Home Economia Cautela e tempi di attesa su Ibex 35 ed Europa, con tutta...

Cautela e tempi di attesa su Ibex 35 ed Europa, con tutta l’attenzione sulla BCE

267
0

L’Ibex 35 e il resto dei mercati azionari del Vecchio Continente Mantengono cali moderati in questo momento martedì (Ibex: -0,19%, 8.819; Cac: -0,5%; Dax: -0,8%) dopo la buona chiusura di lunedì, quando la selettiva spagnola ha chiuso sopra gli 8.800 punti. Va ricordato che l’indice ha la sua prossima resistenza a 9.000 punti e il suo primo supporto a livello di 8.600 punti.

All’interno dello Ibex spiccano gli incrementi di Solaria, Meliá e Ferrovial. Almirall rimane verde, anche se si è sgonfiato, dopo l’annuncio buoni risultati di lebrikizumab per la dermatite atopica. Sul lato negativo, i peggiori sono Pharmamar e Rovi.

Wall Street ha chiuso lo scorso giorno con rialzi moderati e in Asia c’è stato un giorno con un segno misto sulle borse. Lì evidenzia ciò che ha fatto la Reserve Bank of Australia (RBA), che ha dato seguito alla sua decisione di aumentare i tassi di interesse di 25 punti base a maggio e ha aumentato il tasso di interesse generale di 50 punti basesuperando le aspettative di consenso.

IN ATTESA DELLA BCE

In attesa di ciò che farà la Banca centrale europea (BCE) questo giovedì, l’agenda di martedì è piuttosto priva di riferimenti, simile a quanto visto nell’ultima sessione.

Per quanto riguarda la BCE, le cronache lo indicano questa settimana inizia una nuova era di politica monetaria.

Vedi anche:  L'Ibex 35 scende del 2% e l'Europa affonda mentre la Russia continua a schiacciare l'Ucraina

“Raramente la Banca centrale europea ha segnalato il probabile esito di un importante incontro di politica monetaria con così tanto anticipo come ha fatto questa volta”, osservano gli esperti di Berenberg.

“Il messaggio sul blog, insolitamente esplicito, che il presidente della BCE Christine Lagarde ha pubblicato il 23 maggio, non lascia spazio a dubbi. (…) La BCE annuncerà probabilmente (giovedì) la fine degli acquisti netti di attività entro l’inizio di luglio; aprirà la strada all’aumento dei tassi di interesse, probabilmente di 25 punti base ciascuno, nelle prossime due riunioni di politica monetaria, il 21 luglio e l’8 settembre; e ammetterà che l’inflazione sarà più persistente del previsto, rimuovendo finalmente le ultime vestigia che l’inflazione potrebbe tornare al di sotto dell’obiettivo del 2% della BCE su base sostenuta nel prossimo futuro.

BORIS JOHNSON sopravvive

Il primo ministro britannico Boris Johnson riuscito a superare questo lunedì il voto di fiducia che ha affrontato all’interno del suo partito. Il leader ha ottenuto 211 dei 180 voti necessari per rimanere in carica. La vittoria permette a Johnson di farlo una nuova mozione di fiducia sulla sua figura non si tiene per un altro anno.

Vedi anche:  JP Morgan scommette su azioni cinesi ed emergenti: ecco le ragioni

“La sterlina ha reagito a malapena al risultato del voto di fiducia. I mercati sono più preoccupati per la direzione dell’economia britannica e per i tentativi della Banca d’Inghilterra di rimediare alla situazione”, indicano gli esperti di CMC Markets nel loro rapporto quotidiano.

LE NOVITÀ DI APPLE

Apple ha introdotto il La più grande recensione del suo famoso laptop MacBook Air in oltre un decenniocon un design rinnovato, nuovi colori e un processore M2 più veloce dalla propria linea di chip.

La società ha mostrato il laptop aggiornato lunedì al suo Conferenza mondiale degli sviluppatoriun evento che si concentra sugli aggiornamenti software per iPhone e altri dispositivi e si svolgerà fino a venerdì.

La nuova Air aggiunge un’altra macchina alla redditizia linea di computer dell’aziendache ha visto aumentare le sue entrate da quando ha abbandonato i chip Intel nel 2020.

ALTRI MERCATI

L’euro viene scambiato a 1,0691 dollari (-0,02%). Il petrolio sale dello 0,5%. Il Brent rimane a $ 120 ($ 120,12) e il Texas occidentale è vicino a questo livello ($ 119,16).

L’oro è piatto ($ 1.844) e l’argento è in calo dello 0,6% ($ 21,96).

Bitcoin rende il 6% ($ 29.494), simile a Ethereum ($ 1.755).

Il rendimento dell’obbligazione statunitense a 10 anni supera il 3% (3,033%).

Articolo precedenteBankinter riconosce che la situazione è “delicata” e si aspetta un’estate “emozionante”.
Articolo successivoWall Street prevede perdite in quanto l’obbligazione a 10 anni supera il 3%