Home Moda e bellezza Aspidistra e altre piante che ti aiuteranno a combattere la muffa e...

Aspidistra e altre piante che ti aiuteranno a combattere la muffa e l’umidità in casa

67
0

Il umidità può verificarsi in qualsiasi casa quando l’ambiente è favorevole e anche se la casa lo ha problemi di ventilazione e isolamento. Se questo accade, Maggio appaiono muffa Dentro casa. la muffa è un fungoin particolare a microrganismoformato da un insieme di miceli che si manifestano in molteplici modi, a seconda della specie (ce ne sono più di 100.000 diversi), e in diversi colori come rosso, nero, verde e grigio.

Anche se l’umidità e la muffa che produce si possono rimuovere con un prodotto economico e molto facile da acquistare in qualsiasi supermercato o negozio di alimentari, per evitare che la muffa si diffonda e diventi un vero problema in casa, e anche un problema per te Saluteci sono piante che possono aiutare a limitare o prevenire la comparsa di questo fungo.

Asparagi o Asparagi

Il tuo posto ideale per catturare l’umidità è il bagno. È una pianta perenne folta e morbida che si sviluppa tra 25 e 7 gradi centigrado Si consiglia di dargli luce filtrata, non luce diretta, quindi è meglio posizionarlo dietro una finestra.

Begonia

Adatto a tutti i luoghi della tua casa. È una pianta perenne che non sopporta il freddo e il gelo, preferisce temperature costanti non troppo fredde. È molto colorato e può dare vita alla casa.

Aspidistra

Perfetto per assorbire tutta l’umidità della casa. Di facile manutenzione per i più sbadati, convive perfettamente con l’umidità e la luce riflessa.

Effetti nocivi per la salute

Quali conseguenze possiamo avere? se siamo esposti alla muffa? I sintomi più evidenti sono stanchezza cronica, febbre o mal di testa, occhi irritati, mucose irritate della bocca, del naso e della gola, starnuti e tosse cronica ed eruzioni cutanee. Ma, in casi estremi di esposizione possiamo trovare nausea, vomito Y sanguinamento in polmoni Y naso.

Articolo precedenteQuesto è il 12 Pro, di Xiaomi
Articolo successivoRick R. Suárez: “Dopo la pandemia, innovazione e collaborazione si sono rafforzate”