Home Economia C’è ancora speranza? “Il mercato rialzista non è assolutamente morto e...

C’è ancora speranza? “Il mercato rialzista non è assolutamente morto e sepolto”

61
0

I mercati sono sommersi da a spirale discendente da cui, a quanto pare, faranno fatica a uscire. Almeno per ora. Gli esperti di AJ Bell Sottolineano che tutto ciò che è stato visto finora suggerisce che siamo di fronte a un “mercato ribassista classico”, ma sono ancora ottimisti e indicano la possibilità di un cambio di direzione. Ed è che, si difendono, “niente di ciò che è successo significa questo il mercato rialzista è decisamente morto e sepolto“.

In un commento, il direttore degli investimenti dell’azienda britannica, Russ Mould, sottolinea che il mercato ribassista che è “minacciando di distruggere gran parte delle conquiste degli ultimi anni assomiglia a molti altri fallimenti che sono avvenuti prima.” Quindi, dice, gli investitori devono solo guardare le tendenze chiave dei precedenti cicli rialzisti e ribassisti “per vedere cosa può aiutarli curiosare tra i mercati questa volta.”

Anche se, a suo avviso, non è necessario dare tutto per perso. Come dice, “le banche centrali potrebbero ancora provare a dare nuova vita alla lunga corsa al rialzo con una politica meno ortodossa”, anche se riconosce che in questo momento “il inflazione sembra essere la sua più grande preoccupazione, non il supporto per i mercati.” Tuttavia, è fiducioso che questo cambierà “ad un certo punto” data la storia recente, anche se chiarisce anche che “potrebbe non essere in grado di cambiare ciò che abbastanza presto per evitare ulteriori attacchi di volatilità.

Vedi anche:  L'Europa cade impazientemente a causa del Covid in Cina, con forti sobbalzi nello stambecco

Ad ogni modo, consiglia Mold identificare le fasi principali dei mercati ribassisti e rialzisti di sapere come agire in ogni momento, o almeno cosa aspettarsi, e per questo indica come guida il libro ‘The Dow Theory’ (1932) di Robert Rhea. Delinea chiaramente ciò che è considerato un mercato rialzista e un mercato ribassista.

A proposito del rialzista, Rhea ha commentato che ci sono state tre fasi principali: la prima è rappresentata dal risveglio della fiducia nel futuro del business; la seconda è la risposta dei corsi azionari al noto miglioramento degli utili aziendali; e il terzo è il periodo in cui la speculazione dilaga, un periodo in cui le azioni sono guidate dalla speranza e dall’aspettativa.

Per i mercati ribassisti, Rhea ha individuato anche tre fasi classiche: la prima rappresenta l’abbandono della speranza su cui si acquistavano azioni a prezzi gonfiati; il secondo riflette la vendita per calo di affari e profitti; e il terzo è causato dalla vendita distressed di titoli solidi, indipendentemente dal loro valore, da parte di coloro che devono trovare un mercato a pronti per almeno una parte del loro patrimonio.

Vedi anche:  Le cinque notizie più importanti della giornata per gli investitori spagnoli

“Il avvenimenti selvaggi nei mercati delle criptovalutee i discorsi terrificanti, almeno sui social media, di persone che falliscono evocano brutti ricordi del mercato ribassista che è crollato nel 1929″, sottolinea lo stratega AJ Bell, che ti incoraggia a fare un esercizio di riflessione e “osservare dove è arrivato il mercato stato più caldo o, per essere meno educato, più speculativo.

Lo sottolinea la muffa i mercati rialzisti “prima crollano alla periferia, poi i problemi si riversano sugli asset corepoiché la fiducia diminuisce.” In effetti, pensa che si potrebbe sostenere che “il disfacimento della criptovaluta è un primo segno di problemi che potrebbero costringere i detentori di criptovalute a liquidare altri asset per rimanere a galla (supponendo che ne abbiano)”.

L’analista di AJ Bell crede che in questo momento”anche i nomi presumibilmente “sicuri” e “affidabili” sono sotto pressioneappesantito da aspettative elevate e prezzi ancora più elevati”. nasdaquno dei mercati più colpito dalle vendite nelle ultime settimane.

“Affinché i mercati riacquistino il loro slancio, devono stabilizzarsi e iniziare ad andare avanti”, afferma Mould, che crede che chiunque cerchi il “prossimo segnale di avvertimento” potrebbe guardare a un altro settore che è stato in forte espansione ma è diventato un venditore netto, di stessa, tramite IPO: il Capitale privato.

Articolo precedenteWall Street allunga il rimbalzo: quinta giornata di guadagni per il Dow Jones
Articolo successivoLo strumento Street View di Google compie 15 anni