Home Moda e bellezza Cinque città spettacolari della Catalogna da scoprire in occasione della festa del...

Cinque città spettacolari della Catalogna da scoprire in occasione della festa del papà

91
0

Questo sabato è il Festa del papà. Se le condizioni meteorologiche lo consentono, può essere una buona occasione per visitarne uno dei tanti città bella quella che ospita la geografia catalana. Ecco un elenco di cinque città spettacolari di Catalogna da scoprire in famiglia.

Situato nella regione della Garrotxa, è particolarmente noto per i suoi grande ponte medievale a sette archi, risalente all’XI secolo. Infatti il ​​centro storico di questa cittadina è stato dichiarato Sito Storico-Artistico Nazionale per il suo grande valore architettonico.

Allo stesso modo, è uno dei luoghi in cui è stata girata la terza stagione di “Westworld”, dove fingeva di essere una città italiana durante la seconda guerra mondiale -sebbene alcuni simboli dell’indipendenza siano scivolati nella registrazione, come un aneddoto-. Una meta pittoresca dove fare una piacevole passeggiata.

Se sei su un percorso attraverso i Pirenei di Lleida, una buona opzione è trascorrere la giornata a Taüll, nella cornice privilegiata della Vall de Boí. In questa località si trovano due opere di architettura romanica dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO: la chiesa di Santa María e quella di Sant Climent de Taüll. Allo stesso modo, c’è un piacevole percorso ad anello che può essere intrapreso per visitare il belvedere di Cuirilles. Se preferisci rimanere in città, una buona opzione è visitare la Formatgeria Taüll, un caseificio con prodotti locali perfetto per gli amanti della buona tavola.

Il Costa Brava è sempre una buona opzione. Oltre ai classici, come Cadaqués o Palafrugell, non dimenticare di visitare anche Pals. Situato nella regione del Baix Empordà, è un ambiente medievale di bellezza strade acciottolate dichiarati Bene di Interesse Nazionale.

Vedi anche:  Questo è il modo migliore per pulire lo scopino del bagno senza sporcarsi le mani.

Vale la pena provare il loro famoso Riso, quindi è quasi obbligatorio sedersi in uno dei suoi ristoranti per gustare una buona paella il giorno di San José. E per digerire, possono fare un pellegrinaggio al Punto di vista Josep Pla. Da lì puoi vedere le risaie, il Montgrí e persino le Illes Medes.

Questa selezione si conclude con Camprodon, un’altra città medievale nota per il suo grande ponte. La sua estetica antica contrasta con i suggestivi edifici di stile modernista risalente alla fine del XIX secolo, quando la borghesia catalana vi si recava per l’estate.

Camprodon, con sede a Ripollès, iniziò ad essere conosciuta come la “piccola Svizzera”. Lo stesso dottor Robert, sindaco di Barcellona nel 1899, lo raccomandò ai suoi pazienti in quel momento. A quel tempo il famoso Biscotti Birba, che oggi continuano ad essere commercializzati con il loro tradizionale cofanetto decorato con il paesaggio del paese. Oggi sono pochi i visitatori che se ne vanno senza uno di loro sotto il braccio.

Articolo precedenteTaccuino: Il CAS conferma la squalifica della Russia ai Mondiali, Cabella di Krasnodar rompe il silenzio, Neymar sull’eliminazione, altro
Articolo successivoWall Street allunga i guadagni e chiude la settimana con un notevole anticipo