Home Sport Ci siamo: il Barcellona accetta i termini personali con Kounde, Ronaldo vuole...

Ci siamo: il Barcellona accetta i termini personali con Kounde, Ronaldo vuole ancora uscire dal Manchester United, di più

110
0

Il mercato sta entrando in un momento decisivo mentre ci avviciniamo all’inizio del campionato. Ci sono settimane chiave per i club della Premier League che rimangono impegnati a cercare modi per migliorare la rosa. Analizziamo le ultime notizie e gli appunti della settimana:

Chelsea e Barcellona battaglia per Kounde

Il Chelsea pensava di completare l’accordo con Jules Koundé dopo il loro Kalidou Koulibaly firmare e portare un altro difensore centrale per Thomas Tuchel da schierare. Poi è arrivato il Barcellona. Allo stato attuale, Barcellona e Kounde hanno concordato condizioni personali Sivigliadifensore centrale e ora stanno lavorando sulla loro offerta. Il Chelsea, nel frattempo, si sta stancando di aspettare e potrebbe andare avanti presto se un accordo non verrà raggiunto nel prossimo futuro.

Arsenale affrontare la decisione di Tielemans, City eye terzino sinistro

Presto deciderà l’Arsenal Tuo Tielemans come prossimo obiettivo dopo aver completato la trattativa da 30 milioni di sterline per Oleksandr Zinchenko. Manchester City bisogno di un nuovo terzino sinistro e Marc Cucurella è la priorità di Pep Guardiola. Cucurella vuole giocare solo per il Man City poiché le trattative continueranno nei prossimi giorni dopo che il Brighton ha rifiutato la prima offerta del club.

Vedi anche:  Burnley vs Manchester United: streaming live della Premier League, canale TV, come guardare online, notizie, quote

Ronaldo vuole ancora fuori dall’uomo Unito

Manchester United aspettano di decidere il futuro di Cristiano Ronaldo. Erik ten Hag non ha dubbi sul volere che rimanga e vuole incontrare e parlare con Ronaldo e provare a fargli cambiare idea. Ma Jorge Mendes resta attivo sul mercato per trovare un nuovo club per il fuoriclasse portoghese, che, assicurano chi è vicino al super agente, spingerà fino a fine agosto per trovare una soluzione che soddisfi Ronaldo e Man United, nonostante il club continuando a insistere sul fatto che non è in vendita.

Niente Bellingham per Liverpool quest’estate

Il Liverpool non ha alcuna possibilità di trasformare il proprio Jude Bellingham affare da sogno in realtà quest’estate perché Borussia Dortmund consideralo intoccabile in questo momento. Qualsiasi trasferimento di Bellingham dovrà attendere fino a un’altra finestra di trasferimento per quanto riguarda il Dortmund.

Juve dare la priorità a Morata

In Italiala Juventus pensa ancora ad Alvaro Morata come priorità di acquisto dopo Paul PogbaGlenson Bremer e Angelo Di Maria. L’attaccante, che ha giocato a Torino la scorsa stagione in prestito, è attualmente un Atletico Madrid giocatore

Vedi anche:  Probabilità Manchester City vs. Real Madrid, come guardarlo, live streaming: 26 aprile 2022 Scelte UEFA Champions League

Il Barcellona vuole aggiungere altro, Real Madrid cerca di rifinire la squadra

E dai un’occhiata al Barcellona. Mentre il Real Madrid è concentrato sulle partenze, il Barça non vuole fermarsi e dopo è alla ricerca di un nuovo difensore centrale Robert Lewandowski, Franck Kessie, Andrea Christensen e Rafinha. Anche se l’obiettivo potrebbe essere Kounde in questo momento, se ciò non funziona, continueranno a lavorare altrove. Rimangono un work in progress.

Il Bayern aggiunge Tel, PSG chiudi su Mukiele

Ma ci sono due variabili di mercato che presto diventeranno fondamentali. Il Bayern Monaco sta abbuffando Mathys Tyl da Rennes per una visita medica lunedì e si concentrerà successivamente Konrad Laimer dopo la firma Matthijs de Ligt. Intanto il Paris Saint-Germain non ha alcun interesse per Ronaldo e Luis Campos vuole Mukiele dal Lipsia e Gonçalo Ramos dal Benfica. Il PSG non vuole più solo stelle, ma anche tanti talenti meno blasonati di altri top club.

Articolo precedenteSegno misto a Wall Street con un occhio ai risultati e alla Fed
Articolo successivoTom Davies svela perché Frank Lampard è perfetto per l’Everton: “Vuole che lottiamo, che non ci arrendiamo mai”