Home Sport Classifica retrocessione Premier League, calendario e giocatori che potrebbero decidere la gara...

Classifica retrocessione Premier League, calendario e giocatori che potrebbero decidere la gara per restare in piedi

50
0

L’ultimo mese decisivo della stagione di Premier League è arrivato e con esso arriva la corsa alla retrocessione. Solo il Norwich City è ufficialmente passato alla seconda divisione dopo la sua terribile campagna, vincendo solo cinque delle 34 partite di campionato che ha giocato.

Ciò lascia due posti per la retrocessione con Burnley, Leeds, Everton e Watford che mirano a non essere in quei posti alla fine della stagione.

La scorsa settimana è stata selvaggia in campionato con Burnley ed Everton che hanno ottenuto vittorie cruciali, stringendo la gara oltre ogni immaginazione. Burnley ne ha effettivamente vinti tre di fila per sfuggire agli ultimi tre, mantenendo tutto lo slancio necessario per rimanere potenzialmente in piedi.

Diamo uno sguardo alla classifica retrocessione (ricorda, gli ultimi tre scendono), il programma rimanente per quelle squadre e i giocatori che possono aiutarli a rimanere in alto.

Classifiche

16

Burnley

34

7

13

14

-15

34

17

Leeds Unito

34

8

10

16

-34

34

18

Everton

33

9

5

19

-20

32

19

Watford

34

6

4

24

-37

22

20

Città di Norwich*

34

5

6

23

-49

21

* Il Norwich City è retrocesso

Programma

(Tutti gli orari degli Stati Uniti/Est e gli elenchi TV non sono ancora disponibili dopo il 12 maggio)

Sabato 7 maggio
Burnley vs Aston Villa, 7:00 (Pavone)
Crystal Palace vs Watford, 10:00 (Peacock)

domenica 8 maggio
Leicester City vs. Everton, 9:00 (USA e Telemundo tramite fuboTV — Prova gratis)
Arsenal-Leeds, 9:00 (Pavone)

Vedi anche:  Risultato Coppa Italia 2022: la Juventus supera la Fiorentina per autogol dell'ultimo minuto; Dušan Vlahović riceve beffe

mercoledì 11 maggio
Leeds-Chelsea, 14:30 (Peacock)
Watford vs Everton, 14:45 (Pavone)

domenica 15 maggio
Tottenham vs Burnley, 7:00
Watford-Leicester City, 9:00
Leeds vs Brighton, 9:00
Everton vs Brentford, 11:30

Giovedì 19 maggio
Aston Villa contro Burnley, 15:00
Everton contro Crystal Palace, 14:45

domenica 22 maggio
Arsenal-Everton, 11:00
Chelsea-Watford, 11:00
Brentford contro Leeds, 11:00
Burnley vs Newcastle, 11:00

Rodrigo, Leeds United

Il veterano spagnolo non ha avuto il massimo delle partenze nel suo periodo al Leeds, affrontando infortuni e prestazioni incoerenti. Dopo aver segnato sette gol la scorsa stagione, il trequartista centrale ne ha solo sei fino ad ora, ma ha mostrato lampi ed è entrato in campo negli ultimi tempi. Ha segnato in tre delle ultime sei della squadra con l’allenatore americano Jesse Marsch ora in carica, e in ciascuna di quelle partite la squadra ha vinto. Il Leeds ha preso punti in cinque delle ultime sei partite. Ha capacità tecniche e qualità per trasformare una partita da un momento all’altro, ma ha avuto un po’ di difficoltà a gestire la velocità e il gioco fisico della Premier League.

Nick Pope, Burnley

Portiere enormemente sottovalutato, Pope ha ritrovato la sua forma ultimamente e anche la difesa è migliorata da quella sconvolgente sconfitta per 2-0 a Norwich a metà aprile. Burnley non ha concesso più gol in nessuna delle ultime quattro partite e ha subito due gol negli ultimi 364 minuti. Pope dovrà dare il meglio di sé, soprattutto quando si tratta di essere attento sui tiri dalla distanza con Aston Villa (due volte), Tottenham e Newcastle in arrivo.

Vedi anche:  Nets, Timberwolves timbra i biglietti per i playoff, oltre al motivo per cui Gonzaga dovrebbe fare quello che fa il football di Notre Dame

Richarlison, Everton

Di gran lunga il miglior giocatore dell’Everton, la stella brasiliana potrebbe dover puntare tutto su Carlos Tevez per i Toffees. E con questo intendo dire che potrebbe doverli portare in salvo, proprio come ha fatto Tevez con il West Ham nel 2006-07. A due punti dalla salvezza ma con una partita in mano, il suo vincitore contro il Chelsea domenica ha sostanzialmente mantenuto questa squadra in corsa per la sopravvivenza. Di fronte ad alcune difese deboli nella prossima settimana con Leicester e Watford nella lista degli incontri, questa è la sua occasione per l’attaccante di continuare ad aiutare il suo club a evitare la prima retrocessione in assoluto.

Emmanuel Dennis, Watford

Questa è una causa persa, davvero. Il Watford sarà sicuramente retrocesso, e probabilmente succederà questo fine settimana. Ma Dennis è l’uomo in attacco che deve andare avanti per annusare la sopravvivenza. Ha appena due gol dall’inizio dell’anno solare e dovrà esplodere nel terzo offensivo. Non ci contare, però, dato che il Watford ha segnato più gol solo una volta nelle ultime sette partite. Il servizio semplicemente non c’è. Nel frattempo, hanno subito otto gol di fila.

Articolo precedenteCAF registra un utile netto di 20 milioni nel primo trimestre del 2022
Articolo successivoLa Fed detiene la chiave per porre fine alla volatilità, secondo Credit Suisse