Home Moda e bellezza Capri (Versace, Michael Kors) batte tutti i record

Capri (Versace, Michael Kors) batte tutti i record

112
0

Shutterstock.com

Gigante del lusso Capri (Jimmy Choo, Michael Kors, Versace) ha ottenuto risultati record nell’esercizio 2022. Dopo la perdita dello scorso anno, Capri ha ora registrato un utile netto di 823 milioni di dollari (770 milioni di euro), mentre il fatturato è salito di un quarto a 5,7 miliardi dollari (5,3 miliardi di euro).

I record post-Covid

Come molte aziende del lusso, Capri non sembra risentire affatto della crisi. Nell’anno fiscale 2022, terminato ad aprile, le vendite dell’azienda sono salite a livelli record. Nell’ultimo trimestre – quando la guerra in Ucraina e l’aumento dell’inflazione stavano già giocando un ruolo importante – le vendite sono aumentate di un ulteriore 24,6 % a poco meno di 1,5 miliardi di dollari (1,4 miliardi di euro). Michael Kors ha fatto la parte del leone; Versace (315 milioni di dollari, +34%) e Jimmy Choo (156 milioni di dollari, +26%) hanno venduto meno ma sono riusciti a crescere più velocemente.

Vedi anche:  Come (e con cosa) disinfettare la toilette in meno di un minuto

In un comunicato stampa, il CEO John Idol si è detto orgoglioso della performance delle sue case di lusso: “Capri Holdings ha ottenuto i ricavi, il margine lordo e l’utile per azione più alti nella storia dell’azienda. Inoltre, abbiamo generato un forte flusso di cassa libero e restituito 650 milioni agli azionisti nell’anno fiscale 2022. La nostra capacità di fornire risultati record mentre affrontiamo le sfide di una pandemia globale senza precedenti è una testimonianza della forza dei nostri marchi e del successo delle nostre iniziative di crescita strategica .”

Sette miliardi di fatturato

Per il nuovo esercizio Capri prevede un rallentamento della crescita delle vendite: con un 5% in più, i sei miliardi di dollari rimarrebbero appena fuori portata. Anche i margini dovrebbero rimanere più o meno gli stessi al 18%. A lungo termine, tuttavia, il CEO è fiducioso: “Siamo fiduciosi nella nostra capacità di riprendere gli aumenti dei ricavi a doppia cifra mentre andiamo oltre l’impatto degli attuali venti contrari della macro. Il potere di Versace, Jimmy Choo e Michael Kors, nonché la comprovata resilienza del mercato del lusso, rafforzano il nostro ottimismo per il futuro e la nostra capacità di raggiungere 7 miliardi di dollari di ricavi e un margine operativo del 20% nel tempo”.

Vedi anche:  Camilo confessa che Evaluna ha mangiato la placenta dopo aver dato alla luce il suo bambino

Capri Holdings è stata costituita all’inizio del 2019 quando Michael Kors ha acquisito Versace, un anno dopo l’acquisizione di Jimmy Choo. I marchi di lusso hanno sofferto all’inizio della pandemia di coronavirus, ma sono riusciti a riprendersi molto rapidamente.

Articolo precedenteNessun risultato festivo di fine anno per MediaMarkt
Articolo successivoLa Svizzera è campione del marchio del distributore, il Belgio al secondo posto