Home Salute Ballesol, un punto di riferimento nella prevenzione e nel trattamento individuale del...

Ballesol, un punto di riferimento nella prevenzione e nel trattamento individuale del morbo di Alzheimer

36
0

In occasione della Giornata Mondiale dell’Alzheimer, i diversi professionisti che lavorano in ciascuna casa di cura di Barcellona, ​​Badalona e Reus, avvertono della necessità di una diagnosi professionale e di una risposta di qualità ricordandoci che “il 20% dei pazienti con demenza per L’Alzheimer viene ricoverato nel primo anno dopo la diagnosi, il 50% a cinque anni e circa il 90% a 8 anni”.

Le cinque residenze in Catalogna hanno soggiorni e programmi esclusivi per ridurre i fattori di rischio

Questi cinque centri, specializzati nel trattamento di qualsiasi demenza da un modello di assistenza completo e centrato sulla persona, dispongono delle migliori risorse possibili per facilitare la diagnosi, la valutazione, le terapie di prevenzione o i protocolli di intervento relativi alla demenza.

“Il ricovero in una residenza di solito viene deciso quando la qualità della vita e il benessere del paziente con malattia di Alzheimer ne risentono”, Ecco perché Ballesol Reus, Badalona, ​​​​Almogávares, Fabra i Puig e Barberá del Vallés hanno creato protocolli esclusivi per facilitare una risposta efficace ed efficiente:

  • valutazione medica precedente che include anamnesi, esame fisico e neurologico, valutazione dello stato mentale.

  • descrizione e piano di trattamento in caso di stadi precoci e moderati, nonché cure in fase avanzata.

  • Promuove un invecchiamento attivo e sano scommettendo sul mantenimento della massima autonomia della persona, sulla partecipazione e sulla conservazione delle sue capacità.

  • approccio comprensivo della malattia con il supporto di équipe di terapia occupazionale, fisioterapia, attività di stimolazione cognitiva, terapie non farmacologiche…

  • Partecipare a famiglia del piano di trattamento, offrendo informazioni, orientamento e supporto individualizzato per evitare una situazione di preoccupazione e incertezza al momento dell’ammissione di una persona cara.

Gli esperti di demenza assicurano che il supporto post-diagnosi è fondamentale. Stimano che un medico qualificato possa diagnosticare l’Alzheimer con una precisione del 90%. Ecco perché Ballesol scommette su specialisti formati in demenza, medici esperti in condizioni cerebrali e salute mentale.

Vedi anche:  Uno studio mostra chi è più a rischio di covid persistente

Non solo per questa malattia, ma anche in questi centri troviamo personale specificamente qualificato in altre condizioni cognitive, come ogni casa di cura per il Parkinson a Ballesol e il miglior coordinamento socio-sanitario possibile. Con questo, “una valutazione completa e preventiva è essenziale in un centro Ballesol in Catalogna, che protocollizza l’attenzione personalizzata del residente attraverso un’Unità specializzata in demenza e trattamento individualizzato”, ricordano di conoscere la diagnosi e aumentare la qualità del registro di demenza

meglio di casa

Affrontare qualsiasi demenza è una priorità per Ballesol Badalona, ​​Fabra i Puig, Almogávares, Barberá del Vallés, Reus. Per questo hanno adattato le stanze in modo che il residente possa avere “la possibilità di mantenere la capacità e l’eventuale autonomia che prima aveva in casa”, ma con la differenza e il vantaggio di “essere curato da professionisti qualificati, il supporto di trattamenti multidisciplinari, terapie e ambienti esclusivi che spesso mancano alle case stesse, che necessitano di momenti di “tregua familiare”, affinché il responsabile delle cure possa riposare, valorizzare le famiglie che hanno scelto Ballesol per prendersi cura di una persona cara.

Apprezzano anche dalle loro cinque residenze in Catalogna l’aumento di quest’anno in “soggiorni per la prevenzione della demenza” affinché la persona possa ridurre i fattori di rischio, prevenire o invertire il proprio sviluppo attraverso attività e abitudini sane che favoriscano la sua autonomia e il suo benessere fisico ed emotivo. Per questi tipi di soggiorni sempre più richiesti, Ballesol Fabra i Puig, Almogávares, Reus, Badalona e Barberá del Vallés offrono programmi di attività fisica, esercizio aerobico, cucina terapeutica con cibo adattato incentrato sulla persona, terapie e attività per l’arricchimento della la riserva cognitiva o la promozione della capacità di socialità attraverso le visite, le escursioni con i parenti… Riuscindo così a prevenire molti casi promuovendo stili di vita sani, trattamenti non farmacologici o il controllo dei fattori di rischio cardiovascolare.

Vedi anche:  giovane donna non fumatrice

programma pionieristico

Ogni centro Ballesol in Catalogna dispone di un’Unità specializzata in demenza e trattamento individualizzato. Essere anche pionieri nell’implementazione del primo programma di stimolazione multisensoriale (EMS) basato sul concetto di Snoezelen.

Con questo progetto le persone con demenza avanzata possono “vivere, sentire, percepire e identificare le percezioni ottenute dal proprio corpo e/o dalla realtà esterna”, consentendo uno stato di benessere e un miglioramento della propria qualità di vita, apprezzano da queste residenze. “Terapie non farmacologiche come la stimolazione multisensoriale hanno mostrato risultati coerenti nel miglioramento di questi stati comportamentali, superiori alla risposta farmacologica”, giustificano i professionisti di Ballesol, leader nell’implementazione con successo di varie terapie per la stimolazione uditiva, visiva, tattile e olfattiva. suoi residenti.

esperienza e raccomandazione

  • In questo modo, le loro residenze in Catalogna sono punti di riferimento nell’approccio alla demenza da promuovere:Invecchiamento attivo e sano indipendentemente dallo stato del residente

  • Migliora la diagnosi precoce

  • Ridurre l’impatto della malattia

  • Approccio completo alla malattia evitando situazioni di rifiuto, esclusione e stigmatizzazione

  • Scommettere sul mantenimento della massima autonomia della personapartecipazione e conservazione delle loro capacità.

L’importanza di raggiungere un ambiente sociale positivo in cui la persona con demenza possa vivere il miglior benessere possibile è stato anche uno dei valori più riconosciuti nell’ultimo rapporto che misura la soddisfazione dei residenti e dei parenti a Ballesol, in Catalogna. Nell’esperienza di aver fatto affidamento sulle cure offerte da Ballesol, analizza Stiga, società esterna specializzata nella misurazione e nell’analisi dell’esperienza dei propri clienti, il grado di raccomandazione di un soggiorno in una qualsiasi delle sue residenze ne risente, superando 9 punti su 10 per residenti e familiari intervistati.


Per maggiori informazioni: 900 24 24 25

La mappa seguente mostra le posizioni dei centri Ballesol.

Articolo precedenteGiornata mondiale dell’Alzheimer | Famiglie dei pazienti: “Il tuo sguardo mi dice se mi conosci oggi o no”
Articolo successivoLe cure richieste dai malati costano 31.000 euro l’anno