Home Economia “Bitcoin e ‘cryptos’ stanno dimostrando un reale utilizzo con la guerra”: il...

“Bitcoin e ‘cryptos’ stanno dimostrando un reale utilizzo con la guerra”: il rally non è finito

80
0

Il bitcoin ha lasciato rialzi per il terzo giorno consecutivo questo mercoledì, con a nuovo massimo leggermente superiore a $ 45.000, prezzi che non si vedevano dal 10 febbraio. Nonostante sia caduto nuovamente giovedì, il mercato delle criptovalute mantiene il suo aspetto positivo e i recenti guadagni fanno pensare agli analisti che il ‘rally’ iniziato nel fervore della guerra tra Russia e Ucraina abbia ancora uno stoppino. Alcuni esperti considerano $ 50.000 come obiettivo a breve termine, poiché le valute digitali stanno guadagnando importanza nel conflitto armato, poiché “viene dimostrato un caso d’uso reale”, afferma Craig Erlam, analista di Oanda.

“La crisi in Ucraina e le sanzioni russe offrono a opportunità per le criptovalute di mostrare il loro valorer”, dice questo esperto, “sia attraverso mezzi positivi come le donazioni per aiutare gli ucraini”, o al loro ministero della Difesa, che ha aperto un portafoglio per le donazioni in dogecoin, o “la conservazione del capitale per i russi comuni, un raro eccezione in cui si potrebbe sostenere che le criptovalute possono essere una riserva di valore relativa”.

Tuttavia, altri esperti indicano che la crisi attuale getta ombre anche su questo mercato, dal momento che anche gli oligarchi russi utilizzare questi beni per sovvertire le sanzioni, che sta attirando l’attenzione degli Stati Uniti e non proprio in modo positivo. Nelle ultime ore sono emerse notizie secondo cui i rappresentanti democratici del Senato degli Stati Uniti stanno facendo pressioni sul Dipartimento del Tesoro per avere informazioni su questa potenziale elusione delle sanzioni e cosa si può fare se viene dimostrato che la Russia si sta rifugiando nelle criptovalute.

Vedi anche:  Modesto rimbalzo delle criptovalute dopo un lunedì nero e nuovi minimi annuali

La risposta del Tesoro statunitense non si è fatta attendere e ha pubblicato nuove normative sulle valute digitali e sui partecipanti al settore. Ha avvertito gli scambi di valuta digitale che non agevolano le operazioni di persone o enti che compaiono nell’elenco delle sanzioni.

Questa informazione arriva in un momento in cui il Il trading di bitcoin con rubli e grivna è al massimo e seminano preoccupazione tra gli investitori poiché “se gli Stati Uniti cominciano a vedere che i russi stanno usando bitcoin come mezzo per evitare sanzioni, è molto probabile che può guidare un’azione coordinata per vietare la valuta digitale“, avverte Naeem Aslam, responsabile analisi di AvaTrade.

“Vietare bitcoin in quello scenario comporterà una volatilità dei prezzi molto maggiore. Può scuotere l’intero mercato finanziario perché molte aziende hanno un’esposizione massiccia di bilancio a questo asset. Ma è sicuramente qualcosa di cui i trader devono essere consapevoli”. .

Dal punto di vista dell’analisi tecnica, “è ancora presto per lanciare le campane al volo, ma non c’è dubbio che le sensazioni migliorano ogni giorno che passa”, afferma José María Rodríguez, analista tecnico di Bolsamanía. “Ma fino a quando non supera chiaramente i $ 46.000, qui non è successo nulla”Aggiunge.

Vedi anche:  Il premio per il rischio spagnolo supera i 100 punti per la prima volta da giugno 2020

Mercoledì il il rally si è fermato un po’ sopra i 45.000$. Si è formato un massimo vicino a 45.349 e il prezzo sta ora correggendo i guadagni poiché il prezzo è sceso sotto 44.000 nelle ultime ore. Il prezzo ha anche testato il livello di ritracciamento di Fib del 23,6% del movimento al rialzo dal minimo di $ 37.030 al massimo di $ 45.349.

La prima resistenza chiave è vicina al livello di $ 45.000. Una chiara mossa al di sopra di questo prezzo potrebbe indicare un ulteriore rally a $ 45.500 e testare il Zona di resistenza di $ 46.500. Il prossimo La maggiore resistenza per i rialzisti potrebbe essere vicina al livello di $ 47.200.

Le balene avranno molto da dire sull’azione dei prezzi, affermano gli esperti, poiché il picco di attività derivante da forti mani di mercato ha limitato le vendite della scorsa settimana a $ 35.000. Secondo i dati della piattaforma di analisi blockchain Santiment, “Le balene stanno diventando sempre più attive nell’effettuare transazioni massicce. Negli ultimi tre giorni, Sono state effettuate 13.400 transazioni bitcoin che superano il milione di dollari di valore“.

Articolo precedenteAzioni e obbligazioni aumenteranno insieme nel 2022? Questo dicono in Schroders
Articolo successivoL’Ibex, il peggiore d’Europa per le pressioni delle compagnie energetiche, del turismo e di Telefónica