Home Economia CaixaBank guadagna 2.359 milioni di euro nel 2021 senza gli straordinari di...

CaixaBank guadagna 2.359 milioni di euro nel 2021 senza gli straordinari di Bankia

122
0

Il Gruppo CaixaBanca ha ottenuto nel 2021 un utile adjusted senza componenti straordinari connessi alla fusione con Bankia di 2.359 milioni di eurorispetto ai 1.381 milioni registrati nell’anno precedente, caratterizzato dal disposizioni elevate costituita per anticipare gli impatti futuri che potrebbero derivare dalla pandemia.

Per la sua parte, L’utile attribuibile è di 5.226 milioni di eurodopo aver recepito gli impatti straordinari connessi alla fusione (per effetto del contributo contabile di 4.300 milioni di avviamento negativoe il costo netto di 1.433 milioniprincipalmente, da processo di ristrutturazione occupazionale e altri risultati associati all’integrazione).

In questo contesto, il la redditività (ROTE 12 mesi escluse le poste straordinarie di fusione) è pari al 7,6% a fine 2021 e l’indice di efficienza si attesta al 57,7%.

Come fattore negativo, la pressione sul Margine di interesseil principale parametro del conto economico, poiché in calo del 5,8% rispetto al 2020, a 6.422 milioni di euro“in un contesto di tassi di interesse negativi”, come spiegato dall’entità.

Vedi anche:  Un Lagarde minimamente 'falco' "ha il potenziale per rilanciare l'euro"

Gli analisti di banchiere hanno commentato che il l’evoluzione del Margine di Interesse nel quarto trimestre (è sceso dell’1,9%, a 1.559 milioni di euro), ha “deluso le aspettative”.

positivo, le commissioni attive salgono a 3.987 milionicon una crescita anno su anno del 6,7%, e con una buona performance nel quarto trimestre (+14,1% rispetto al terzo trimestre, grazie alla maggiore attività).

In particolare, mette in evidenza il buon comportamento del “commissioni legate alla gestione di prodotti di risparmio a lungo termine (fondi di investimento, fondi pensione e unit linked), in crescita di 17,9% lo scorso anno, fino a 1.391 milioni di europer i maggiori asset gestiti dopo la positiva evoluzione dei mercati e per le sottoscrizioni dell’anno”, secondo Banca Caixa.

Per quanto riguarda il capitale, il rapporto Capitale primario di classe 1 (CET1) ha chiuso l’anno 13,2%al di sopra del 13% di settembre e leggermente al di sotto del 13,6% di dicembre 2020.

Vedi anche:  Citi ribadisce il proprio impegno nei confronti di Endesa: "Valore difensivo a prezzi ragionevoli"

Il equilibri dubbi a fine 2021 ammontano a 13.634 milioni di euro rispetto agli 8.601 milioni di fine 2020, anche se organicamente sarebbero diminuiti di 394 milioni nell’anno. Il Il rapporto NPL si attesta al 3,6%, con cui è rimasto stabile dopo l’integrazione di Bankia. Inoltre, il rapporto di copertura chiude l’anno al 63% e il costo del rischio (ultimi 12 mesi) si attesta allo 0,23%.

Articolo precedenteLe borse asiatiche chiudono per lo più al rialzo, ignorando Wall Street
Articolo successivoCaixaBank “delude le aspettative” con i risultati del quarto trimestre