Home Economia Chiusura al rialzo per lo Ibex, guidato da Iberdrola e Cellnex e...

Chiusura al rialzo per lo Ibex, guidato da Iberdrola e Cellnex e appesantito da Repsol

327
0

Il IBEX 35 ha caricato un 0,45%, fino a 8.814,60 punti, in una seduta serena sui mercati azionari europei, segnata da alcune importanti referenze economiche e commerciali.

Questo giovedì è iniziata la stagione dei risultati in Spagna con conti Bankinter (guadagnato 1.333 milioni nel 2021 grazie a Línea Directa), mentre stasera vengono pubblicati negli USA Cifre Netflix.

È stato anche nelle notizie Ibercaja, perché la banca aragonese ha finalmente annunciato la sua IPO, dopo averla posticipata di diversi anni.

D’altro canto, Le vendite di DIA sono diminuite del 3,4% nel 2021, a 6.648 milioni di euro, secondo la catena di supermercati.

All’interno dello Ibex, hanno evidenziato il cresce in Siemens Gamesa, Meliá, IAG, PharmaMar e Iberdrola, oltre a Cellnex (Barclays ha abbassato il target price a 65 euro da 67 euro, anche se punta ancora sul valore) e il calo Repsol, CIE Automotive e ArcelorMittal.

Con tutto, lo Ibex continua a lottare per superare la media di 200 sessioni. Occhio a una chiusura nei prossimi giorni sopra gli 8.866 punti, perché sarebbe il segnale che confermerebbe l’allungamento dei guadagni verso i 9.000 punti, sottolineano gli esperti di ‘Bolsamanía’.

Vedi anche:  Bitcoin ed Ethereum vacillano dopo il loro breve rally a 42.000 e 3.000

DATI ECONOMICI E PREVISIONI

In Europa, i dati più rilevanti sono stati il CPI finale dell’eurozona (chiuso nel 2021 con un aumento annuo del 5%). Inoltre, il Presidente della BCE, Cristina Lagarde, ha commentato che “il ciclo di ripresa economica negli Stati Uniti è in anticipo rispetto a quello europeo. Pertanto, abbiamo tutte le ragioni per non agire così in fretta come si potrebbe immaginare farebbe la Fed.” Tuttavia, il verbale dell’ultima riunione dell’organizzazione monetaria sono state suddivise sulle previsioni relative ai prezzi.

Cosa c’è di più, Ricerca BBVA ha mantenuto la previsione del PIL per la Spagna al 5,5% nel 2022 e al 4,9% nel 2023, mentre Funcas ha abbassato la crescita prevista per il nostro Paese al 5,6% quest’anno e ha anticipato il 3,5% nel 2023.

Negli Stati Uniti, il richieste di disoccupazione settimanali, che sono aumentati molto più del previsto a causa dell’impatto di Omicron.

CINA TARIFFE INFERIORI

In Asia, la decisione della banca centrale cinese, che ha nuovamente tagliato i tassi di interesse di riferimento per i prestiti questo giovedì in mezzo alla preoccupazione per il rallentamento economico nella seconda economia più grande del mondo.

Vedi anche:  L'Asia si chiude con segno misto, in una giornata di stallo davanti alla Fed

La People’s Bank of China ha tagliato il tasso di riferimento sui prestiti a un anno in 10 punti base, dal 3,8% al 3,7%. A dicembre la PBOC ha tagliato per la prima volta da aprile 2020 il prime rate sui prestiti a un anno.

Abbassato il prime rate sui prestiti a cinque anni in 5 punti base, passando dal 4,65% al ​​4,6%; nel primo taglio da aprile 2020, nel mezzo della pandemia di coronavirus nel Paese.

I Prime Loan Rates (LPR) influiscono sui tassi di interesse sui prestiti alle imprese e alle famiglie nel paese.

ALTRI MERCATI

L’euro viene scambiato a 1,1333 dollari (-0,07%). Il petrolio sale in media dello 0,7%, con il Brent a $ 89,07 e il WTI a $ 87,65.

L’oro è leggermente sceso ($ 1.841), ma l’argento è salito dell’1,4% ($ 24,58).

Bitcoin è in rialzo del 3,6% ($ 43.225) ed Ethereum è in rialzo del 4% ($ 3.242).

Il rendimento del decennale americano sale all’1,838% e il rendimento del decennale spagnolo scende allo 0,663%.

Articolo precedenteDancausa (Bankinter): “Forse i 9 euro sono sfuggiti di mano, ma li tengo”
Articolo successivoVuitton e Paris onorano Virgil Abloh con la loro ultima collezione