Home Economia Cade in bitcoin e ‘cryptos’ dopo le perdite miliardarie di Coinbase

Cade in bitcoin e ‘cryptos’ dopo le perdite miliardarie di Coinbase

80
0

Bitcoin, e il mercato delle criptovalute in generale, è in rosso questo mercoledì, dopo che circa 3.000 milioni di dollari sono evaporati dal mercato in 24 ore a causa di I risultati negativi di Coinbase. La principale criptovaluta per capitalizzazione di mercato è scambiata sull’orlo di $ 23.000, in calo del 3% rispetto a martedì, mentre altri token hanno perso il 5% nelle ultime 24 ore. Il valore totale del mercato ha perso nuovamente 1,1 trilioni di dollari.

Il comportamento negativo si è verificato in reazione alla pubblicazione dei risultati della piattaforma di valuta digitale, che da aprile a giugno ha perso più di un miliardo di dollari. Le entrate di Coinbase sono diminuite di quasi il 64% quando gli investitori sono usciti dal mercato delle criptovalute dopo lo spettacolare rally rialzista dello scorso anno. I ricavi delle transazioni al dettaglio sono stati di $ 616,2 milioni, in calo del 66%. I titoli della piattaforma crittografica hanno lasciato il 5% nel mercato ‘after hours’.

Vedi anche:  L'euro/dollaro, sempre più vicino al 'supporto' di 1.08-1.0825

Non è stata l’unica notizia negativa. nouri, una banca crittografica di avvio tedesca con 500.000 clienti, ha dichiarato l’insolvenza il 9 agostoCitando le massicce vendite di criptovalute, l’insolvenza di Celsius e altri fondi di criptovaluta all’inizio di quest’anno come alcune delle cause che li hanno spinti a intraprendere questa azione, secondo le fonti di “CoinTelegraph”. Nel frattempo, la piattaforma di trading e prestito di criptovalute Hodlnaut ha deciso di sospendere tutti i prelievi e gli swap di token a seguito delle recenti condizioni dei mercati, ha riferito la società.

Gli esperti notano anche che il bitcoin sembra un po’ nervoso in vista del rapporto sull’inflazione statunitense. “Per quanto strano possa sembrare, bitcoin ha dimostrato di essere molto resistente ultimamente, riprendendosi più rapidamente e sembrando imperturbabile dalle battute d’arresto”, afferma Craig Erlam, analista di Oanda. “Sarà interessante vedere come risponde oggi a eventuali battute d’arresto o trae vantaggio da un rapporto favorevole. Abbiamo visto svanire lo slancio nella corsa ai 25.000 dollari, ma una cifra di inflazione più debole potrebbe essere solo il catalizzatore di cui il bitcoin ha bisogno per invertire la rotta”.

Vedi anche:  Soft buy su Wall Street dopo i risultati di JP Morgan

Articolo precedenteQueste sono le novità dell’app di messaggistica
Articolo successivoL'”eliminazione del rischio” prende il sopravvento sul sentimento dell’investitore al dettaglio europeo a luglio