Home Economia Autopsia di Terra: “Un ecosistema basato su tentativi ed errori a volte...

Autopsia di Terra: “Un ecosistema basato su tentativi ed errori a volte avrà… errori”

63
0

La scorsa settimana ha assistito a una serie di rapide contrazioni nell’ecosistema delle risorse digitali. Nonostante sia uno spazio noto per la sua volatilità, quello che è successo è stato sorprendente per gli osservatori. Il forte sell-off, una volta messo in prospettiva, è inteso come “parte di un processo evolutivo in grado di guidare l’ecosistema degli asset digitali nonostante le battute d’arresto che a volte possono verificarsi”, commentano gli esperti di Wisdom Tree.

Da gennaio 2022, l’avversione al rischio domina il sentiment generale in tutti i mercati finanziari. Dopo che l’ecosistema degli asset digitali ha raggiunto livelli di prezzo record, che hanno generato una capitalizzazione di mercato di oltre 3 trilioni di dollari nel novembre 2021, una serie di fattori esterni si sono uniti.

Il primo è stato il inizio dell’inasprimento delle politiche monetarie nelle principali economie, soprattutto negli Stati Uniti, per tutto l’anno in corso. Il secondo è stato lo scoppio del conflitto tra Ucraina e Federazione Russa, che ha generato volatilità sui mercati delle materie prime e accentuato ulteriormente un’inflazione già elevata. E infine, “i gestori di portafoglio hanno dovuto fare i conti limiti di un portafoglio 60/40 di azioni e obbligazioni li solleva di fronte alla contrazione generale delle azioni che si verifica nello stesso momento in cui i rendimenti dei mercati obbligazionari scendono”, dettagliano da Wisdom Tree. Il Nasdaq, in generale, e i titoli tecnologici non redditizi in particolare, sono stati Vittime di forti pressioni di vendita nel corso del 2022. Questo è il contesto in cui si sono verificati una serie di eventi in criptovalute.

L’impulso che ha innescato la più recente svendita nel settore degli asset digitali è stato causato dal ‘disancoraggio’ con il valore in dollari di terra dollar (UST)“una ‘stablecoin’ chiamata ironicamente associata alla blockchain Terra e alla criptovaluta LUNA.

Vedi anche:  Ancora non sai cos'è un doppio pavimento? Dai un'occhiata ad ACS

L’8 maggio 2022 si sono incontrati Grandi insediamenti UST sulla piattaforma di trading decentralizzata di Curve. Queste grandi liquidazioni hanno messo sotto pressione il peg UST. Nell’ambito della difesa di tale parità, la Luna Foundation Guard, destinata a sostenere il terradollaro per il quale disponeva di una dispensa da 3.000 milioni di dollari in bitcoin, ha iniziato a scambia bitcoin con noi dollari. Ciò ha esercitato ulteriore pressione sul prezzo spot del bitcoin.

“Ciò che rende unico questo incidente è il trasparenza sulle dimensioni e la scala dell’ecosistema Terra/LUNA“, esprimono da Wisdom Tree. Al suo apice all’inizio del 2022, la criptovaluta LUNA era valutata intorno ai 41.000 milioni di dollari. Venerdì 6 maggio valeva 27.000 milioni. Al momento della stesura di questo articolo, la sua valutazione è inferiore a 300 milioni di dollari L’importo massimo in circolazione dell’UST è diventato più di 18.000 milioni il 7 maggio 2022. La rete Terra è stata disconnessa il 12 maggio 2022.

La rapida liquidazione di LUNA e UST ha sconvolto l’intero ecosistema delle risorse digitali. “A parte gli effetti sul prezzo del bitcoin, dovuti alla rapida vendita di questi token per difendere la parità, il crollo dei prezzi di LUNA ha comportato avvisi di margine e liquidazione per i detentori di questa “criptovaluta” con leva“, analizzano gli esperti della società di gestione. Gli effetti collaterali erano evidenti anche nel Interruzioni per altre stablecoin ancoratecon lievi cali del token collateralizzato USDT di Tether e dei premi del token collateralizzato USDC di Circle.

Tralasciando gli eventi della scorsa settimana, e per metterlo in prospettiva, gli analisti del provider statunitense di fondi negoziati in borsa ricordano che c’è stata una valanga di investimenti nei nuovi protocolli e applicazioni decentralizzato nel periodo 2020-2021. “Nel 2021 è stato investito più capitale di rischio in questo spazio rispetto ai sei anni precedenti messi insieme”. Queste tecnologie e aziende di recente sviluppo non sono state completamente testate in un ambiente estremamente difficile; “I suoi potenziali rendimenti, incertezze e casi di investimento sono molto diversi da reti più consolidate come bitcoin ed ethereum”, sostengono gli analisti.

Vedi anche:  Chiusura mista a Wall Street dopo la pubblicazione dei dati sull'occupazione di giugno

Ci sono stati innumerevoli fallimenti tecnici ed economici nei tredici anni di storia dell’ecosistema delle risorse digitali. Prima di Terra/LUNA, gli eventi più importanti sono stati l’hack DAO da 150 milioni di dollari dell’epoca, che ha portato all’hard fork di Ethereum, e il crollo di Bitconnect da 2,4 miliardi di dollari. “Tuttavia, entrambi i casi non si sono avvicinati alla scala del crollo di Terra/LUNA Nella scorsa settimana. Ciò è in parte dovuto al fatto che l’ecosistema delle risorse digitali non ha mai raggiunto le dimensioni che è oggi”, sostengono.

Guardando al futuro, gli analisti si aspettano che emergano due grandi tendenze. “Ci sarà una tendenza composta da difetti di vario genere di esperimenti dovuti a motivi tecnici, economici, organizzativi, normativi o di altro tipo”. Ecco come funziona il modello di business del capitale di rischio: una piccola parte delle aziende ottiene mega risultati mentre quasi tutte le altre vanno in pareggio o falliscono. l’altra tendenza “sarà composta da un pugno di sopravvissuti, che troveranno modelli di business scalabili e sostenibili e condurranno una nuova serie di esperimenti contro i quali competeranno. È qui che si trovano le opportunità nei prossimi due anni circa”.

Articolo precedentePerché si chiama così il vaiolo delle scimmie?
Articolo successivoGli Stati Uniti registrano la prima infezione da vaiolo delle scimmie