Home Economia Ci sarà un rally di soccorso in bitcoin o ci stiamo preparando...

Ci sarà un rally di soccorso in bitcoin o ci stiamo preparando per un lungo “inverno cripto”?

106
0

Dal profondo crollo del mercato dell’11 e 12 maggio, bitcoin non ha solo alzato la testa. La buona notizia è che le vendite sembrano per ora terminate, almeno per la regina del mercato, nonostante sia ovvio che c’è un grande raffreddamento nelle valute digitaliche getta seri dubbi sul futuro del mercato e su quanto durerà questo “inverno crittografico”.

“Molti trader sono stati bruciati dagli alti e bassi dei prezzi”, afferma Lark Davis, analista di The Wealth Mastery. “Molti investitori sono esausti per l’acquisto di cali che continuano a scendere”continua, “tutti sono spaventati dalle prospettive macroeconomiche, con l’incombente recessione negli Stati Uniti e il massacro delle azioni”.

In questo contesto, qualsiasi notizia negativa fa scattare paura e provoca cadute molto violente. Un buon esempio di ciò è il comportamento di questa settimana del prezzo di ethereum, che ha toccato i minimi da 10 mesi in seguito alla notizia di un errore nel funzionamento della modifica del protocollo di rete di Ethereum. Tuttavia, Davis indica che ad un certo punto “vedremo una manifestazione di soccorso”.

Vedi anche:  La SEC fa causa al "family office" Archegos per frode e manipolazione del mercato

La domanda da un milione di dollari è quando? “Molti analisti lo suggeriscono gli investitori dovrebbero prepararsi per un “inverno crittografico” con tanti svantaggi davanti”, indicano gli esperti di Libertex. Questo non significa che non ci saranno rimbalzi occasionali, ma potrebbero esserci anche più cadute.

“Ti ricordi come erano brutte le cose all’inizio del 2018 quando bitcoin è stato corretto dell’85%?”, ricordano gli esperti. Il prezzo raggiunse finalmente un minimo di circa 3.100 dollari nel dicembre dello stesso anno, ma ora vale quasi dieci volte di più. “Ad un certo punto gli speculatori verranno espulsi dal mercato, lasciando solo gli utenti criptovalute e veri HODLer a lungo termine, gettando le basi per una crescita stabile e sostenibile.

L’aumento dei tassi di interesse delle Banche Centrali (in particolare la Federal Reserve statunitense) e l’instabilità generale significano questo il mondo è attualmente in una situazione di ‘risk-off’. E con la Fed che sembra intensificare la sua retorica da falco, potrebbero benissimo seguire altri ostacoli. Non è un caso che il picco di bitcoin della primavera 2021 di $ 63.000 si sia verificato esattamente quando la curva dei rendimenti del Tesoro ha iniziato ad appiattirsi in mezzo alla normalizzazione della politica monetaria del Paese da parte del regolatore statunitense.

Vedi anche:  Lievi cadute per l'Ibex 35 in una sessione di transizione senza Wall Street

Da allora, il Nasdaq, sovrappeso nella tecnologia, ha perso oltre il 25% del suo valore totale e molti dei le azioni a bassa capitalizzazione dell’indice hanno perso oltre l’80%. Con la Federal Reserve che ora si prepara a un aumento cumulativo del tasso di punti percentuali nei prossimi due mesi, “è difficile immaginare uno scenario in cui le azioni crittografiche e tecnologiche non subiscano ulteriori perdite”, osserva Libertex.

Fino a quando non inizieremo a vedere dei veri segni di forza, dobbiamo essere cauti. “Il rischio di cadere è ancora reale”, avverte Davis.

L’unica domanda che rimane è quando, come tante volte prima, le criptovalute rinasceranno dalle ceneri, più forti e resistenti che mai.

Articolo precedentePronostici audaci sulla finale di Champions League: Salah si vendica del Real Madrid, il Liverpool reprime la minaccia di Vinicius Jr.
Articolo successivoPronostici, scelte e pronostici per la finale di UEFA Champions League 2022: le migliori scommesse di Real Madrid contro Liverpool dal massimo esperto