Home Economia Bruxelles adotta un’equivalenza tra diversi mercati azionari USA e UE

Bruxelles adotta un’equivalenza tra diversi mercati azionari USA e UE

66
0

Il Commissione Europea ha adottato una decisione in cui si dichiara che un certo numero di borse statunitensi controllate dalla US Securities and Exchange Commission (SEQ) sono equivalenti ai mercati regolamentati nell’UE. Di conseguenza, i derivati ​​negoziati su queste borse statunitensi saranno ora trattati come derivati ​​negoziati in borsa ai sensi del diritto dell’UE.

Inoltre, la Commissione ha modificato anche il suo decisione di equivalenza rispetto alle controparti centrali statunitensi (CCP). Queste decisioni integrano la decisione di equivalenza adottata dalla Commissione per le controparti centrali statunitensi registrate presso la US Securities and Exchange Commission adottata nel 2021.

“Le decisioni di oggi sono essenziali, come facilitare l’accesso dei partecipanti al mercato dall’UE alle controparti centrali statunitensi sotto la vigilanza della SEC. Queste decisioni sono nell’interesse dell’UE: vogliamo che i nostri mercati dei capitali siano integrati meglio con gli altri mercati internazionali. Non vediamo l’ora di continuare la buona cooperazione tra le istituzioni e le agenzie dell’UE e la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti”, ha affermato il commissario Mairead McGuinness, responsabile per la stabilità finanziaria, i servizi finanziari e l’Unione dei mercati dei capitali.

Vedi anche:  Tre potenziali rischi per i mercati dopo lo scoppio della guerra

Diversi PCC statunitensi sotto la supervisione della SEC hanno presentato domanda riconoscimento all’Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA) sulla base della decisione di equivalenza adottata nel 2021. Le decisioni consentiranno all’ESMA di proseguire i lavori sul processo di riconoscimento. Una volta completato con successo il processo di riconoscimento, queste controparti centrali statunitensi saranno in grado di fornire servizi di compensazione centrali nell’UE, ai membri compensatori e alle sedi di negoziazione dell’UE.

Articolo precedenteImpeccabile ‘tira indietro’ del Dax alla resistenza (in precedenza supporto) di 14.950 punti
Articolo successivoLa fiducia degli investitori dell’Eurozona precipita ai livelli di luglio 2020