Home Economia Bitcoin sale del 22% a luglio, la Fed le farà firmare il...

Bitcoin sale del 22% a luglio, la Fed le farà firmare il suo mese migliore da ottobre?

132
0

L’azione sui prezzi del bitcoin sta perdendo forza dopo essere uscita dal suo periodo di consolidamento di un mese. Tuttavia, l’asset digitale rimane al di sopra della resistenza di $ 23.000, che sostiene la speranza che il mercato salirà a $ 25.000. Per ora, la regina delle criptovalute è ancora in rialzo del 22% questo mese e rimane sulla buona strada per registrare la sua migliore performance mensile da ottobre dello scorso anno. La grande domanda è se la decisione sui tassi da parte della Federal Reserve (Fed) degli Stati Uniti rovinerà la festa.

“Ricordiamoci che è la politica monetaria di la Fed che ha rotto la linea di supporto del prezzo del bitcoin“Dice Naeem Aslam, capo dell’analisi di AvaTrade. Un aumento dei tassi di interesse di 75 punti base da parte della banca centrale statunitense è previsto per la prossima settimana e “potrebbe togliere il polso al prezzo del bitcoin”, avverte.

Vedi anche:  Il mercato emergente che si distingue come vincitore per la redditività e la resistenza del suo mercato azionario

Lo slancio presentato dall’asset digitale è stato rallentato dalla notizia che Elon Musk ha venduto il 75% dei bitcoin di Tesla. Questi rapporti hanno causato un aumento degli acquisti, dopo che l’asset crittografico ha lasciato un massimo di oltre un mese sopra i $ 24.000. Musk, amministratore delegato del produttore di auto elettriche, ha citato le preoccupazioni sulla “liquidità complessiva” della sua azienda come motivo della vendita.

Tesla ha venduto bitcoin per un valore di 936 milioni di dollari nel secondo trimestre, più di un anno dopo che la società ha acquistato 1,5 miliardi di dollari di criptovaluta al culmine della sua massiccia crescita e popolarità.

A incidere sul prezzo anche la notizia che tre persone, tra cui un ex dipendente di coinbasesono stato incriminato per insider trading di criptovalute. L’ex Product Manager di Coinbase Ishan Wahi avrebbe fornito informazioni privilegiate a suo fratello, Nikhil Wahi, e a un amico, Sameer Ramani, sulle prossime mosse di Coinbase. L’amico e il fratello avrebbero utilizzato quelle informazioni per effettuare operazioni con le criptovalute prima che fossero incluse tra i prodotti con cui il broker di criptovalute consente ai suoi clienti di fare trading.

Vedi anche:  Pressione al ribasso per l'euro nel medio termine dopo la decisione sui tassi della BCE

Coinbase ha avviato un’indagine e ha affermato che avrebbe immediatamente licenziato tutti i dipendenti coinvolti e deferito la questione alle autorità. Le azioni del crypto asset exchange hanno chiuso con un ribasso del 2% giovedì e rendimento dell’1,71% questo venerdì.

Il mercato dei token digitali lascia rialzi moderati, con l’ethereum a 1.500 dollari e la capitalizzazione di tutte le “criptovalute” sopra i mille miliardi di dollari.

Articolo precedenteIl debito non compra il TPI della Bce e i premi per il rischio salgono alle stelle, con l’Italia in testa
Articolo successivoFranco Baresi compie un viaggio nella memoria per celebrare la divisa tutta bianca del Milan ispirata a sette titoli UCL