Home Economia Bullard catapulta il dollaro ai massimi degli ultimi 20 anni contro lo...

Bullard catapulta il dollaro ai massimi degli ultimi 20 anni contro lo yen e rimane positivo contro l’euro

210
0

Il dollaro ha allungato la sua inarrestabile tendenza al rialzo questo martedì, sulla scia dell’inflazione statunitense e dell’accelerazione della politica monetaria della Federal Reserve statunitense (Fed), fino a quando Massimi da 20 anni contro lo yen sopra 128,00 yen per dollaro, mentre nei confronti dell’euro si mantiene a prezzi inferiori a 1,08 dollari, fino al suo miglior cambio in quasi due anni. L’euro/dollaro è scambiato in prossimità di 1,0750 dollari, livelli toccati giovedì 14 aprile, dopo una Banca Centrale Europea più ‘colombare’ di quanto previsto dal mercato.

Oltre alle differenze di politica monetaria tra le banche centrali, il dollaro è stato rafforzato nelle ultime ore dalle dichiarazioni del più falco dei falchi della Fed, il presidente della Federal Reserve Bank di Saint Louis, James Bullard, che Ha chiesto di non escludere un movimento come quello di Alan Greenspan nel 1994 e che i tassi salgono dello 0,75%.

Vedi anche:  Bitcoin rompe il triangolo simmetrico al rialzo: per $63.000?

Con questo martedì ci sono già 13 giorni consecutivi di caduta per lo yen, il la serie di sconfitte più lunga dall’inizio dei dati sui prezzi di “Bloomberg” nel 1971, evidenziare gli esperti del MUFG. Questi analisti si aspettano che i commenti aggressivi continuino a esercitare pressioni al rialzo sui rendimenti statunitensi nel breve termine, il che a sua volta rafforzerà le vendite di yen.

Il forte ritmo di vendita dello yen ha attirato più commenti dai funzionari giapponesi. Lo ha affermato il ministro delle finanze giapponese Shunichi Suzuki lo yen si stava indebolendo rapidamente e ha indicato che l’impatto delle mosse potrebbe essere dannoso per l’economia giapponese. Ha anche spiegato che “ci sono aspetti positivi, ma vista l’attuale situazione economica ci sono forti aspetti negativi”. Ha concluso osservando che “stiamo monitorando i movimenti nel mercato dei cambi”.

Vedi anche:  A Sabadell arriva il momento della verità: i livelli pre-pandemici e gli alti livelli del 2019

Tuttavia, il governatore della Bank of Japan Harukiro Kuroda ha segnalato ulteriori vendite di yen ribadendo che la debolezza dello yen rimane un aspetto positivo per l’economia giapponese, sebbene movimenti molto rapidi alimentino effetti negativi, compresi i cambiamenti nei piani delle società. Tuttavia, non ci sono segnali che la Banca del Giappone sia disposta a inasprire la sua politica nel prossimo futuro per sostenere ulteriormente l’economia. Kuroda ha sottolineato che questo non è il momento di discutere i piani di uscita e che è ancora opportuno continuare con la politica di allentamento. “Questo rende lo yen vulnerabile a un’ulteriore debolezza a breve termine”, afferma MUFG.

Articolo precedenteSolaria soffre: Barclays valuta le sue azioni a 17,70 euro e taglia i suoi consigli
Articolo successivoWall Street prevede acquisti soft in attesa di ulteriori risultati e del FMI