione del Borussia Dortmund in una serie di 12 vittorie consecutive. Se questa squadra rimane unita nel nuovo anno, un centrocampo di Joao Palhinha e Matheus Nunes offre un equilibrio impressionante e quel tipo di solidità che potrebbe consentire a Pedro Goncalves e Pablo Sarabia di eccellere più in alto in campo.

14. Villarreal (+1)

C’è molto da ammirare per la squadra di Unai Emery che ha ottenuto il risultato di cui aveva bisogno in trasferta, in particolare nelle difficili circostanze che ha presentato una partita posticipata a Bergamo, ma non maschera il fatto che la forma in trasferta del Villarreal è stata per la maggior parte piuttosto scarsa questa stagione. Se questo non cambia da qui alla primavera, il loro coinvolgimento in Champions League sarà breve.

15. Benfica (-1)

Sebbene sembrino difficili da battere in difesa, la squadra di Jorge Jesus ha appena dato fuoco alla fase a gironi in attacco, segnando solo in tre delle partite del girone e registrando il conteggio xG più basso (sette su sei partite) di qualsiasi squadra per arrivare agli ottavi. Darwin Nunez sembrava impressionante – si è classificato sesto in porta in area di rigore – ma il Benfica nel suo insieme potrebbe non avere le qualità offensive per testare davvero i migliori avversari.

16. Red Bull Salisburgo (–)

Come prima squadra austriaca a sfuggire alla fase a gironi di apertura dopo lo Sturm Graz nel 2000-2001, la Red Bull Salisburgo ha già ottenuto molto e qualsiasi squadra con artisti del calibro di Mohamed Camara, Jerome Ongenue e Karim Adeyemi non dovrebbe essere esclusa da ulteriori successo in questa competizione. Tuttavia, quei giocatori, per quanto talentuosi, hanno una piccola e preziosa esperienza di come può essere la vita ai vertici della Champions League. Potrebbero trovarsi in una dura sveglia.

Qualificazioni Europa League

17. Borussia Dortmund (+6)

18. Porto (-5)

19. Siviglia (-1)

20. Atalanta (-1)

21. Lipsia (+5)

22. Barcellona (-1)

23. Zenit San Pietroburgo (+2)

24. Sceriffo Tiraspol (–)

Fuori dall’Europa

25. Milan (-3)

26. Wolfsburg (-6)

27. Club Brugge (–)

28. Ragazzi (–)

29. Dinamo Kiev (–)

30. Shakhtar Donetsk (–)

32. Malmö (+1)

32. Besiktas (-1)

Articolo precedentePerché Inter e Juventus potrebbero scambiarsi punti nella gerarchia del calcio italiano dopo la tesa finale di Supercoppa
Articolo successivoNaturale come i pascoli svizzeri